Quantcast
La Cgil aumenta gli iscritti, ma non fa il boom - BergamoNews
Tesseramento

La Cgil aumenta gli iscritti, ma non fa il boom

Complessivamente gli iscritti alla Camera del lavoro nel 2008 hanno toccato quota 92.823 (contro i 92.591del 2007), segnando un +0,25%; mentre i nuovi iscritti sono stati 13.122. Risultati positivi per il comparto del commercio e dei servizi, mentre qualche difficolt?? si registra nel tessile e nel chimico. Tengono invece la Fiom e la categoria dei pensionati.

Un aumento degli iscritti alla Cgil c’è, anche se non parlerei di un boom dei tesserati; ci sono però delle difficoltà in alcune categorie specifiche, come i tessili e i chimici, ed è anche su questo che dovremo lavorare nel 2009”. Così Luigi Bresciani, segretario generale della Cgil di Bergamo, ha commentato i dati relativi al tesseramento alla Camera del lavoro dello scorso anno: complessivamente gli iscritti hanno toccato quota 92.823 (contro i 92.591del 2007), segnando un +0,25%; mentre i nuovi iscritti sono stati 13.122 (+7%). A registrare un aumento è in particolare il comparto dei servizi, con la Filcams (commercio-servizi) che è passata da 3.948 tesserati a 4.152, e la Fisac (credito-assicurazioni) che da 1.490 è salita a 1.578. E la Nidil (Nuove identità di lavoro) ha registrato un aumento di iscritti passando dai 662 del 2007 ai 730 dello scorso anno. Una lieve diminuzione di tesserati si è invece registrata alla Filcem (i chimici sono infatti passati da 3.003 a 2.822) e alla Filtea (i tessili scendono a 2.675 da 2.802); tengono invece la Fiom, che sale da 10.058 a 10.147, la Flc (scuola-università) che vede aumentare i propri iscritti da 3.848 a 3.881 e sono stabili anche i tesserati Spi (pensionati), che da 46.692 vanno a 46. 749. “Non è indifferente nemmeno il numero di immigrati tesserati, che rappresentano il 17% dei lavoratori attivi (il cui totale è 45.801, ndr)”, sottolinea Bresciani. Un risultato complessivo che non soddisfa pienamente il segretario della Cgil, preoccupato per il 2009, “ma non tanto per i dati del tesseramento, quanto per la situazione di crisi e gli eventuali licenziamenti che potrebbero riguardare in particolar modo i lavoratori con contratto a termine”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI