BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Va a messa con la moglie Maxi furto in casa Stanga

Svaligiata la cassaforte del noto team manager di ciclismo, che ha lavorato anche con Bugno e Petacchi. A Santo Stefano, mentre era a Bergamo in chiesa, ignoti sono entrati in casa, hanno individuato una cassaforte per poi aprirla con un flessibile. Scomparsi orologi d'oro e gioielli per 60 mila euro.

Più informazioni su

E’ uscito di casa per un’ora e mezza, non di più, per andare a Messa a Bergamo con la moglie. Ma tanto è bastato ad una banda di ladri per entrare in casa di Gianluigi Stanga, noto team manager di ciclismo, individuare la cassaforte e far sparire oro e orologi per circa 60 mila euro.
Gianluigi Stanga, già team manager di molti campioni come Gianni Bugno, e fino all’anno scorso direttore della tedesca Milram in cui correva Alessandro Petacchi, al momento è all’opera per costituire una nuova squadra. E’ uno dei volti più noti del ciclismo italiano.
Vive a Palazzago in via Campinette e il giorno di Santo Stefano, attorno alle 19, è uscito con la moglie per andare a Messa, a Bergamo. “Andiamo spesso alla Santa Messa in città” ha spiegato.
Al suo rientro a casa, poco dopo le 20,30, il team manager ha trovato la cattiva sorpresa. I ladri sono riusciti ad entrare in casa forzando la finestra di uno studio utilizzato dallo stesso Stanga. Hanno poi individuato la cassaforte dietro un quadro e si sono messi al lavoro con un flessibile, riuscendo ad aprire il forziere. All’interno c’erano orologi d’oro e gioielli. Dalla cassaforte è sparito tutto, per un totale di 60 mila euro. Il padrone di casa ha denunciato i fatti alla caserma dei carabinieri di Almenno San Salvatore. “E’ stata una brutta sorpresa di fine anno – ha dichiarato -. E’ del tutto probabile che ci abbiano tenuto d’occhio per sapere dove eravamo diretti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.