BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arrestati quattro corrieri, su un’auto hashish marchiato “Barcellona” fotogallery video

I carabinieri hanno arrestato nei pressi del traforo del Frejus quattro francesi di origine marocchina che importavano droga dalla Francia all'Italia: circa 180 chili di hashish diretti in Lombardia e in Bergamasca marchiati con il logo del "Futbol Club Barcelona", quasi sicuramente provenienti dalla Spagna. Uno dei malviventi ?? fuggito, dopo aver cercato di forzare due posti di blocco.

Più informazioni su

Dopo mesi di indagini a Bergamo e altri arresti già effettuati i carabinieri del nucleo investigativo di Bergamo, in tutto otto uomini in borghese, la notte di Natale hanno raggiunto la strada statale del Monginevro, collegata al traforo del Frejus, e hanno atteso con pazienza i loro obiettivi. Attorno a mezzanotte hanno quindi arrestato quattro francesi di origine marocchina, dopo attimi di concitazione in cui i malviventi hanno cercato di forzare due posti di blocco. Su un’auto i militari hanno trovato borse e sacchi di iuta contenenti in tutto 180 chilogrammi di hashish, suddivisi in panetti accuratamente confezionati e marchiati con un logo del tutto simile a quello del "Futbol Club Barcelona" (FCB): un valore sul mercato che può sfiorare i due milioni di euro.
I posti di blocco sono stati organizzati poco prima della mezzanotte del 24 sulla statale 24 del Monginevro, in territorio di Cesana Torinese, a circa sei chilometri dal traforo di frontiera. Un’Audi A4, guidata da uno dei cinque uomini, che poi si è dileguato a piedi, trasportava le borse con la droga. Altre due auto, con a bordo complessivamente quattro uomini (tutti arrestati), facevano da staffetta per controllare che non ci fossero pattuglie visibili in zona. Si trattava di una Citroen C5 e di un’Audi A3. Un primo posto di blocco, organizzato dai carabinieri della compagnia di Susa con auto istituzionale, non è andato giù ai malviventi. L’uomo sull’Audi A4 ha speronato con violenza un’Alfetta dell’Arma, praticamente distrutta (guarda la galleria fotografica). Con l’auto danneggiata il corriere è poi arrivato al secondo posto di blocco, in borghese, e ha danneggiato una Seat Ibiza in dotazione agli investigatori di Bergamo. Quindi ha fermato l’Audi in un campo ed è scappato a piedi, facendo perdere le sue tracce tra le montagne coperte di neve.
Le altre due auto sono state bloccate dai militari, arrestate le quattro persone a bordo: si tratta di francesi di origine marocchina tra i 28 e i 23 anni (nella galleria fotografica nomi ed età). Secondo gli investigatori il quantitativo di droga era arrivato in Francia provenendo comunque dalla Spagna. Sempre dalla Spagna erano stati individuati altri carichi sequestrati in altri giorni.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.