BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Reproscan, sconfitta sotto l’albero

I giallorossi perdono in casa 47-24 dopo un buon inizio: decisiva l'espulsione di Guariglia. Il presidente Lupo: "L'indisciplina ci è costata cara".

Più informazioni su

Sotto l’albero di Natale la Reproscan non trova quel regalo che tanto aspettava e, sul campo casalingo dello Sghirlanzoni di Bergamo, è costretta ad arrendersi di fronte al gioco più costante, e a volte virtuoso, del Settimo Torinese. Risultato finale 47 a 24 per i sabaudi, ancorché il conteggio severo non spiega completamente l’esito dell’incontro. Infatti i bergamaschi nella prima metà di gioco mettono in campo determinazione e buoni schemi tattici tanto da portare Francesco Fragalà a siglare la prima metà al decimo (trasformata da lui stesso) e raddoppiare al 38esimo con il diciannovenne Lucio Mariani, all’esordio in Serie C, mentre gli avversari rispondo con due mete trasformate. Al fischio dell’arbitro il cartellino indica il punteggio di 10 a12 in favore degli ospiti, segno dell’equilibrio della partita nel primo tempo. Ma è nella ripresa che il XV bergamasco non riesce a concretizzare e, anche a causa di un paio di ammonizioni (Emanuele Travaglione e Angelo Valota) e dell’espulsione di Massimo Guariglia, la Reproscan dovrà cedere agli attacchi portati dagli avversari, che incrementano il loro bottino fino al conteggio di 47 punti in loro favore. Prima dell’espulsione di Guariglia gli orobici vanno in meta due volte: al decimo della ripresa il bis di Lucio Mariani con trasformazione di Fragalà e, dieci minuti più tardi con l’evergreen Guido Nava.
Le considerazioni del dopo partita sono tutte del presidente Vincenzo Lupo: “Ad un certo punto dell’incontro ho pensato che avremmo potuto fare risultato contro una squadra sicuramente forte e, per certi versi ostica per le nostre possibilità” ha commentato il numero uno della Reproscan “ma l’indisciplina ci ha punito”. Come il presidente Lupo fa notare “anche ad alti livelli viene  sanzionato il cattivo comportamento in campo” e un episodio può pregiudicare il risultato finale di un incontro, come quello di oggi, che dalla parte della Rugby Bergamo 1950 è stato giocato ad armi pari per gran parte degli ottanta minuti.
Tuttavia, se da una parte le criticità emergono nel risultato finale, dall’altra è giusto rilevare alcuni punti positivi della partita odierna, fra cui la doppia meta siglata dall’esordiente Lucio Mariani che, a causa dell’affollamento dell’infermeria orobica, è stato chiamato dalla formazione Under 20: un battesimo importante e segno che il vivaio bergamasco produce i suoi frutti.
Dopo la pausa natalizia la Reproscan riprenderà il campionato di Serie C girone 1 Elite il 24 gennaio in casa dell’Iride Cologno. (cb)

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.