BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Freestyle perde all’ultimo secondo

Lo scontro al vertice con Aosta finisce 4-3 per gli ospiti. La rimonta bergamasca vanificata dall'arbitro che nel finale espelle Ghezzi, autore del pareggio, per eccesso di esultanza. La capolista sfrutta la superiorità numerica e mette a segno il gol partita.

Più informazioni su

Bene l’inizio partita per il Freestyle che con un buon possesso palla mette in difficoltà l’Aosta che non riesce ad avere il controllo del gioco. Al 5° minuto una punizione di Sorzi ma l’occasione è sprecata, nello stesso minuto Gacnik alla conclusione ma è corner, al 6° buona rotazione degli ospiti e Sorzi leva la palla dai piedi di Egea che solo stava battendo facilmente a rete. Sul capovolgimento di fronte è folletto Perego che in area appoggia sul secondo palo ma la palla esce di un nulla.
L’Aosta reagisce bene e all’8° è Sorzi a salvare in corner, al 9° una punizione molto dubbia da buona posizione è sprecata da De Lima che spara sulla barriera.
Al 12° si sloccca il risultato una punizione centrale dai 15 metri Lino Gomes tira una bomba che è deviata da un difensore e la palla si stampa sul palo interno e va in rete per il vantaggio ospite.
Il Freestyle accusa il colpo, ma al 14° è Faustinelli che in scivolata sgambetta Ghezzi in area e l’arbitro Samaritano di Trapani non vede nulla, il Freestyle di disunisce e al 15° su una conclusione di Magalhaes destinata fuori porta, opposizione di un difensore bergamasco che devia in rete beffando Bombelli è 0-2.
Il Freestyle cerca di accorciare ma le conclusioni degli avanti di Santini sono imprecise ed il Bergamo accumula solo corner a proprio favore che non sa sfruttare.
All’intervallo si va con gli ospiti in avanti di due reti a zero.
Nella seconda frazione il Freestyle abbandona ogni timore ed affronta a viso aperto l’Aosta capolista. Al 23° sfortunata traversa di Gacnik, al 24° la conclusione di Conte è salvata in corner, l’Aosta risponde con Magalhaes migliore dei suoi, con un palo al 25°, finalmente la fortuna sembra girare per il Freestyle che con Gacnik in mezzo all’area spara in rete e trovando la deviazione di De Lima che beffa Faustinelli accorcia le distanze è 1-2.
Un minuto dopo è ancora lo sloveno del Bergamo a mettere una palla d’oro sul secondo palo ma nessun compagno ne approfitta.
Al 38° sono bravi gli ospiti ad approfittare dell’unica sbavatura della difesa bergamasca e sugli sviluppi di un lancio lungo trovano al 28° il gol del 1-3.
Il Freestyle ha un’ottima reazione, l’Aosta cerca di controllare la partita per far scorrere il tempo, ma al 32° Sorzi dopo averci tentato più volte trova lo spazio giusto e dal limite dell’area trafigge l’incolpevole Faustinelli.
Sul 3-2 per gli ospiti e con 8 minuti da giocare la partita diventa spettacolare, il Freestyle accelera i ritmi e l’Aosta opera di ripartenza con un sapiente Lino Gomes in cabina di regia. Il risultato nonostante diverse conclusioni degli attaccanti bergamaschi non si sblocca, al 17° Santini inserisce Passi portiere di movimento e a 57 secondi dalla fine Sorzi dalla sinistra mette un sapiente pallone sul corridoio destro del campo dove Ghezzi come un falco si avventa e di destro al volo gonfia la rete per il meritato pareggio del 3-3.
Ghezzi corre verso la tribuna a braccia alte per festeggiare la rete ed il protagonismo dell’arbitro Samaritano di Trapani ha il suo culmine con il cartellino giallo per eccessiva esultanza di Ghezzi, già ammonito in precedenza Ghezzi deve lasciare il campo e l’Aosta ha 57 secondi di superiorità numerica. Il Palasport diventa una bolgia l’arbitro Sammaritano di Trapani e gli avversari sono subissati di fischi, purtroppo ad un secondo dalla fine sul secondo palo è appostato Magalhaes che appoggia in rete a 39.59 tripletta per lui e beffa per il Bergamo che esce dal campo sommerso dagli applausi del pubblico. 
Al termine della gara il commento del Presidente del Bergamo calcio a 5 Marco Calegari:
“ Qualsiasi cosa io dico è di parte. Quindi mi limito a esprimere solo un concetto oggettivo. Un’ora e mezza  prima della partita al momento di salutare gli arbitri al loro arrivo al Palazzetto e chiacchierando con loro l’Arbitro Sammaritano di Trapani mi diceva che per essere a Bergamo per la gara delle 16.00 era partito alle 3.30 del mattino da Trapani. Non è giusto che un arbitro faccia un viaggio di 12 ore per arbitrare. Mi chiedo con quale criterio a Roma all’Aia facciano le designazioni del calcio a 5, ma non riesco a darmi una risposta sensata, a fine gara ho stretto la mano all’arbitro ma gli ho detto che se ci sarà una prossima volta lo ospitiamo a Bergamo dalla sera prima".

BERGAMO: Bombelli, Pozzi, Passi, Marteddu, Pisante, Otelli, Gacnik, Sorzi, Conte S, Ghezzi, Perego, Corti. All. Santini
AOSTA: Faustinelli, Magalahes, Spanò, Guaramonti Paolo, Cuciti, Luzio, Egea, Guaramonti Alessio, De Lima, Pereira, Gomes da Silva All. Gomes da Silva
RETI: pt 12° Gomes (Ao), 15° Magalahes (Ao)
St 24° Gacnik (BG) 28° Magalahes (Ao) 32° Sorzi (BG) 40° Ghezzi (BG) 40° Magalahes (Ao) NOTE: Ammoniti Pisante, Pereira,  De Lima
Espulso Ghezzi per doppia ammonizione
Spettatori 350

 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.