BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sassaiola contro gli juventini Ultrà fermato prima della gara

L'assalto ad un pullmino di una decina di tifosi juventini ha provocato momenti di tensione fuori dallo stadio prima della partita. Due poliziotti sono rimasti contusi. E un bergamasco di 38 anni, tifoso nerazzurro, è finito in questura: potrebbe essere l'autore della sassaiola, accompagnata da una bomba carta. Tensione anche dopo la gara.

Più informazioni su

Una sassaiola e una bomba carta contro un pullmino con a bordo una decina di tifosi juventini. Secondo le prime informazioni sarebbe questo il motivo che provocato momenti di tensione fuori dallo stadio prima di Atalanta Juventus, attorno alle 13 del 21 dicembre. Due poliziotti sono poi rimasti contusi mentre cercavano di arginare la rabbia di un gruppo di ultras bianconeri. E un bergamasco di 30 anni, tifoso nerazzurro, è finito in questura: potrebbe essere l’autore dell’assalto al furgone della tifoseria avversaria.
I fatti. Attorno alle 13 la polizia stava scortando un primo folto gruppo di tifosi verso lo stadio. Si trattava di quattro pullman di grosse dimensioni e di un quinto mezzo di trasporto, un furgoncino con 10 tifosi. Poco prima dell’accesso al piazzale Goisis, all’incrocio tra via Ghirardelli e via del Lazzaretto, c’è stato un vero e proprio agguato: il furgoncino è stato preso di mira da un gruppo di atalantini, con sassi e una bomba carta. Il lunotto posteriore è andato in frantumi, ma nessuno è rimasto ferito. Dagli altri quattro pullman sono scesi velocemente, alcuni in cerca di una rivalsa, tutti i tifosi juventini. Almeno 400 persone. Ma non c’è stato un vero e proprio contatto tra le opposte tifoserie. La polizia ha fatto muro, separando il gruppo atalantino autore dell’attacco dagli juventini. Un tifoso nerazzurro è stato portato in questura.
E dopo la partita è riesplosa la tensione: i tifosi nerazzurri hanno cercato il contatto con i rivali sul piazzale antistante la Sud, ma poliziotti e carabinieri oono intervenuti in forze mettendosi in mezzo tra le due fazioni. E’ volato di tutto, poi l’intervento dell’elicottero dell’Arma ha disperso i facinorosi. Ma la situazione è rimasta tesa per quasi un’ora, fino a quando i pullman con gli juventini hanno lasciato lo stadio sotto scorta e sotto la vigilanza dell’elicottero, che ha sorvolato la zona fino alle 18.30.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.