BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cristiano Doni benemerito Tifosi in festa a Palafrizzoni fotogallery

C'era addirittura uno striscione con la scritta "Doni sindaco" ad omaggiare il capitano dell'Atalanta Cristiano Doni insignito stamattina, 20 dicembre, della benemerenza civica. Il numero 72 nerazzurro ha ricevuto il premio direttamente dalle mani del sindaco Roberto Bruni. Circa un centinaio di tifosi ha seguito la cerimonia dal cortile di Palafrizzoni scandendo cori e sventolando bandiere.

Più informazioni su

C’era addirittura uno striscione con la scritta "Doni sindaco" ad omaggiare il capitano dell’Atalanta Cristiano Doni insignito stamattina, 20 dicembre, della benemerenza civica. Il numero 72 nerazzurro ha ricevuto il premio direttamente dalle mani del sindaco Roberto Bruni, che non ha mancato di sottolineare con ironia il passaggio di testimone con il suo "successore". Anche se Doni tranquillizza il primo cittadino: "Le battute ci stanno, ma Bruni può dormire sonni tranquilli. Io penso ancora a giocare a calcio per un po’, il più a lungo possibile". Circa un centinaio di tifosi ha seguito la cerimonia dal cortile di Palafrizzoni scandendo cori e sventolando bandiere in onore del loro idolo.
Nonostante la medaglia consegnata al bomber dell’Atalanta abbia calamitato l’attenzione, non meno importanti sono i riconoscimenti consegnanti agli altri cittadini meritevoli. Il sindaco ha consegnato la medaglia d’oro a Ilario Testa, a Giuseppe Locatelli, alla memoria di Giuseppe Canavotto, a Giovanni Pandini e all’Associazione Bergamo Scienza.
mentre gli altri attestati di benemerenza sono stati assegnati all’Associazione Mici per Amici, al Corpo Infermiere volontarie CRI, all’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, ad Arbace Mazzoleni, all’Associazione volontari Sempre Insieme, a Vincenzo Barca, a Luigi Guidobono Cavalchini, alle Associazioni Musei civici (Associazione Amici del Museo Archeologico, Associazione Amici del Museo di Scienze Naturali e dell’Orto Botanico, Associazione Amici dell’Accademia Carrara, Club Gamec, Associazione Amici della Biblioteca Civica Angelo Mai, Associazione Amici del Museo Storico, Associazione Amici della Mia) e a Daniele Eynard.
Sono state inoltre assegnate 38 medaglie di ringraziamento a persone, enti e associazioni per i beni donati al Comune: Roberto Minelli, Magda Tomasoni Salemme, Emilia Goggi Bracco, Ugo Pelandi, Carla Gambara, Alessandro Pirastu, Carmen Cornali Scuri, Gianni Bondurri, Gian Luigi Donizetti, Roberto Mangosi, Camillo Bianchi, Clelia Calegari, Tribunale di Bergamo, Giuseppe Cattaneo, Bruno Bonati, Famiglia Marchi, Lodovico Sgobbi, Luisa Gatti Bergamelli, Epson Italia Spa, International Inner Wheel Bergamo, Massimiliano Barbattini, Snc di A. Rivolta & C., Cactus & Co sezione Lombardia, Banca del Tempo di Bergamo Centro, Ditta Practica Italia Srl, Maura Gavazzeni, Manuela Gavazzeni e società Humanitas, Dino e Giovanni Fumagalli, Aldo Milesi, Marco Spini e Annalisa Locati, Eugenio Guglielmi, Simone Paganoni, Collegio Notarile di Bergamo, Sergio Arnoldi, Vittorio Lorioli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Impegno Sociale

    Pol.sco. ha ragione da vendere quando si pensa che per semplici ragioni politiche (o meglio a causa dei soliti pregiudizi) un parlamentare che ha portato Bergamo a Roma per decenni viene escluso da ormai stantii antifascisti.
    Sono s’accordo anche con Corni: sicuramente Bruni ama vedere la sua foto con il campione Atalantino usandolo come specchio per le allodole visto che la giunta Bruni NON LO VOLEVA COME CANDIDATO

  2. Scritto da basico

    onore ai 100 presenti..tutto il resto è fuffa!
    tutto il restooooo è noiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
    lasciate fuori il calcio dalla politica! please!che è l unico luogo di aggregazione dove non si guarda la politica o lo stato sociale delle persone..ne rossi ne verdi ne neri..solo ultras veri!

  3. Scritto da cuìn

    però continua a sfuggirmi il bene che ha fatto a bergamo il tremaglia. i bergamaschi davano la maggioranza assoluta alla dc. il msi contava niente.

  4. Scritto da Arcangelo

    Per Cuìn: sono andato a vedere l’elenco dei benemeriti. Sfido chiunque a ricordare chi sono e cosa hanno fatto i seguenti compagni del Pci, Pds, Ds, Psi, Psdi, Rif. premiati negli ultimi anni: Enrico Radici, Luigi Marchi, Nicola Angelo, Carlo Leidi, Vittorio Naldini, Giovanni Milani, Vincenzo Bombardieri, Roberto Minardi, Mario Santini. C’è poi anche Filippo Maria Pandolfi, ma lui più che danni non ha fatto.

  5. Scritto da bruno bonalumi

    Siamo scesi tanto in basso da premiare un pallonaro mercenario e milionario! Oh tempora,Oh mores!!!

  6. Scritto da Paolo Comi

    Che tristezza vedere un premio consegnato ad uno “sportivo” per ragioni politiche per raccogliere qualche voto in Bergamo in più.

  7. Scritto da Atalantino

    Come siamo caduti in basso? Certo quando i politici, soprattutto di sinistra, si sono premiati decine di loro compagni di partito, anche sconosciuti o che comunque non avevano fatto niente per la città, andava bene? scusate, ma il nome di bergamo lo valorizza e lo “esporta” di più doni o la sconosciuta associazione mici per amici? l’atalanta è un simbolo a bg, cercatelo di capirlo anche voi gente da salotto

  8. Scritto da Pol.sco.

    Che tristezza vedere che si danno premi a cani e…gatti e non a chi ha fatto il bene di Bergamo degli ultimi decenni nella su qualità di parlamentare di Bergamo solo perchè non fa parte della stessa combriccola di chi ha oggi il potere

  9. Scritto da Tuditanus

    Se si voleva svalutare il valore delle benemerenze civiche assegnate dal comune di Bergamo, ci si è riusciti in pieno.
    Credo che se l’anno prossimo se ne daranno un decimo sarà una buona cosa.

  10. Scritto da basico

    ma perchè oggi non siete andati a contestare la benemerenza a Doni?tutti bravi dietro una tastiera…leoni da tastiera..che tristezza!

  11. Scritto da Antipolsco

    Polsco prima strillava “vergogna” quando sembrava che la giunta Bruni non volesse premiare Doni, poi scrive che è una “tristezza” vedere che si danno premi a cani e gatti…
    Polsco si lamenta del mancato riconoscimento a Tremaglia, ma se la Giunta Bruni lo avesse premiato avrebbe detto che è una vergogna…
    la vera vergogna sono i politicanti opportunisti come Polsco! Ricordo che Doni è stato proposto dalla Lega: bene ha fatto la Giunta Bruni a dare spazio anche alle proposte della minoranza

  12. Scritto da un trevigliese

    che tristezza alcuni commenti di chi, con un pò di latinorum, pensa di sapere tutto lui… Sul mercenario potrebbe spiegarsi meglio signor Bonalumi? Sul milionario, andiamo a vedere quandi dei premiati oggi e negli anni scorsi sono in ristrettezze economiche? Quanto al pallonaro, è uno che ha saputo emergere nel suo settore. Settore che, le piaccia o no, ha centinaia di milioni di appassionati in giro per il mondo…
    Che tristezza tante inutili polemiche

  13. Scritto da ilaria

    Dai, cià, un bel luogo comune: hanno premiato un miliardario in mutande che prende a calci un pallone! Scandalo! Ma va là

  14. Scritto da Farfarello

    Più che altro la cosa triste non è che abbiano premiato Doni, ma che ci fosse un centinaio di tifosi a festeggiare la benemerenza…Ma come si fa? Ma dove ha la testa la gente? In questo periodo ci sono migliaia di operai in cassa integrazione e qualcuno non ha niente di meglio da fare che andare a festeggiare un calciatore che ritira un premio? Io non so proprio dove abbiano il cervello alcuni…Che tristezza

  15. Scritto da pippo1907

    vorrei essere povero come il signor Testa oppure come il signor Pandini