BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Strade, tre vittime. A Pioltello muore dirigente d’azienda

Un venerdì nero sulle strade, con tre vittime. Massimo Fabrucci, 51 anni, di Treviglio, in passato manager alla Citroen e tuttora libero professionista nel campo dell'auto, è deceduto dopo un malore in auto a Pioltello (Milano). Alle tre di notte schianto frontale a Verdello, dove è morto Alessio Golinelli, 45 anni, di Palazzolo sull'Oglio. E nella tarda serata di ieri è morto in ospedale un 51enne di Albino, tre giorni dopo l'incidente.

Più informazioni su

Un venerdì nero sulle strade, con tre vittime. Attorno alle 3 della notte tra il 18 e il 19 dicembre Massimo Fabrucci, ex dirigente d’azienda e libero professionista di Treviglio, 51 anni, è morto sulla strada Rivoltana in territorio di Pioltello (Milano). A quell’ora Massimo Fabrucci – fratello di Roberto, volto noto dell’informazione e della politica trevigliese – stava rientrando a Treviglio dopo una cena con molti colleghi, per i saluti prima delle Feste natalizie. All’altezza del parco di Villa Invernizzi è stato colto da un malore improvviso, mentre era alla guida della sua Jeep Cherokee. L’auto ha sbandato più volte, finendo prima in un campo, poi è finita contro le colonne in cemento di un cancello della Villa. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri di Pioltello, oltre al 118. Per Massimo Fabrucci non c’è stato nulla da fare. Il manager trevigliese in passato aveva ricoperto importanti in carichi alla Citroen. Attualmente, da libero professionista, era consulente di un’azienda specializzata nella compravendita di veicoli da e per l’estero.
Pochi minuti dopo l’incidente a Pioltello, alle 3,15 circa, uno schianto mortale si è verificato a Verdello. Alessio Golinelli, 45enne di Palazzolo sull’Oglio, è morto in un incidente sulla strada provinciale Francesca, al confine con Pognano. La vittima guidava una Nissan Micra, coinvolta in un incidente frontale con una Volkswagen Polo, guidata da un residente della zona. Secondo una prima ricostruzione della polizia stradale del distaccamento di Treviglio la Polo avrebbe invaso la corsia opposta al suo senso di marcia, travolgendo con violenza la Micra del bresciano. Sul posto anche il 118 ma per il 45enne non c’è stato nulla da fare.
Nella tarda serata del 18 dicembre, invece, è deceduto agli Ospedali Riuniti Mario Belotti, 57 anni, di Albino, uscito di strada sulla provinciale della Valle del Lujo all’alba del 16 dicembre. Erano circa le 6 quando l’uomo aveva perso il controllo della sua Fiat Punto, con ogni probabilità a causa di un malore, ed era andato a schiantarsi fuori strada. Le sue condizioni erano sembrate subito disperate. La salma è composta nella camera mortuaria dei Riuniti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.