BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pinto: “Colpiremo la Juve ai fianchi”

Il brasiliano trova il punto debole dei bianconeri: "Loro sono in grande forma, ma in difesa concederanno qualcosa: i due terzini attaccano spesso e possono lasciare spazi da sfruttare a dovere. Noi giocheremo come sempre in casa, cio?? da Atalanta. Ma attenzione a Amauri, pu?? lasciare il segno".

Più informazioni su

Per l’Atalanta schiacciasassi in versione casalinga è forse la partita più importante dell’anno. Ed è anche quella che chiude un 2008 tutto sommato denso di soddisfazioni. La diciottesima giornata di campionato mette a confronto la squadra di Del Neri con la Juventus di Amauri e Del Piero. Una corazzata quasi inaffondabile, almeno negli ultimi tempi: sta di fatto che gli uomini di Ranieri davanti a sé hanno solo l’imbattibile Inter di Mourinho.
Ma in casa nerazzurra le ansie lasciano posto alla speranza di centrare il colpaccio: “Una gara senza dubbio difficile – esordisce Adriano Ferreira Pinto -, ma noi giochiamo a casa nostra e vogliamo giocare da Atalanta, cioè alla grande. Dare il massimo per provare a vincere è un nostro dovere: verso noi stessi e verso i nostri tifosi”.
I bianconeri, dopo avere strapazzato il Milan a domicilio, non sono probabilmente la squadra più adatta per celebrare le feste col botto, ma l’esterno brasiliano cerca di alimentare la fiducia di un ambiente già carico: “La Juve che arriva a Bergamo si trova in un grande periodo di forma – spiega -. Nell’ultimo confronto diretto (quindicesima di ritorno, il 20 aprile scorso, ndr) non sembravano così forti, eppure alla fine ce ne hanno dati quattro… Se proprio devo trovare un punto debole, credo che in difesa concederanno qualcosina: hanno due terzini che spingono molto in avanti, specialmente Molinaro che gioca sulla mia fascia, e attaccando gli spazi sulle corsie esterne possiamo metterli in difficoltà. E dovremo tenere d’occhio Amauri, è un giocatore che sa essere decisivo”.
Per una provinciale di lusso come l’Atalanta, che fra le mura amiche ha raccolto un bottino di tutto rispetto (ben 19 punti su 24), trovare motivazioni per il big match di domenica non è certo un’impresa difficile: “L’importante è scendere in campo e mettercela tutta – osserva Pinto -. Finora abbiamo disputato una stagione da 7 pieno. I tifosi in giro ci chiedono sempre di battere la Juve: da noi si aspettano solo un risultato. Proveremo a far loro questo regalo. Ma non promettiamo nulla per il futuro, limitiamoci a chiudere bene l’anno: l’obiettivo è sempre lo stesso, raggiungere il prima possibile i punti necessari a garantirci la salvezza. Il resto verrà da sé”. E infiocchettare sotto l’albero una bella vittoria contro la zebra nemica sarebbe già un buon inizio.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rivo

    troppe banfate… la Juve vi farà 4 gol. Umiltà!

  2. Scritto da basico

    zitti i gobbi!!!