BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Condomini truffati, le vittime raccontano

La notizia della presunta truffa arriva sul web e si moltiplicano le segnalazioni di molti residenti della Bassa Bergamasca su gravi debiti condominiali dei quali si ?? venuti a conoscenza solo nell???ultimo mese. Bollette non pagate almeno da sei mesi, fornitori che protestano e si rifiutano di erogare altri servizi. E l???amministratore di condominio che, di colpo, scompare nel nulla.

Più informazioni su

La notizia della presunta truffa arriva sul web e si moltiplicano le segnalazioni di molti residenti della Bassa Bergamasca su gravi debiti condominiali dei quali si è venuti a conoscenza solo nell’ultimo mese. Bollette non pagate almeno da sei mesi, fornitori che protestano e si rifiutano di erogare altri servizi. E l’amministratore di condominio che, di colpo, scompare nel nulla. Per molti casi di questo tipo la Procura della Repubblica e la Guardia di Finanza hanno puntato gli occhi su Luigi Montrone, ragioniere romanese amministratore di decine di condomini.
Non c’è ancora una verità processuale, ma ci sono fatti segnalati anche a Bergamonews da molti lettori. E’ il caso di una donna residente in un condominio di via Aldo Moro, Bariano, dove vivono 12 famiglie: “Circa tre anni fa avevamo fatto ritinteggiare la facciata del condominio. C’erano stati dei problemi con l’azienda e c’era stata una causa. Per questo si era ritenuto opportuno aprire un conto corrente unico gestito dall’amministratore di condominio, il ragioniere di Romano. Su quel conto abbiamo poi continuato a versare i soldi dovuti per vari servizi: acqua, luce, gas e altro per la manutenzione del condominio. Un mese fa abbiamo scoperto che sono scomparsi 21 mila euro e che negli ultimi sei mesi non è stata pagata nessuna bolletta. La Guardia di Finanza ha sequestrato molti documenti. Aspettiamo di capire come andrà la vicenda giudiziaria”.
Situazione simile, anche se più fortunata sotto l’aspetto economico, in un altro palazzo di via Aldo Moro, sempre a Bariano, con 12 nuclei familiari:“Il ragionier Montrone era amministratore di questo condominio da almeno 6 anni. Nel nostro caso non ci sono stati problemi nel 2005. A quanto pare tutto è iniziato dalla fine del 2007, ma la cosa più grave è che abbiamo scoperto la situazione un mese fa, a novembre. E’ accaduto che il titolare di un’azienda di pulitura delle fosse biologiche, che aveva eseguito un lavoro a luglio, ci ha chiamato chiedendo di saldare un debito arretrato. Siamo tutti caduti dalle nuvole, perché pensavamo che il ragioniere avesse pagato tutto. L’anno scorso, infatti, ci aveva fatto chiudere un conto corrente condominiale, spiegandoci che costava troppo, e ci aveva invitato a versare il dovuto su un suo conto corrente, dal quale avrebbe pagato tutte le spese.Ci siamo fidati. Siamo quindi caduti dalle nuvole quando l’azienda di spurghi ci ha detto che avevamo un arretrato. Pochi giorni dopo è anche arrivata una segnalazione della Cogeide, società che fornisce l’acqua. Abbiamo scoperto che negli ultimi sei mesi il condominio non aveva pagato nulla e abbiamo accumulato debiti per quasi 7 mila euro. E da quel che sento in paese pare che la nostra sia ancora una situazione “fortunata”. Da novembre il nostro amministratore di condominio è irreperibile. Ci stiamo muovendo per trovarne un altro”.
In almeno quattro condomini, due a Romano e due a Martinengo, la società che fornisce energia è anche arrivata a tagliare la luce negli “spazi comuni”, dato che negli ultimi sei mesi non aveva più ricevuto versamenti.“Le segnalazioni di casi simili relativi a condomini amministrati da una sola persona sono ormai decine – spiega Pietro Roberti, presidente dell’Apu, associazione proprietari e utenti –. E’ vero che le società di fornitura sono tenute ad avere solo come riferimento l’amministratore di condominio. Il nostro invito alle stesse società è di contattare i condòmini prima di procedere a tagli. E’ una questione di buon senso”.

I fatti: Bergamonews.it ha dato ieri la notizia della nuova indagine aperta dalla Procura della Repubblica sulle attività del ragionier Luigi Montrone, amministratore di decine di condomini nella Bassa accusato di truffa: negli ultimi due anni l’uomo avrebbe fatto sparire i soldi che i condòmini-clienti gli versavano per pagare le spese di molti servizi necessari: luce, acqua, cura dei giardini, spurghi. Questa è l’accusa. Una verità processuale non c’è ancora. Il 1° dicembre, però, è iniziato a Treviglio un processo allo stesso Montrone per truffe aggravate molto simili a quelle su cui si indaga adesso, riguardanti fatti accaduti fino al 2005, come ha riferito in almeno due servizi il settimanale Giornale di Treviglio. 117 i condòmini citati per il procedimento penale aperto a Treviglio. Ma tra il primo filone di indagini e il secondo, si arriverebbe ad oltre 200 palazzi che hanno subito la truffa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.