BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bruni chiude con la Tangenziale est

Il Consiglio comunale dà il libera alla transazione per chiudere la vertenza con l'impresa Cavalleri. La solidarietà del sindaco e della Giunta al segretario comunale criticato dalla Lega in quanto coordinatore di un corso per amministratori promosso dal Pd di Verdello

Più informazioni su

Il sipario non cala del tutto sulla strada della discordia, la Tangenziale est, perché il progetto è ora del Comune di Bergamo e in un futuro qualcuno potrà anche utilizzarlo. Ma di certo per l’amministrazione targata Roberto Bruni la vicenda si è conclusa. Il Consiglio comunale ha infatti dato il via libera (con 11 voti contrari e 20 a favore) alla transazione (un milione e 100 mila euro) che va a chiudere il contenzioso apertosi con l’impresa Cavalleri dopo la decisione dell’esecutivo di centrosinistra di non procedere alla realizzazione della tangenziale. Una scelta, quella del no alla strada, che il sindaco aveva annunciato a chiare lettere già in campagna elettorale facendone anzi un cavallo di battaglia: "Anche su questo punto gli elettori hanno dato a noi il consenso", ha ribadito in aula.
Ma una scelta che anche in quest’ultima seduta ha scatenato le proteste della minoranza, in particolare della Lega: "Un milione di euro in carta straccia" ha dichiarato Guglielmo Redondi. L’opposizione ha presentato 42 emendamenti, nella stragrande maggioranza non accolti e poi ritirati del tutto non senza un acceso botta e risposta tra il presidente del Consiglio Marco Brembilla e il lumbard Daniele Belotti. Quest’ultimo ha colto l’occasione della bocciatura degli emendamenti per criticare duramente il segretario comunale e direttore generale Angelo Brolis: "Non può esesre imparziale un segretario che coordina corsi per amministratori organizzati dal Partito democratico". 
Su questo tema il sindaco aveva poco prima, a margine della seduta consiliare, convocato i giornalisti per ribadire la solidarietà e la fiducia sua e della Giunta al segretario Brolis: "Ho appreso in edicola di un’interpellanza leghista, a cui avrei risposto in aula, ma che non è mai arrivata in Comune, interpellanza contenente un inqualificabile attacco politico al nostro segretario. Ritengo che la scelta di prestarsi per un corso del Pd di Verdello sia personale e legittima. L’imparzialità è richiesta e dovuta sul posto di lavoro, fuori di qui è una persona libera e non mi risulta che ai segretari siano stati tolti i diritti civili". Il sindaco ha anche annunciato che Angelo Brolis si riserva di adire a vie legali contro gli attacchi alla sua persona.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pol.sco.

    La prova che la tangenziale Est era (ed è) obiettivamente necessaria l’ha data proprio Bruni quando, contraddicendo il programma elettorale, ha tentato di farla, con lievi modifiche
    Poi ha dovuto fare l’ennesima marcia indietro perchè quegli sciagurati di comunisti e verdi han minacciato la crisi
    E così Bruni ha scelto di sacrificare un’opera da lui ritenuta necessaria alla città per salvare la poltrona
    Basterebbe questo per cambiare voto alle prossime amministrative

  2. Scritto da bocagliù

    fornoni o qualcuno del consiglio l’avrebbe detto… forse grossi?scusa ma non ricordo con precisione.
    la notizia comunque è stata scritta anche sulla stampa e detta a bg tv se non ricordo male.

  3. Scritto da Ratataplan

    SI vede che non girava molto a piedi con la giunta Veneziani (e dubito che ci giri anche adesso), se c’è qualche cosa che universalmente è riconosciuto all’attuale amministrazione e di essersi dedicata proprio alla manutenzione della città dopo anni di assoluto degrado, ma certo se uno vuol far polemica ad ogni costo,,,,, si rende solo ridicolo.

  4. Scritto da Bocagliù

    SMETTIAMOLA DI RACCONTARE SCIOCCHEZZE! La tangenziale est era un’opera che doveva essere costruita in modo parallelo alla FIERA di via Lunga a Boccaleone. Chiedete in comune se non è vero. Io abito qui e la situazione,senza tangenziale o sottopasso che Bruni aveva promesso è diventat ASSURDA. 4 morti negli ultimi 2 anni, da quando hanno chiuso via per ORIO è stata la fine. 3 Km di coda quando scende il passaggio a livello.e lei macario mi dice che la tangenziale non serviva!

  5. Scritto da Bocagliù

    17 milioni di euro a fondo perduto dalla regione lombardia persi,2mln dalla camera di commercio, risarcimenti alla ditta CAVALLERi…il tutto per non costruire una strada fondamentale per la mobilità. Questo perchè la giunta IMMOBILISTA BRUNI ,bloccata dalle sinistre hanno pensato alla mobilità alternativa,basta strade. Guardate i risultati, vi invito a casa mia in Boccaleone la sera…..gran bravi a chiudere via per orio perchè abita il capo della polizia di Bergamo!!

  6. Scritto da iva

    Non pare sia perso nulla, Formigoni potrebbe utilizzare i soldi per acquistare nuovi treni e potenziare il tram.
    B, non le sembra di esser troppo boccaleonecentrico?

  7. Scritto da Ratataplan

    Che si sia persa una grossa occasione è proprio un suo parere personale, secondo i più non è così visto che Bruni aveva nel suo programma elettorale di NON fare la tangenziale Est. Se i cittadibi volevano altro votavano Veneziani. La questione è stata risolta dal popolo 5 anni fa, con buona pace delle sue oppinioni, evidentemente minoritarie.

  8. Scritto da Bocagliù

    Sarà anche un’opinione minoritaria la mia, ma fatto sta che il vincolo SCRITTO NERO SU BIANCO nei documenti è che la fiera di via Lunga doveva essere realizzata contestualmente alla tangenziale o al sottopasso della ferrovia (chiamatelo come volete)! Questo lo ha detto Fornoni, non io.Secondo me è un discorso da approfondire.E’ per questo che sono inca..ato nero.

  9. Scritto da Morlacchi

    Fornoni? Quando l’avrebbe detto?

  10. Scritto da Pol.sco.

    Il Signore si scrive con la esse maiuscola!
    E ha creato il mondo in sei giorni, non sette
    E visto che oggi è proprio domenica, vada a confessarsi

  11. Scritto da Paolo Comi

    Ben scritto Pol.Sco.Gli assessori di questa giunte continuano a parlare di inquinamento del privato dimenticando i vari mezzi della N.U. e dell’ATB che sono obsoleti ed altamente nocivi.Ribadisco verificate quanto inquina un aereo ad Orio!La manutenzione poi delle strade è addirittura ridicola.I tombini sono per la maggior parte intasati e non scaricano per cui oltre ad un pericolo per l’utente si assomma anche la probabilità di essere”lavato” da un mezzo.Cammino molto e ne so qualcosa al riguardo

  12. Scritto da il gipeto

    Pensare che Bruni ci aveva spiegato che la revoca del contratto era avvenuta per ragioni tecniche: inadempienze dell’impresa contestate dal dirigente ! Poi gli avvocati dalla transazione facile ! l’idea che al cambiare delle amministrazioni si mettano in discussione le scelte delle amministrazioni precedenti facendole pagare ai cittadini va contro i sani principi della continuità amministrativa ! speriamo che almeno la corte dei conti ci metta una pezza !

  13. Scritto da il gipeto

    Ma questo povero e bistrattato Segretario del Comune che è anche direttore generale, ci volete far sapere quanto ci costa visto che ha del tempo libero per fare anche altro ?

  14. Scritto da Tuditanus

    A sentire certuni una superstrada è come la bacchetta magica.
    Risolve tutti i problemi di trasporto.
    Potenziare le ferrovie sarebbe invece una perdita di tempo?
    E’ vero. E’ un problema di mentalità e di cultura.
    Il SUV non fa parte della dichiarazione dei diritti dell’uomo.

  15. Scritto da Tuditanus

    Sapete qual’è la differenza tra Mussolini e Formigoni?
    Il primo ha fatto arrivare i treni in orario, il secondo no.

  16. Scritto da Francesco Macario

    Due sole considerazioni.
    1) E’ vero il problema a Bergamo è entrare in città, cioè le radiali sono intasate. In città negli ultimi 15 anni la situazione è migliorata nel primo Hinterland peggiorata, Colpa forse di un certo localismo di maniera che fa sentire ogni sindaco di ogni comunello (a partire da Seriate) un piccolo imperatore? Mi sembra evidente la risposta.

  17. Scritto da Francesco Macario

    2) Per quanto riguarda i cugini bresciani, non è che sono più bravi a fare strade, sanno fare rete, compiere scelte territoriali condivise. Il contrario di ciò , che appunto dicevo, avviene a Bergamo. Ovviamente dove che coloro che con la loro cultura politica sono i primi responsabili della situazione esistente sono anche coloro che più starnazano demagogicamente per ricavarne voti, ma ciò stà nell’andazzo delle cose politiche bergamasche.

  18. Scritto da Francesco Macario

    In ogni caso la situazione non appare più affrontabile con i pannicelli caldi di qualche penetrante in più (vedi PTCP) o di qualche tangenziale miracolosa.
    Urge un cambio di marcia e soprattutto culturale: dai mezzi privati a quelli pubblici, dalla gomma al ferro, parcheggi periferici e zone pedonali in centro.
    Ma invece continuamo a polemizzare, insiulsamente, sul nulla di una tangenziale palesemente demagogica e inutile!

    PS: intanto io per buona misura continua a prendere il bus.

  19. Scritto da M.P.

    Egregio assessore, io i mezzi pubblici li uso rarissimamente, ma solo per questioni di lavoro, sapesse quanto godo quando posso fare a meno dell’auto. In ogni caso noto che ha una risposta a tutto e naturalmente ogni responsabilità è da adossare ad una certa cultura, che, non mi risulta sia stata contrastata con efficacia nemmeno dalla sua amministrazione; quindi anche lei come altri sta facendo pura demagogia di fine mandato.

  20. Scritto da M.P.

    P.S.: a proposito di inquinamento, come sono messe le caldaie di proprietà comunale? Ovvero sono sottoposte a manutenzione periodica?

  21. Scritto da Francesco Macario

    Guardi che se mi accusa di non aver contrastato la cultura del localismo leghista ha come noto sbagliato indirizzo.
    L’amministrazione Bruni ha cercato di avviare il tavolo sulla grande Bergamo ricevendo in cambio l’ostracisno di molte amministrazioni leghiste e di centro-destra, quindi,,,,…nessuna demagogia, i fatti parlano.

  22. Scritto da Paolo Comi

    Gentmo Sig F.Macario purtroppo Bergamo è invivibile come mobilità.Ho preso l’esempio di Brescia come città ma va considerata anche come provincia.Forse in giunta nn hanno dei personaggi che al primo giorno di potere(mercoledinero)hanno bloccato l’intera città con la scusa dell’ecologia.Le ZTL sono logiche e nn arbitrarie.Si chiude il centro ma non le strade verso i centri commerciali,perché?Il bergamasco si fa 25min di coda per andare all’Oriocenter ma sbuffa se fa 5min di coda in città,perchè?

  23. Scritto da Francesco Macario

    E a proposito di contenimento dell’inquinamento oltre alle ovvie manutenzioni periodiche previste per legge (che competono però all’assessore ai lavori pubblici), proprio il mio assessorato ha introdotto a Bergamo, primo capoluogo in Lombardia, l’obbligatorietà a forme di risparmio energetico col nuovo regolamento edilizio, caldaie comprese,
    Norme che devono essere rispettate da privati e enti , comune compreso.
    Prima di scrivere almeno si sforzi di informarsi, non so legga qualche giornale!

  24. Scritto da M.P.

    Egregio assessore quanto dichiara non corrisponde assolutamente al vero! Lei mente sapendo di mentire, perchè il sottoscritto sa bene quanto scrive e non ha certo bisogno di leggere i giornali per sapere che proprio il comune di Bergamo NON E’ VIRTUOSO COME LEI VUOL FAR CREDERE. I bollini blu’ ai cittadini, le istituzioni invece libere di inquinare, per poi chiudere la città come scrive Paolo Comi. Avete fallito anche sotto questo profilo, questa è la verità

  25. Scritto da Francesco Macario

    Caro Mp anche il signore ha fatto il mondo in sette giorni……. non so se quello che lei afferma sia vero (Non dipende da me), ma sono certo che si sta facendo tutto il possibile. Già aver inizaito a collegare gli edifici pubblici al teleriscaldamento, mi sembra un buon inizio, dopo cinque anni pregressi di nulla.della pregressa amministrazione…..

  26. Scritto da Paolo Comi

    Riguardo alla perdita dei milioni di euro persi per la realizzazione della Tangenziale Est di Bg, ne sono dispiaciuto per tutti quegli automobilisti che quotidianamente si devono accollare code e stress.Volete un consiglio?Andate a vivere a Brescia.Sia la nuova che la vecchia giunta hanno costruito e stanno ampliando tutte le tangenziali ed i servizi(parking,etc.Primi nel telerisc,primi nell’inceneritore,primi nelturismo.Cari amministr.bergamaschi non andate lontano per imparare andate a Brescia

  27. Scritto da Pol.sco.

    Ci hanno tirati matti con sta tangenziale Est nel centrosinistra. Prima no secco, al tempo della propaganda elettorale. Poi forse
    Poi sì, con un progetto modificato. Poi di nuovo no, ma forse non perdiamo i finanziamenti. Poi si son persi i finanziamenti. E intanto Bergamo è superingolfata dal traffico, molto di più di inizio mandato
    Per Brolis: esiste anche un’esigenza di opportunità… Meglio evitare certe partecipazioni ad iniziative partitiche…Ci avrebbe guadagnato

  28. Scritto da Ratataplan

    Inutile era e inutile rimane.
    Più treni e metro (locali e che funzionano) e meno strade, , bravo Bruni.

  29. Scritto da ureidacan

    Mi risulta che Brolis, la domenica pomeriggio vada a giocare a tennis nel campo dell’oratorio, noto covo di iscritti al Pd . Facciamo un’altra interpellanza?
    Perchè firmarsi pol.sco (politicamente scorretto) e non pol.co (politicamente corretto), dal momento che prima ha semprre correttamente pigiato il bottone del sì su tutto ed ora correttamente è contro tutto quello che produce questa amministrazione?

  30. Scritto da silvi

    Prova tu Bruni a fartela tutti i giorni la strada per andare a lavorare invece di stare seduto in poltrona. Forse impari a bestemmiare .
    L’Italia sta in piedi sugli artigiani che vanno tutti i giorni a raggiungere e più volte al giorno il posto di lavoro su strade intasate e non a raggiungere a piedi l’ufficio in Comune con i giornali sotto il braccio.Hai capitooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

  31. Scritto da lavoratore

    A sentire gente come Bruni, bisogna prendere i mezzi pubblici.
    Caro Sindaco, provi a partire anche solo dalle medie valli e si sposti coi mezzi pubblici. Auguri!!!!!

  32. Scritto da Pol.sco.

    Sono stato il consigliere di centrosinistra che più si è differenziato dal resto del parco buoi. Per il resto vigeva la regola che anche se non si era d’accordo, si doveva votare quello che la maggioranza voleva
    Spesso sono uscito dall’aula per non sottopormi a questo diktat da politburo; altre volte mi sono astenuto; molte volte ho votato no
    E sono anche intervenuto ogni volta che volevo in particolare sottolineare il mio no

  33. Scritto da Pol.sco.

    Sono stato spesso ripreso perchè esternavo sulla stampa i miei distinguo, tanto da meritarmi l’appellativo di bastian contrario
    Mi è stato vietato di continuare a scrivere settimanalmente sulla Voce di Zapperi le mie satire contro il parco buoi (mi è testimone il direttore)
    Ad un certo punto non ce l’ho fatta più e mi sono dimesso

  34. Scritto da iva

    Il tema è un altro Pol.sco. che la pubblicità a Pol.sco. Invernizzi.

  35. Scritto da Francesco Macario

    5 dice “Caro Sindaco, provi a partire anche solo dalle medie valli e si sposti coi mezzi pubblici. Auguri!!!!!”
    Bene io, come assessore, ci vengo tuttti i giorni in comune dalla val Cavallina con i mezzi pubblici e non sono ancora morto, se si vuole è possibile, ma forse è più comodo arrivare sino alla scrivania dell’ufficio o al posto di lavoro con la macchiana……

    Ps: facevo lo stesso da libero professionista e senza danni per la mia attività:

  36. Scritto da M.P.

    Egregio signor Francesco Macario, la invito a fare un altro esercizio; si metta in spalla una bella borsa degli attrezzi, tipo quella che usano molti artigiani e i loro dipendenti, magari con l’aggiunta di qualche altro chilo di materiali vari e poi viaggi in lungo e in largo sui mezzi pubblici almeno per un giorno, dopo di che mi faccia sapere.

  37. Scritto da Francesco Macario

    Per MP se chi non ne avesse assoluta necessità, come nel mio caso, facesse come me probabilmente i suoi artigiani potrebbero spostarsi un po più agevolmente. E’ proprio l’idea di usare la macchina in ogni occasione e in ogni luogo tipica dell’attuale cultura dominante e conformista il vero problema. Sbagliano coloro che la assecondano pensando che la soluzione sia quella di fare qualche nuova strada in più.
    PS Lei quante volte in un anno prende un mezzo pubblico?

  38. Scritto da Paolo Comi

    Il Sig.Macario molto probabilmente non deve rispettare orari,portare pacchetti più o meno voluminosi perchè è così contento di usare i mezzi pubblici bergamaschi.Per girare Bergamo si può andare a piedi ma se si devono fare delle commissioni è un pochino più ostica la cosa.Quando vado a Milano lascio l’auto a Cascina Gobba ed in 20min sono al Duomo.A Bergamo devo aspettare il mezzo 20min se viene da Stezzano(6).La GRANDE BERGAMO!!Io giro in moto ed a piedi ma nn critico chi usa l’auto.