BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trecento milioni per 32 mila aziende agricole, arriva il Premio Unico

Già oggi sono stati autorizzati pagamenti relativi ai primi flussi per un totale di circa 263 milioni di euro e nei prossimi giorni verranno sbloccati altri 35 milioni

Più informazioni su

«Oltre 32.000 aziende agricole lombarde riceveranno nei prossimi giorni il pagamento del Premio Unico 2008 della PAC (Politica Agricola Comune), con ben 300milioni di euro. Regione Lombardia metterà a disposizione di tasca propria esenza attendere le risorse provenienti da Agea circa l’80% di questa cifra. Si tratta di un’azione di fondamentale importanza per il nostro comparto rurale, attuabile grazie ad un’oculata programmazione e ad una razionale gestione delle risorse che ci permette di sostenere concretamente le imprese lombarde in questa delicata fase congiunturale». Luca Daniel Ferrazzi, Assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, annuncia così l’importante traguardo raggiunto in sinergia con l’Organismo Pagatore Regionale. Già oggi sono stati autorizzati pagamenti relativi ai primi flussi, per un totale di circa 263 milioni di euro e nei prossimi giorni verranno sbloccati finanziamenti per altri di 35 milioni.

«L’azione posta in atto in questi giorni – sottolinea Ferrazzi- dimostra quanto sia alto l’interesse dell’amministrazione regionale nei confronti del proprio sistema produttivo e, allo stesso tempo, di quanto l’efficienza nella gestione delle risorse possa tradursi in trasferimenti puntuali ed efficaci. È grazie a questa efficienza che la Regione può anticipare con proprie forze queste risorse fondamentali per le nostre imprese. Entro i primi mesi del 2009 contiamo di liquidare i rimanenti 200 milioni di euro per arrivare così alla cifra complessiva dei 500 milioni previsti in Lombardia. Resteranno infine da liquidare le imprese beneficiarie sulle quali sono ancora in corso verifiche e controlli di vario genere».

«La nostra agricoltura – conclude Luca Daniel Ferrazzi – genera numeri da primato e sa produrre qualità, contribuendo in modo determinante alla ricchezza generata dal settore primario in Italia. È in virtù di questa importanza che le istituzioni devono poter essere in grado, quando se ne presenta la possibilità, di garantire un agile e corretto riparto delle risorse comunitarie. È anche il caso del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013: con una programmazione partita un anno in ritardo in tutta Europa e in talune Regioni e Stati membri ancora in fase di stallo, è giusto ricordare come la Regione Lombardia sia già arrivata ad attribuire le risorse alle imprese agricole, con quasi 38 milioni di euro distribuiti finora».

A conferma della linea intrapresa in questi anni dalla Regione Lombardia, saranno escluse dai contributi la le aziende con posizioni amministrative non in regola. Un concetto valido sia per i Titoli Pac che per i 900 milioni messi a disposizione dal Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.