BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il procuratore Antimafia Piero Grasso: “Giovani esercito della legalit??” fotogallery video

Il "super-procuratore" ha lanciato un messaggio agli oltre mille studenti intervenuti al convegno "Costituzione e Legalit??", organizzato dal provveditorato nell'auditorium del seminario: ???I giovani sono il miglior esercito della legalit??. Sono un popolo grazie al quale ?? possibile incrementare la prevenzione e ridurre in futuro il lavoro di chi, come me, deve invece pensare a curare la criminalit??, ad estirparla"

Più informazioni su

E’ arrivato al Seminario vescovile a sorpresa, in anticipo, scortato da almeno 10 uomini delle forze di polizia. Poi, come un insegnante, ha parlato ad una platea di oltre mille studenti, molti con il blocchetto degli appunti in mano. Piero Grasso, procuratore nazionale Antimafia il magistrato che tra i risultati della sua carriera vanta l’arresto di Bernardo Provenzano – ha poi lanciato un messaggio chiaro: “I giovani sono il miglior esercito della legalità. Sono un popolo grazie al quale è possibile incrementare la prevenzione e ridurre in futuro il lavoro di chi, come me, deve invece pensare a curare la criminalità, ad estirparla. Per questo non mi sottraggo mai, ogni volta che ne ho l’occasione, all’incontro con i ragazzi, con i nostri studenti”.
Non si sottrae mai il “super-procuratore” all’incontro con i giovani. In effetti la sua presenza a Bergamo sembrava essere in dubbio nella serata del 16 dicembre, dopo un’importante operazione antimafia che ha portato al fermo di 94 persone in Sicilia. Una maxi operazione che non ha impedito a Piero Grasso di essere a Bergamo e di commentare a margine del convegno (organizzato dalla Consulta e da Libera Associazione Antimafia): “Ho visto che tra le persone fermate c’erano dei soggetti che erano stati da me giudicati nel maxi processo contro la mafia nel 1986. Sono stati giudicati, condannati, hanno espiato, sono usciti e a quanto pare sono tornati a fare quello che sanno fare, cioè mafiare. E questo è un fatto che deve far riflettere. Noi continuiamo con la repressione, ma sappiamo bene che non basta: serve che cambino certe condizioni e che la società isoli queste persone e non consenta loro di continuare a fare quello che cercano di fare». Emozionato, sul palco, lo studente di Zogno Antonio Sanna, presidente della Consulta provinciale studentesca: “E’ un onore avere qui il procuratore Grasso”. Occhi lucidi per don Francesco Poli, che ha ricordato: “Quando ero studente delle superiori, qui a Bergamo, ricordo che un giorno dell’estate 1982, in classe, ci interrogammo sul massacro di Palermo in cui fu ucciso il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, con la moglie. Il generale era allora prefetto di Palermo e tutta Italia restò choccata. Anche allora organizzamo momenti di riflessione su quegli eventi. Bisogna continuare a riflettere”.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lex

    Anche io sono stupefatto (fino a un certo punto) che non ci siano commenti, ma me lo spiego: quando c’è da scrivere stupidaggini su kebab, falsa insicurezza e baggianate varie, l’incultura e la pochezza del popolino viene fuori subito, e subito spuntano i pol.schi. vari a fare polemica, seminare zizzania e politici che cercano consenso facile nella massa degli ignoranti.
    Quando si parla di COSTITUZIONE e LEGALITA’ non sa dire niente nessuno. A maggior in un periodo di Costituzione calpestata…

  2. Scritto da Lex

    quotidianamente, di ingiustizia strisciante e immunità reclamata e appplicata dal ceto politico e bisogno di istruzione e educazione alla LEGALITA’ delle giovani generazioni che invece crescono con modelli propinati dalle televisioni tuttaltro che onesti, puliti e di alto valore.
    La vedo sempre peggio per il nostro Paese.
    W la Legalità e la Giusitizia nel sessantesimo della Costituzione.

  3. Scritto da Una studentessa

    Io,studentessa,stamattina ero presente,ed è stato veramente emozionante ed interessante trattare questo argomento,così presente nella nostra vita ma anche molto delicato…una conferenza riuscita benissimo,da cui ne esco sapendo di aver capito almeno qualcosina in più riguardo la società che ci circonda…Un sentito GRAZIE al procuratore Antimafia Piero Grasso per esser intervenuto,nonostante l’ operazione importante svoltasi ieri sera.

  4. Scritto da iva

    Ancora nessun commento a questo ottimo articolo: grazie A.D.L. !!!!!