BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calusco-Bergamo: anche oggi 27 minuti di ritardo video

Nello sfogo di una viaggiatrice la cronaca delle tre ultime giornate: luned??, marted?? e mercoled?? lungo la linea Milano Porta Garibaldi - Bergamo con partenza da Calusco d'Adda. Il nuovo orario prevede un treno in partenza dalla stazione di Calusco alle 7.45 che ?? andato a sostituire il treno delle 7.54 e delle 8.26 e che dovrebbe arrivare in Bergamo alle ore 8.08. Magari!

Più informazioni su

Caro direttore,
ho dato tempo tre giorni prima di sfogarmi e scrivere questa "lettera".
Le faccio la cronaca delle giornate di lunedì, martedì e mercoledì sulla linea Milano Porta Garibaldi – Bergamo e più precisamente con partenza da Calusco d’Adda.
Il nuovo orario prevede un treno in partenza dalla stazione di Calusco alle 7.45 che è andato a sostituire il treno delle 7.54 e delle 8.26 e che dovrebbe arrivare in Bergamo alle ore 8.08.
Lunedì: treno arriva sui binari alle ore 7.55, si parte, ci si ferma a Terno solo per caricare passeggeri, si riparte e si arriva a Ponte San Pietro dove in teoria (ci avevano fatto credere) che il treno sarebbe ripartito subito senza aspettare coincidenze, ma la sorpresa è stata vedere che rimaniamo fermi sui binari per 10 minuti. In fin dei conti si arriva a Bergamo alle ore 8.25 con un ritardo di 17 minuti.
Martedì: treno arriva sui binari alle ore 7.45 non si parte, ma si aspetta una coincidenza, si arriva a Terno e si riparte subito per giungere a Ponte dove il treno si ferma ancora sui binari per 15 minuti (arrotondando per difetto) sempre in attesa di una fatidica coincidenza e l’arrivo a Bergamo è alle ore 8.30 con un ritardo di 22 minuti.
Mercoledì: treno viene annunciato con 10 minuti di ritardo e già questo è una novità visto che di solito fino a 10 minuti ormai nessuno annuncia più niente, il treno arriva alle 7.55 parte ad una velocità che sfiora il passo veloce di una persona, arriva a Terno, riprende fino a Ponte dove abbiamo aspettato 2 coincidenze…. e arrivo in Bergamo alle ore 8.35 con 27 minuti di ritardo.
Questa è la sola cronaca della mattina e risparmio quella della sera. Inoltre svariati treni di svariate linee sono stati soppressi.
Ora mi chiedo quale sia il collegamento logico tra i nuovi orari e le soppressioni dei treni o i nuovi orari dove addirittura sono stati eliminati dei treni e i ritardi, è inspiegabile.
Non solo ormai eravamo abituati e rassegnati ai 5/10 minuti di ritardo giornaliero e non ci si faceva nemmeno più caso, ma è possibile che ora i ritardi sono raddoppiati? Pensano di farla franca così? E’ vero che siamo italiani e alla fine lasciamo sempre correre, ma attenzione a non esagerare, perché poi arrivano le proteste, quelle vere!!
Mi ritengo fortunata di non essere tra quelle persone che devono motivare ogni giorno sul posto di lavoro il ritardo, ma per chi ogni giorno si trova in questa situazione non penso sia piacevole, forse qualcuno rischia anche di perdere il posto di lavoro che già oggi in questo momento di crisi è difficile tenersi!!!!
Quanto tempo ci vorrà prima che le ferrovie recepiscano i nuovi orari e riescano LORO a rispettarli? E si che lo sapevano da un po’!!!
Grazie per l’attenzione
Carmen Napoletano

Per non dare fastidio ai potenti che stanno facendo scempio di un altro settore di trasporto italiano (quello aereo) l’AD di Trenitalia ha dichiarato che l’Alta Velocità sarà in concorrenza con l’automobile!!!
Questa enensima assurdità ci dà il peso del personaggio che pur di avallare enormi investimenti fatti con soldi pubblici e con finalità molto fumose, spara qualunque stupidaggine gli venga in mente, ma entriamo nel merito:
1) L’Alta Velocità lavora sulle lunghe distanze, non può esistere sulla corta distanza. Sulle lunghe distanze chi vuole sbrigarsi prende l’aereo, quindi i due vettori sarebbero direttamente concorrenti.
2) La situazione orografica italiana non permette quelle velocità che caratterizzano i treni AV di altri paesi, infatti nella migliore delle ipotesi la velocità media dei nostri treni sarà intorno ai 180Kmh contro i 230/240 che tranquillamente i TGV o i treni spagnoli già praticano da anni.
3) La concorrenza all’automobile si fa con un trasporto REGIONALE efficiente, veloce ed economico.
4) Andare da Roma a Firenze con la famiglia (4 persone) costa in auto 75euro (parcheggio e pedaggi compresi) contro gli 200 del treno AV e benefici tutti da valutare!!!!
5) se voglio invitare la gente ad usare il treno non faccio in modo che i regionali diventino tutti locali e fermino in tutte le stazioni (così si fa l’alta velocità in Italia: ralllentando i regionali!!).
6) Fare l’alta velocità senza aver sistemato il traffico locale e regionale è quanto di più inutile si possa fare! Non tutti infatti devono spostarsi da Roma a Milano – quand’anche si arrivasse alle 3h fra le due città, diciamo che se poi uno deve andare a Bergamo è meglio che parte da Roma direttamente in macchina!!!
Saluti e buon lavoro a tutti
ing.Emilio Santa Maria

Treno 10804 che parte alle 7.32 da Bergamo per Milano C.le.
Avevamo già segnalato, prima del 28 novembre, che i tempi di percorrenza erano esagerati. Dopo aver siglato l’accordo Trenitalia ha vergognosamente aumentato di altri 9 minuti il tempo di percorrenza tra Treviglio e Pioltello. Il Comitato Pendolari Bergamaschi ha segnalato nuovamente ma è stato totalmente ignorato.
Il risultato è il seguente:
– lunedì il treno è partito alle 7.50 da Treviglio Ovest (3′ di ritardo) ed è arrivato a Pioltello con 6 minuti di anticipo. RECUPERO DI 9 MINUTI
– ieri ha recuperato altri 9 minuti sempre nello stesso tragitto
– oggi lo show del 10804 che è partito da Treviglio Ovest con 28 minuti di ritardo ed è arrivato a Pioltello con 15 minuti di ritardo. RECUPERO DI BEN 13 MINUTI.
Questa è la dimostrazione che probabilmente le nostre osservazioni non sono proprio campate in aria ma si basano sull’esperienza accumulata in anni e anni di pendolarismo e di disservizi.
Perchè la Regione Lombardia ha lasciato che Trenitalia facesse scempio sulla Bergamo – Milano?
PICCOLA NOTA STORICA:
"Alle ore 10 del 3 ottobre del 1839, alla presenza del re Ferdinando e delle più alte cariche dello Stato vi fu la partenza del primo treno composto da una locomotiva a vapore di costruzione inglese Longridge e da otto vagoni. Il percorso venne compiuto in nove minuti e mezzo tra ali di gente stupita e festante. La locomotiva che trainava il treno era stata battezzata "Vesuvio".
E’ l’inaugurazione della Napoli – Portici di 7,25 km. Siamo nel lontano 1839. Velocità media di 45,8 km/h.
Treviglio – Pioltello Anno Domini 2008, quasi 2009, velocità media di 40 km/h.
Treno a vapore di 170 anni fa batte treno elettrico del 2009 1-0
Nel 1998 i treni impiegavano 14 minuti per fare Treviglio – Pioltello senza fermate intermedie. Oggi siamo a 28, giusto il doppio. Davvero curioso raffrontare i vecchi orari con quelli odierni.
E nessuno fa niente…
Francesco Graziano
Comitato Pendolari Bergamaschi

Anche stamattina Trenitalia è riuscita a distinguersi per la sua inefficienza!!!
Alle 7:25 arrivo alla stazione di bergamo per prendere il treno 10804 delle 7:32 per Milano.
Sul tabellone in ingresso è segnato sul binario 4, in partenza con 5′ minuti di ritardo.
Ma sul binario 4 trovo (a porte chiuse) il treno 2608 sempre per milano ma delle ore 8:02 (che nei 2 gg precedenti arrivava da lecco alle 7:45), mentre il 7:32 è indicato sul binario 5 e ancora non c’è.
E’ subito chiaro, a me e ad altri passeggeri in attesa, che oggi, forse per rispondere alle proteste dei giorni precedenti, il 7:32 sarà costituito dal treno in arrivo da brescia (interriorizzare prima le legittime richieste dei comitati pendolari sarebbe stao troppo intelligente no!?!?!?). E’ chiaro a tutti…ma evidentemente non a dipendenti della stazione di Bergamo che continuano ad annunciare il treno per milano in ritardo di 5′ (e poi di 10′) mentre già annunciano il treno da brescia in arrivo con 25′ di ritardo rispetto all’oraro previsto delle 7:25 Se la matematica non è un opinione: 7:25 + 25′ = arrivo da brescia h 7:50….come avrebbe potuto quello stesso treno partire per milano alle 7:42 rimane un mistero!!
Ma alla stazione di Bergamo danno il meglio solo quando, a 10 minuti ancora dall’arrivo del brescia, riescono ad annunciare per ben 6-7 volte in pochi minuti che il treno per milano delle 7:42 è pronto sul binario 5 (vista la cronica menuria di "materiale rotabile" stanno cercando di far ricorso a treni fantasni!?), alternando questo messaggio a quello che annuncia prima il ritardo del brescia e poi il suo arrivo al binario 5….
Qunado partiamo dopo le 7:50 il treno delle 8:02 è ancora sul binario 4, sempre a porte chiuse… l’arrivo a milano è alle 8:50 anzichè 8:30…
Signori di Trenitalia svegliaaaaaa!!!!!!!! Siamo stanchi di essere presi per i fondelli!!!!!!!
Delia Caravella

Buongiorno,
per vostra informazione vi aggiorno sul mio viaggio di rientro ieri sera a Bergamo e ritorno a Milano stamane:
• treno di ieri sera 10783, partenza 18.40 da Milano-Greco con arrivo previsto alle 19.32 a Bergamo: realtà dei fatti arrivo alle 20.50 (18 minuiti netti di ritardo).
Nella sola giornata di ieri su tempo totale di viaggio a/r da orario in 1.49h in realtà ho impiegato 2,27h (e mi devo anche ritenere fortunato perché c’è chi sta molto molto peggio, io almeno mi siedo …)
• treno di stamane stesso di ieri mattina (10756) … ed arrivato con lo stesso identico orario e ritardo con fermate di parecchi minuti sia a Ponte S.Pietro che Calusco per attesa (inutile) treno incrociante.
Adesso forse comincio a capire dov’è il trucco: i tempi di percorrenza indicati negli orari ufficiali appena pubblicati almeno per il treno 10756 sono chiaramente FALSI ed INATTENDIBILI !!!
Inoltre ho potuto anche ascoltare sul TG Radio Regionale di stamane che la situazione partenza da Brescia è stata ancor peggio di quanto accaduto lo scorso lunedì.
Dott. Cattaneo e Consiglieri Regione Lombardia, le 48 ore di "moratoria" sono agli sgoccioli e la situazione si è stabilizzata sul peggiore dei servizi possibili e questo è più che evidente a tutti noi.
Adesso quindi richiedo che rispettiate gli impegni presi lunedì scorso con noi utenti e siano messe in atto le più che giuste "proteste clamorose" nei confronti della società Trenitalia (o chi per essa).
Saluti
Luca Barbetti

Mi unisco al coro delle proteste e al clima generale di delusione e sconforto (oltre che di incazzatura). Ieri sera mi sono recata a Porta Garibaldi per prendere il treno delle 16.08. Dopo gli allungamenti dei tempi di percorrenza dei treni che viaggiano nella fascia di morbida via Treviglio, conviene (ed è una parola grossa!) prendere i treni che partono da Garibaldi (1.05 minuti il tempo previsto per arrivare a Bg).
Salita sul treno ho atteso fiduciosa, ma alle 16.15 eravamo ancora fermi al binario. Primi segni di nervosismo, anche miei, ma dagli altoparlanti non arriva nessuna informazione. Mi spingo fino alla locomotrice per chiederne al capotreno, ma qui giunta scopro che… il capotreno non c’è e il signore della manutenzione (o simili) mi dice che nessuno sa che fine abbia fatto.
La gente è sempre più nervosa, una madre che deve ritirare la figlia a Monza e già ha visto un treno soppresso, si attacca al telefono e implora le maestre dell’asilo di aspettarla. Io avrei lo stesso problema, recuperare mio figlio entro le 17.30, ma ancora non circola alcuna informazione.
Alla fine, alle 16.30, tutti scendiamo dal treno e ci dirigiamo al binario del 16.38, è ormai evidente che partirà prima quello. E in effetti finalmente qualcuno lo annuncia anche dagli altoparlanti.
Che dire, i capotreni scompaiono (ai vagoni fantasma eravamo già abituati, ai capotreni ancora no), i treni vengono soppressi, i ritardi si accumulano….
Ma chi se ne frega, tanto sono problemi degli altri, Trenitalia continua il suo viaggio glorioso su Frecciarossa.
Che delusione! Che vergogna!
Elisa Salamini

Salve,
oggi ho atteso alla stazione di Seriate 25 minuti il treno proveniente da Brescia delle 7.19 . Risultato: Arrivo a Milano Centrale alle 8.50 circa.
Quanto ancora dovranno durare questi disagi?
Annalisa Di Maggio

Buongiorno,
vorrei informarvi che il treno 4908 di questa mattina, che sarebbe dovuto partire da Montello alle 7.11, è stato annunciato con 20 minuti di ritardo ed è partito effettivamente alle 7.38. Con grande sorpresa (e gioia) di tutti i viaggiatori che proseguono oltre Bergamo, il treno ha continuato il suo percorso direttamente fino a Milano Centrale, dove siamo arrivati intorno alle 8.50, esattamente come se fosse ancora in vigore il vecchio orario. Che qualcuno si sia accorto che la soluzione precedente era ancora la migliore? Ma allora… perchè togliere a tutti 25 minuti di sonno?
Cordialmente,
Maria Elena Baroni

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da AT

    7 miliardi di euro per realizzare l’alta velocita’! E una vergogna, siamo sull’orlo del baratro e nessuno si ribella o dice qualcosa.
    Sono schifato. VERGOGNA

  2. Scritto da RR

    sono solidale con carmen per i disagi che subisce ogni mattina, certo non la conosco personalmente, però consiglio ai dirigenti delle FS di fare i bravi perché se se la trovano davanti mi sa che son cavoli…

  3. Scritto da marisa_treviglio

    e il milano- bergamo che doveva arrivare alle . a treviglio ovest? 5 minuti di ritardo.
    chi ci rimborsa?
    io a gennaio non ho intenzione di pagare l’abbonamento.

  4. Scritto da the dub soldier

    Un grande e forte abbraccio virtuale ma di cuore ai pendolari bergamaschi, che ogni giorno vengono presi in giro da questi loschi individui. Come si può trattare una delle popolazioni tra le più produttive del Paese in questo modo disgustoso!!! La protesta deve diventare più incisiva!!! Quanti morti ancora su le strade? Bisogna far capire a questi signori che non siamo tutti dei rimbambiti. Perchè i nostri taxi sono tra i più cari in Europa? Dove sono i mezzi publici funzionanti?Vergogna!!!

  5. Scritto da Giorgio R.

    Tutti in treno senza biglietto/abbonamento!!

  6. Scritto da franca

    … e anche questa mattina ho perso un’ora e più di lavoro per portare mio figlio a scuola a Treviglio, visto che il treno da Bergamo con fermata a Verdello delle 7.40 aveva solo 25 minuti di ritardo!!! A Treviglio gli studenti dell’ENFAPI hanno una navetta che li porta alla zona industriale. Persa quella…piedibus sul cavalcavia, con relativi rischi. Nessuno dovrebbe più pagare una lira per ritadi, viaggi al limite della decenza. Sono d’accordissimo con Giorgio R.Basta pagare

  7. Scritto da pendolare

    sciopero dell’abbonamento! da gennaio. basta subire in silenzio!