BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treni pendolari: qualche miglioramento e nuovi disagi

L'assessore regionale Cattaneo fa il bilancio della secobda giornata di collegamenti con l'orario invernale

Più informazioni su

"Dopo un lunedì nero abbiamo un martedì grigio. Continuiamo a chiedere al gruppo Fs di mettere la stessa attenzione che abbiamo lodevolmente visto sabato e domenica per l’avvio della Freccia Rossa, anche in questi giorni critici per il nuovo orario dei pendolari". Lo ha affermato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, dopo l’avvio della seconda giornata di applicazione del nuovo orario invernale di Trenitalia.
"Oggi – ha continuato Cattaneo – ci sono stati miglioramenti
sulle linee che ieri hanno avuto maggiori criticità, ovvero
Brescia, Bergamo e quelle verso Sud. Inoltre ci sono stati
problemi su altre linee, come quella per Lecco, a causa delle
difficoltà croniche di Trenitalia e Rfi. Alcune soppressioni si
sono registrate anche sulle linee di Arona, Varese e Mantova.
Non possiamo certo dire che i problemi sono stati risolti. Per
questo – ha precisato l’assessore Cattaneo – continuiamo a
monitorare la situazione ora per ora con l’obiettivo di
riscontrare quel miglioramento che ancora attendiamo".
  
Linee da Nord  
– Monza: guasto al sistema Controllo Circolazione a
Calolziocorte, che ha provocato forti ritardi ai treni da
Lecco-Sondrio (2 treni con 40 minuti e altri 2 con 20 minuti).
Nessun treno soppresso.
– Bergamo: i treni provenienti da Bergamo registravano un
maggior afflusso di viaggiatori causato dal ritardo dei treni
sulla Milano-Lecco. Un investimento tra Terno e Ponte San Pietro
ha causato ulteriori ritardi.
– Milano-Monza-Molteno-Lecco: i treni viaggiavano regolarmente e
i bus messi a disposizione soprattutto degli studenti degli
istituti di Besana Brianza e Villa Raverio hanno assolto alla
loro funzione. Nei prossimi giorni potrebbero eventualmente
essere affinati ulteriormente gli orari.
– Milano-Chiasso: il cadenzamento dei treni ha contribuito ad
una migliore distribuzione dei viaggiatori sui treni. I treni
regionali viaggiavano regolarmente (solo qualcuno ha registrato
5 minuti di ritardo). Restano da riequilibrare alcune
composizioni dei treni del mattino.

Linee da Est  
– Treviglio: i treni della Milano-Brescia, Bergamo e Cremona
hanno viaggiato con ritardi fino a 10 minuti (passaggi da
Pioltello): 1 navetta Treviglio-Milano è stata soppressa al
mattino (ore 6.22), senza tuttavia creare eccessivi problemi di
sovraffollamento ai treni successivi. A Pioltello e Segrate
guasti ai nuovi treni Tsr hanno causato la soppressione di
diverse corse S5. I viaggiatori si sono dovuti servire degli
altri treni da Bergamo e Brescia aumentando il sovraffollamento.

Si riscontrano ancora carenze nella composizione di alcuni
treni.

 – Da Brescia i treni delle 6.52 e delle 7.05 sono formati da
5/6 vagoni sovraffollati e occorre pertanto aggiungere 2 vagoni
a treno; il treno delle 7.27 da Brescia è formato da 9 vetture e
occorre aggiungerne almeno 3; РDa Bergamo il treno delle 7.32 ̬
formato da 6 vetture a piano ribassato e occorre formare il
treno con 7 vetture a doppio piano (come previsto nell’accordo
sottoscritto); РDa Cremona: il treno delle 6.06 da Cremona ̬
formato da 6 vetture e occorre aggiungerne almeno 2.
Restano da riequilibrare alcune composizioni dei treni del
mattino.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.