BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Fedeltà al Lavoro”, premiati Feltri, Krizia e Pietro Pozzoni video

E' stata presentata la 48a edizione del “Riconoscimento del lavoro e del progresso economico”, un evento con cadenza annuale con cui la Camera di Commercio riconosce e premia i meriti dei lavoratori bergamaschi. Domenica prossima alla Fiera saranno assegnati 87 riconoscimenti, compresi i tre ad illustri personaggi. Ecco tutti i nomi.

Più informazioni su

E’ stata presentata la 48a edizione del “Riconoscimento del lavoro e del progresso economico”, un evento con cadenza annuale con cui la Camera di Commercio riconosce e premia i meriti dei lavoratori bergamaschi. Un premio che affonda le sue origini nel 1952, quando fu istituito su specifica richiesta del Ministero dell’Industria e del Commercio con la denominazione di “Premiazione della fedeltà al lavoro e del progresso economico”.
Nel corso della conferenza di presentazione sono intervenuti il Presidente della Camera di Commercio, Roberto Sestini, e la responsabile di Teamitalia, Claudia Sartirani, che ha curato la gestione e l’organizzazione della cerimonia di premiazione. 
Il Presidente Roberto Sestini ha colto l’occasione per sottolineare il cambiamento del Premio attuato negli ultimi tre anni: “…ora è più specializzato, i numeri si sono ristretti…da oltre 500 persone premiate siamo passati a 85, aumentando la qualità della manifestazione”.
Il Presidente ha inoltre evidenziato il periodo in cui si svolge l’evento, alle porte del Natale e ha ribadito che quest’anno ancora più degli altri anni è importante dare un impulso di fiducia. “Ci troviamo in un momento difficile ma soprattutto diverso perché viene colpito anche il settore della finanza, finora indenne – ha commentato Sestini – che trascina con sé altri comparti d’attività”. E prosegue “in un momento simile è importante avere fiducia, non bisogna abbattersi ma affrontare i problemi con normalità”
Il premio ha in sé un’importanza enorme, in quanto dimostra l’attaccamento e la passione che una persona ripone nella propria attività. Un premio molto sentito anche dai famigliari e dai collaboratori dei premiati che numerosi prenderanno parte alla cerimonia. Non è una novità per gli imprenditori ma è sempre molto sentito sia da loro che dai lavoratori.
Si tratta di un’occasione con cui la Camera di Commercio si avvicina agli imprenditori e ai lavoratori, ponendosi come un interlocutore qualificato e attivo, con cui condividere valori ed opinioni.
Un premio per porre al centro dell’attenzione l’uomo che lavora, che con la sua intraprendenza e la sua determinazione contribuisce allo sviluppo aziendale.
Domenica 21 dicembre alle 9.30 presso la Fiera di Bergamo avrà luogo la cerimonia di premiazione, un grande evento al quale parteciperà una platea di circa seicento persone, tra le quali spiccheranno alcuni tra i più importanti nomi dell’economia bergamasca.
Verranno premiate 87 persone suddivise in sei categorie – Lavoratrici e Lavoratori dipendenti – Con particolare curriculum (6 premi), Dirigenti d’azienda (1 premio), Imprese Industriali, Commerciali, Agricole e Artigiane (7 premi), Brevetti (2 premi per 4 persone), Coltivatori diretti (5 premi) e   Lavoratrici e Lavoratori dipendenti – Anzianità e Fedeltà (64 premi),– e 3 personalità benemerite: il noto giornalista Vittorio Feltri, la stilista Mariuccia Mandelli in arte Krizia e l’imprenditore per così dire della stampa, Pietro Pozzoni.
Nel corso della cerimonia verranno proiettati dei filmati realizzati con spaccati di vita lavorativa di alcuni dei premiati: “un modo originale per presentare e introdurre i protagonisti” – ha commentato Claudia Sartirani – “ che ci ha permesso di conoscere e visualizzare meglio la vita di alcuni dei protagonisti dell’edizione 2008”.
Claudia Sartirani ha inoltre evidenziato la presenza di un filmato introduttivo, realizzato con le testimonianze di importanti personaggi della scena socio-economica bergamasca che aprirà la cerimonia e fornirà una sintesi tanto preoccupante quanto reale delle prospettive per Bergamo e provincia. Quest’anno il filmato introduttivo proporrà contenuti importanti a proposito degli scenari dello sviluppo territoriale: interverranno Gianfranco Bonacina – Presidente “Banca di Credito Cooperativo” di Treviglio, Imelde e Stefano Cavalleri – Presidente e Vicepresidente “I Pinco Pallino S.p.A.”, Maurizio Laini – Presidente della Commissione di valutazione del Premio, Tullio Leggeri – Amministratore Unico “Leggeri S.p.A.”, Andrea Lombardini – Amministratore delegato “Lombardini Holding”, Miro Radici – Presidente “Miro Radici Group”, Mario Ratti – Presidente “SACBO – Aeroporto di Orio al Serio”, Ida Rocca – Presidente del “Comitato Imprenditoria Femminile” della Camera di Commercio e Roberto Sestini – Presidente della Camera di Commercio di Bergamo.

Ecco l’elenco completo dei premiati

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da enzo pietra

    ma i dipendenti pubblici ogni tanto non possono essere ricordati all’opinione pubblica o al ministro brunetta per essere anche loro un pochino partecipi della condizione socio-economica nazionale, nel bene,ovviamente. insegno da 41 anni e non mi sembra finora di avere ricevuto neanche il ” salamino” del contadino, per non dire di uno straccio di ringraziamento. vabbè aspetterò il panettone di s.pietro.

  2. Scritto da iva

    Forse varrebbe la pena riproporre le considerazione di C.Z., eccole:
    https://www.bergamonews.it/editoriali/articolo.php?id=4854

  3. Scritto da nick70

    certo che oggi per un semplice operaio/impiegato è difficile essere premiato per fedeltà al lavoro….il sogno sarebbe mantenerlo il suo posto di lavoro e poi al limite essere premiato per fedeltà……

  4. Scritto da iva

    quindi?

  5. Scritto da s.m.

    Mi stò chiedendo, ma chi decide sulla scelta di dare premi di fedeltà al lavoro ad un finanziere come il sig. Miro Radici, chiediamolo a tutti quei lavoratori che in questo ultimo decennio hanno perso il posto di lavoro perchè si sono ritrovati le aziende del gruppo Radici chiuse, una Valle Seriana in ginocchio e penso non sarebbe in queste condizioni se ci fosse stato più di attenzione, vedo più questo premio dovesse essere assegnato se mai alla memoria del cav. Gianni Radici, vero imprenditore

  6. Scritto da nick70

    n.3 ecco la risposta al tuo quindi…leggi attentamente il n.4…..

  7. Scritto da iva

    Per Feltri invece, nick70.4?

  8. Scritto da ol giopì castigamacc

    Non capisco il premio a Feltri.Come disse un mio vecchio amico a suo padre, operaio, che gli chiedeva che cosa avrebbe voluto fare nella vita,”farò il giornalista, papà, perché è meglio che lavorare”.

  9. Scritto da iva

    Nick70.4.7., a questo punto cosa ne pensi di questo articolo che commenta proprio di Feltri:
    https://www.bergamonews.it/politica/articolo_commenti.php?id=4969
    saluti al giopì.

  10. Scritto da mario59

    Si.. purtroppo vengono sempre premiati personaggi di una certa fama..con ciò non voglio dire che il premio a loro assegnato non sia meritato.. ma una volta tanto, se premiassero anche qualcuno che in silenzio ogni giorno svolge il suo dovere seriamente, con impegno e fedeltà.. senza bisogno di essere un personaggio popolare.. forse anche il premio stesso acquisterebbe credibilità da parte di tutti.

  11. Scritto da ol Giopì castigamacc

    Grazie iva,contraccambio.

  12. Scritto da PD

    Si dia il premio fedeltà al lavoro ai dipendenti della Pigna che verranno licenziati

  13. Scritto da R.Trussardi

    Si premiano tra loro, stanno negli stessi cda, si lodano a vicenda, raccolgono premi da trent’anni…è la fotografia di una Bergamo mummificata.