BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Terzo polo alle elezioni? Il centro ci prova, ma gi?? perde pezzi

Prove tecniche di centro. Difficili a quanto pare perch?? per qualcuno che si unisce qualcun altro se ne va. Vicini alla Rosa pert l'Italia, Nicola Carrara, Antonello Giua e altri si sono ritrovati nei giorni scorsi per dar vita au na piattaforma centrista verso le amministrative di Bergamo. Ma Giuseppe Anghileri si ?? gi?? sfilato: "Non si parla di contenuti e dei problemi della citt??"

Più informazioni su

Prove tecniche di centro. Difficili a quanto pare perché per qualcuno che si unisce qualcun  altro se ne va. Intanto però il progetto prova a delinearsi. Il progetto è una lista civica e "terzista", ne con la destra ne con la sinistra, che a Bergamo secondo i sostenitori potrebbe attecchire e germogliare alle amministrative cittadine di primavera. Bergamo, terra democristiana doc. Bergamo che offre all’esperimento un calibro da novanta come Savino Pezzotta, già leader della Cisl e fondatore della Rosa per l’Italia, formazione centrista che appunto sogna un’alternativa al duopolio imperante.
A Bergamo dunque ci si prova. E’ dei giorni scorsi la riunione alla Casa del giovane dove si sono date appuntamento le varie anime centriste: un tentativo di organizzare una piattaforma che lanci per una lista civica autonoma da altre coalizioni. 
Un primissimo approccio voluto da Nicola Carrara insieme a Antonello Giua, Sperandio Bonalumi e Piermario Marcolin al quale è intervenuto Giuseppe Anghileri che però non pare aver apprezzato lo spirito dell’iniziativa: "Non credo si possa creare un gruppo elettorale senza essere mai intervenuti sui problemi della città – spiega Anghileri -. Se si ci si confronta su questioni concrete va bene, ma se si vuol fare un semplice centro moderato beh, tutti sanno che io moderato non sono proprio". Anghileri però non abbandona la voglia di esserci a portare le poprie idee dentro l’amministrazione della città e sta pensando a una propria lista: "Non posso procedere anche per una sorta di correttezza verso il Consiglio comunale. Non vorrei che le mie prese di posizione venissero lette come una sorta di campagna elettorale".  
Pur senza Anghileri il progetto vicino alla Rosa per l’Italia va avanti: "Ci ritroviamo la prossima settimana – spiega Nicola Carrara, fino a ieri insieme a Luigi Nappo, che ha disertato la riunione, nell’associazione Aurora – per cominciarea dare gambe e contenuti alla proposta". Una proposta che davvero vorrebbe essere autonoma dai due schieramenti: "Anche in caso di conquista di una nostra rappresentanza, pensiamo a uno o due consiglieri, non intendiamo appoggiare nessuno a un eventuuale ballottaggio: un segnale di indipendenza vera".
Ancora non si parla di candidati sindaco per questa lista civica e non sembra concreta l’ipotesi di un Savino Pezzotta, lanciata un mese fa dal coordinatore provinciale della Rosa per l’Italia Mario Gualeni il quale aveva rivelato un sondaggio che dava l’ex leader cislino sopra il 10 per cento dei consensi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da corti-novis

    a- tutto-c’è un- limite….. è vero se mi votano tutti meno atutto-c’è-un-limite sono sicuro di aver la mafggioranza.

  2. Scritto da un moderato senza centro

    a farfarello chiedo che cosa c’entra il centro con quello che scrivi? al centro non do’ il monopolio dell’onestà politica . basta con questi tentativi di tornare al passato, oltre tutto con gli stessi nomi!

  3. Scritto da Farfarello

    Per 21:
    la mia era una semplice risposta a chi ha definito i centristi “indecisi a tutto”.
    Non penso che nessun partito o movimento in particolare possa vantare le stimmate dell’onestà.
    Credo, tuttavia, che un terzo polo che presenti programmi concreti in alternativa a quanto progettato dalla Giunta Bruni con il placet di Forza Italia (vedi voto sulla destinazione dell’area degli Ospedali Riuniti) sia un protagonista politico da non sottovalutare. E Savino Pezzotta ha tutta la mia stima.

  4. Scritto da Pol.sco.

    Certo che ho risposto: sei cieco oltre al resto?

  5. Scritto da iva

    Non si legge lo straccio di un programma, però si perdono consensi, sbaglio ?

  6. Scritto da Morlacchi

    Perchè non s’è risposto all’11?

  7. Scritto da marco

    al letterato che in redazione ha scritto questo pezzo suggerisco un ripasso di grammatica e sintassi onde evitare errori madornali come questo “ne con la destra ne con la sinistra”…

  8. Scritto da a tutto c'è un limite

    per Corti-novis hai dimenticato…Chi mi vuole votare…non deve saper scrivere in italiano ! … Un sindaco analfabeta è giusto quello che ci manca..

  9. Scritto da cipollotto

    Una non notizia, Pol.sco oltre ad essere il primo ad entrare in campagna teme(come il Pd) Di Pietro, ed lo inserisce nei sui racconti anche quando non c’azzecca.
    Anghileri era nella stessa maggioranza di Pol.sco, ora, gli sara’ sempre stato antipatico, ma com’e’ che aspetta solo ora? paura?

  10. Scritto da Dumbo

    Come sempre mi aspetto delle novtità invece è gia tutto visto, Pazotta non è in discussione la sua integrita morale…ma questo tarlo in testa di fare il cntro del centro e stucchevole…oggi bisogna dire con esattezza cosa si vule fare e quali responsabilità si vogliono assumere. Poi per il resto, gli Anghileri, i Nappo e c. hanno provato dapertutto e non sono credibili…ci vogliono idee, bisogna anche rischiare strade nuove ma nuove non cose riscaldate per un misero posto

  11. Scritto da Fabrizio del Dongo

    C’è ancora qualcuno che si illude che le novità vengano dalla “palude”centrista?Bella la definizione che ne diede una volta un sindaco democristiano di questa città:”sono indecisi a tutto”.

  12. Scritto da Pol.sco.

    Cipollotto, tutta la maggioranza era contro Anghileri, non solo io
    Ma non si poteva fare nulla perchè era dell’Aratro di Fusi
    Quando anche Fusi se n’è stancato, ha potuto buttarlo fuori
    La maggioranza ha brindato

  13. Scritto da Farfarello

    Credo che una posizione di centro sia più dignitosa oggi di 15 anni fa. All’ “indecisionismo, la corruzione, il clientelismo, il buco nei conti pubblici” del Pentapartito si è sostituita ora una Seconda Repubblica in cui forse ci sarà più decisionismo (e confusione), ma in cui non mancano comunque “corruzione e clientelismo”, addizionate da un “conflitto d’interessi insanabile”, dall’aumento della sperequazione e dalla crisi dello stato sociale.

  14. Scritto da nico

    Gli esponenti dell’aratro (pochi ma “pesanti”) e della lista bruni (un po’ più numerosi) hanno determinato l’esito delle scorse elezioni, in particolare alcune figure usate più da specchietti per le allodole che non la loro abilità e competenza da amministratori: il fatto che alcuni di essi non si ricandidino o si presentino in formazioni differenti potrebbe determinare una situazione di equilibrio in cui il “terzopolo” potrebbe fare la differenza, dipenderà tutto da chi saranno i sostituti.

  15. Scritto da Pol.sco.

    L’unico specchietto per allodole della Lista Bruni posso pensare sia stato Fabio Rustico
    Ma chiunque l’abbia votato sapeva bene ch’era un calciatore senza esperienze amministrative

  16. Scritto da alessandro rossi

    terzo polo… quatro polo… o poi??? qualcuno dimentica che si parla di governare e non di spartire poltrone. personalmente stimo pezzotta per quanto ha fatto, ma trovo poco interessante il riciclo del sindacalista a fine carriera (vedi cofferati) in ruoli di comoda pensione: largo ai giovani!!! o dobbiamo pensare che solo la grande concolatrice ci libererà di una generazione che non vuole lasciare spazio agli altri??

  17. Scritto da uno ci centro che non dimentica

    non c’è proprio bisogno di un terzo polo. servirebbe solo a creare confusione, innestare ricatti politici, penalizzare la governabilità. impegnamoci a rafforzare e migliorare il nostro faticoso bipolarismo

  18. Scritto da Pol.sco.

    Di Anghileri chiunque fa volentieri a meno
    Lo vedrei meglio con Di Pietro: son tutti e due manettari, vorrebbero tutti in galera
    Anghileri potrebbe fare un proprio partito: ma per andar d’accordo con qualcuno non basterebbe nemmeno che ricorresse alla clonazione; pur di far il bastian contrario, litiga anche con se stesso
    L’unico in consiglio con cui va d’accordo (a mò di gatto e volpe) è Girola: tentarono di convincere anche me subito dopo le elezioni
    Scappai terrorizzat da tale incontro

  19. Scritto da ureidacan

    Nappo invece dopo l’esperienza con il centro sinistra, quella con il centro destra, l’incarico da Bruni nel consiglio di amministrazione nella società comunale Bergamo Infrastrutture spa, ora la tenta con il centro-centro. La prossima magari con il centro-in alto.

  20. Scritto da uno di centro

    Visto le sue continue e ripetute esternazioni contro tutti e tutte, le sue critiche spesso al limite, credo che anche di Pol.sco chiunque farebbe volentieri a meno, soprattutto qualcuno (come Pezzotta) che, al contrario di Pol.sco, è persona concreta, pragmatica ma soprattutto calma e riflessiva

  21. Scritto da Marco Cimmino

    Niente da dire su Pezzotta, che è una brava persona: come tutte le esperienze del genere, però, la mia impressione è che punti ad un 10% per poter fare l’ago della bilancia ed avere qualche seggiola in più. Immagino che questo equivalga a divenire appetitosa occasione per tutti i trombati o i trombabili in cerca di rinnovata verginità politica. Tutto già visto, purtroppo e tutto che si rivedrà, con orobica puntualità: i balletti sono appena cominciati…

  22. Scritto da corti-novis

    il quarto polo lo faccio io di sinistra-a-sinistra

  23. Scritto da corti-novis

    Chi mi vuole votare deve avere l’isee di 16000 euro annuo, si prega di non votarrmi evasori e chi sta di sopra di questa cifra. Grazie