BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Costituzione e legalit??”, il procuratore antimafia parla agli studenti

Il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso mercoled?? 17 incontrer?? mille studentesse e studenti di numerosi istituti superiori bergamaschi, dialogando con loro al Convegno di studi ???Costituzione e legalit??. Una sfida per le giovani generazioni: educarsi e vivere nella legalit?????, in programma dalle 9.30 alle 12.30 nell???auditorium del Seminario di Bergamo Alta.

Più informazioni su

Il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, continuatore dell’opera di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, mercoledì 17 dicembre 2008 incontrerà mille studentesse e studenti di numerosi istituti superiori bergamaschi, dialogando con loro al Convegno di studi “Costituzione e legalità. Una sfida per le giovani generazioni: educarsi e vivere nella legalità”, in programma dalle 9.30 alle 12.30 nell’auditorium del Seminario vescovile di Bergamo Alta, in via Arena 12, a celebrazione del 60mo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione italiana
Promuovono il convegno l’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo (Usp, l’ex Provveditorato agli Studi, www.istruzione.bergamo.it) e la Consulta Studentesca di Bergamo (www.consultastudenti.bg.it) in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale Sociale della Diocesi di Bergamo e con Libera – Associazione contro le mafie.
All’incontro sono stati invitati: i dirigenti scolastici, i docenti referenti alla legalità, alla cittadinanza, alla rappresentanza studentesca e al volontariato, i rappresentanti degli studenti in Consulta studentesca, i rappresentanti degli studenti in Consiglio di istituto, associazioni di rappresentanza dei genitori nella scuola. 
“L’iniziativa prosegue e consolida le diverse attività che molti istituti del nostro territorio, l’Ufficio Scolastico e la Consulta studentesca, spesso in collaborazione con altre istituzioni, portano avanti da tempo sui temi della legalità e dell’educazione alla convivenza civile – spiega Luigi Roffia, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo – Nella consapevolezza che questo compito civile ed educativo necessita di continuità e di reale collaborazione tra Ufficio Scolastico e singole scuole, crediamo che questo convegno possa costituire un significativo momento di condivisione e di reale crescita di consapevolezza per le giovani generazioni”.
Questo il programma
Ore 9.30  Arrivo delle classi al Seminario vescovile, in via Arena 12, Bergamo
Ore 10.00 Introduzione ai lavori con gli interventi di: Luigi Roffia, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo; don Francesco Poli, direttore dell’Ufficio Diocesano per la Pastorale Sociale; Antonio Sanna, presidente della Consulta Provinciale Studentesca di Bergamo
Ore 10.30 Il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso dialoga con gli studenti delle scuole bergamasche sul tema “Costituzione e legalità. Una sfida per le giovani generazioni: educarsi e vivere nella legalità”. Introduce Silvio Troilo, docente di Istituzione di Diritto Pubblico presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bergamo
Ore 12.30 Termine del convegno

I rappresentanti della Consulta Studentesca di Bergamo sono convocati al Seminario alle 9.00 per curare l’accoglienza delle classi e lo svolgimento dell’intera mattinata di lavoro. Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.00, nella sala conferenze dell’Ufficio Scolastico Provinciale, in via Pradello 12, a Bergamo, la Consulta studentesca si riunirà in assemblea plenaria per l’approvazione del piano annuale di lavoro per quest’anno scolastico 2008/2009.
La Consulta studentesca orobica è un “parlamentino dei giovani”, l’unico organismo apartitico e istituzionale di rappresentanza studentesca su base provinciale, composto da due studenti per ogni istituto superiore bergamasco. Le nuove attività spazieranno fra teatro, cultura, musica, arte, sport, cittadinanza attiva, star bene tra giovani. In tema di legalità e diritti, in particolare, la Consulta studentesca il 10 dicembre ha appena celebrato i sessant’anni della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, e il 23 maggio 2009, per il terzo anno consecutivo, viaggerà sulla nave della legalità con la guida di Giorgio Lanzi, docente referente per le attività studentesche dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo, insieme ad altri studenti da tutta Italia: si salperà da Civitavecchia e si sbarcherà a Palermo nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci.
Questo il Consiglio di presidenza della Cps orobica 2008/2009:
il presidente della Cps orobica è Antonio Sanna, studente di quinta all’Istituto di Istruzione Superiore “David Maria Turoldo” di Zogno; vicepresidente Paolo Graccione, del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo; presidente commissione Comunicazione: Mirco Vitali, geometri “Quarenghi” di Bergamo; presidente commissione Musica: Sara Manzoni, Istituto “Mamoli” di Bergamo; presidente commissione Arte: Giorgia Carissimi, liceo scientifico “Lussana” di Bergamo; presidente commissione Teatro: Elisa Cattaneo, Istituto “Lotto” di Trescore; presidente commissione Sport: Marouane Zrouri, Istituto “Pesenti” di Bergamo; presidente commissione Legalità: Francesco Rocchetti, liceo “Falcone” di Bergamo; presidente commissione Cittadinanza attiva e Star bene tra pari: Alice Viscardi, Alberghiero di San Pellegrino; presidente commissione Bassa Bergamasca: Cristian Pizzigalli, Istituto “Rubini” di Romano Lombardo; presidente commissione Pace: Marianna Locatelli, Istituto “Galli” di Bergamo.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.