BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Città illuminata”: il caso Bergamo sotto i riflettori video

Bergamo è la nuova protagonista de “le città illuminate”, il progetto promosso da Nòva24 - Il Sole 24 ORE, in partnership con goodwill e in collaborazione con l’OCSE, rivolto a scoprire e riconoscere, i territori del nostro Paese che svolgono un ruolo di innovatori e che saranno futuri protagonisti nello scenario dell’economia della conoscenza. Dalle 17 esperti a confronto all'Università di via dei Caniana.

Più informazioni su

Bergamo è la nuova protagonista de “le città illuminate”, il progetto promosso da Nòva24 – Il Sole 24 ORE, in partnership con goodwill e in collaborazione con l’OCSE, rivolto a scoprire e riconoscere, attraverso un percorso di incontri che ha già toccato Trento, Trieste, Cagliari, Lecce, Faenza, i territori del nostro Paese che svolgono un ruolo di innovatori e che saranno futuri protagonisti nello scenario dell’economia della conoscenza. L’11 dicembre, presso l’Aula Magna dell’Università di Bergamo, in Via dei Caniana, dalle ore 17 alle 20, si terrà il convegno “Bergamo, città illuminata”, un incontro aperto per riflettere sul futuro del territorio che, attraverso la promozione di politiche incentrate su una costante e trasversale innovazione, si è conquistato il titolo di “città illuminata”.  L’incontro nasce a seguito di una ricerca e di un’inchiesta svolta da Nòva24 con la collaborazione dell’OCSE, e con il supporto di goodwill, studio di consulenza che si occupa di strategie di sviluppo del territorio orientate alla cultura e alla creatività. L’OCSE, con il suo programma LEED, dedicato allo sviluppo locale, fornisce in particolare una serie indicatori che permettono di valutare il grado di progresso di una comunità rispetto ad uno sviluppo sostenibile e coerente con le direttrici della società della conoscenza. Il grado di apertura verso le nuove generazioni, gli investimenti e l’accesso alla formazione di base e superiore, i meccanismi di condivisione degli obbiettivi di lungo termine tra cittadini e decisori locali, la valutazione degli obbiettivi e l’accountability delle parti coinvolte, l’impatto ambientale della comunità e la rapidità di adozione di tecnologie pulite: questi temi costituiscono una matrice sulla quale poter analizzare le linee e le visioni di sviluppo della città e costruire un dibattito tra tutti gli attori coinvolti.  Dopo l’intervento del Sindaco Roberto Bruni, si aprirà il confronto, moderato da Luca De Biase, Responsabile di Nòva24, con esperti di fama internazionale nell’ambito dello sviluppo locale e dell’economia della conoscenza, quali Sergio Arzeni, Direttore del Programma LEED dell’OCSE, Pier Luigi Sacco, Professore di Economia della Cultura dell’Università IUAV di Venezia e direttore scientifico di goodwill e Greg Clark, esperto di city building che, oltre ad essere Presidente del Forum delle Agenzie di Sviluppo e delle Strategie di Investimento dell’OCSE, è consulente per lo sviluppo locale presso il Department for Communities and Local Government del Regno Unito ed è stato Direttore per le Strategie e la Comunicazione della London Development Agency. I loro interventi offriranno la cornice per comprendere le strategie che le realtà eccellenti del territorio bergamasco stanno portando avanti, mettendo in luce i fattori per la costruzione del vantaggio competitivo di un territorio negli scenari dell’economia della conoscenza: quali sono gli strumenti di sviluppo che oggi funzionano e perché? Quali sono i meccanismi di investimento e che ritorno offrono per lo sviluppo locale? Per rispondere a queste domande, la parola passerà ad alcune “nuove esperienze” del territorio, chiamate a testimoniare i loro percorsi e a confrontarsi in un dibattito aperto col pubblico. Percorsi diversi, tra scienza, cultura e tecnologia, accomunati da un “alto tasso d’innovazione”: Susanna Tomasoni, ricercatrice dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri parlerà del suo lavoro di ricerca all’interno del Laboratorio di medicina molecolare sull’utilizzo di cellule staminali per la rigenerazione del tessuto renale; Giovanna Brambilla Ranose, Responsabile dei Servizi Educativi della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo -, racconterà del programma che coinvolge mediatori culturali provenienti da 16 Paesi, come strumento di integrazione (e di interazione) delle diverse comunità di stranierisul territorio bergamasco; infine, interverrà Mauro Maffiuletti,Presidentedi Artpoint, consorzio di 8 aziende che applica le nuove tecnologie al restauro dei beni culturali grazie a un laboratorio di ricerca avviato all’interno del Point di Dalmine.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.