BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Circoscrizioni, la posizione dei socialisti

Il Partito Socialista bergamasco prende posizione sul destino degli organi di decentramento amministrativo (le Circoscrizioni) del Comune di Bergamo. Come noto, la legge lascia due sole alternative: o eliminarle del tutto o ridurle da 7 a 3. Si propone l'elezione in una data diversa dalle amministrative e la gratuità dell'incarico.

Più informazioni su

Il Partito Socialista bergamasco prende posizione sul destino degli organi di decentramento amministrativo (le Circoscrizioni) del Comune di Bergamo. Come noto, la legge lascia due sole alternative: o eliminarle del tutto o ridurle da 7 a 3. Ecco la posizione del Ps. 

Come abbiamo sempre sostenuto tutte le attenzioni, rivolte dalle Forze Politiche cittadine, hanno privilegiato, sino ad oggi il numero delle possibili future Circoscrizioni, oppure il metodo di elezioni dei Consigli Circoscrizionali; senza porsi la domanda sulle loro “funzioni” e sulle motivazioni che le hanno allontanate dall’interesse degli abitanti e, in alternativa, il perché siano proliferati “Comitati e Associazioni di quartiere”.
Lo stesso azzonamento, fatto a suo tempo, non corrisponde realmente alla necessità di avere , come esplicito riferimento, un quartiere, un ambito territoriale ben definito; in tal modo nascono Comitati trasversali, senza alcun punto di riferimento Circoscrizionale.
Non è possibile che per alcuni problemi specifici e comuni si debbano coinvolgere più Circoscrizioni, magari con maggioranze diverse, che interpretano tali problemi secondo l’appartenenza politica e non dalle concrete esigenze degli abitanti. In questo modo si crea l’alibi, all’’Amministrazione Comunale, di nascondersi dietro il muro di gomma della “burocrazia” e delle “competenze”.
Nessuno, crediamo vuol mettere in discussione il “Decentramento Amministrativo”, ma sostenere che tale funzione debba necessariamente corrisponde all’esistenza di una struttura “copia carbone” di un piccolo Consiglio Comunale, ci pare eccessivo e ci nasce il sospetto che si voglia unicamente preservare “poltrone” ai piccoli trombati di partito.
Conseguentemente noi proponiamo alcune condizioni fondamentali:
·         Che si identifichino chiaramente i ruoli e le funzioni delle future Circoscrizioni;
·         Che la zonizzazione tenga conto delle peculiari caratteristiche dei vari “quartieri”;
Che i Consigli Circoscrizionali siano eletti disgiuntamente dalle elezioni amministrative e che Consiglieri e Presidenti prestino la loro opera “gratuitamente”.
 
Partito Socialista Segreteria di Bergamo
Alberto Sangalli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ureidacan

    Sembra proprio che la posizione da me espressa in data 13.12.2008 sembra essere maggioritaria ed è quella che è emersa nella riunione dei capigruppo di ieri 12.1.2009.Tre circoscrizioni, partecipazione assicurata anche attraverso lo strumento del bilancio partecipativo, decentramento amministrativo, revisione del regolamento.

  2. Scritto da mocarabbash

    ureidacan molto preparato e in tema.

  3. Scritto da Pol.sco.

    A me basterebbe azzerare iva

  4. Scritto da iva

    In ogni caso sarebbe bene azzerare sentimenti e risentimenti di invidia, caro Pol.sco. Invernizzi.

  5. Scritto da Pol.sco.

    Lo sono tanto quanto lo sono per la tua intelligenza

  6. Scritto da iva

    Pol.sco. perchè sei così invidioso di ureidacan?

  7. Scritto da Pol.sco.

    Ureidacan è socialista ma non è iscritto al Partito Socialista
    Ha seguito Ottaviano Del Turco quando questi è diventato uno dei 45 fondatori del Partito Democratico
    Solo che adesso Ottaviano Del Turco ice peste e corna di Veltroni e del PD ed annuncia che si candiderà alle Europee nel Popolo delle Libertò dove ci sono i veri socialisti

  8. Scritto da ureidacan

    E’ anche la mia posizione, anche se da socialista non iscritto al partito socialista.Tutto sommato penso che questa sarà la soluzione che scaturirà martedì prossimo dalla riunione dei capigruppo: tre circoscrizioni, revisione delle attribuzione e del regolamento, coordinamento tecnico con il bilancio partecipativo. Per le elezioni invece si faranno in concomitanza con le amministrative.