BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bobo Vieri e la depressione: “Dopo il pedinamento avevo paura di tutto” fotogallery

Il centravanti deposita una perizia medica in cui si attribuisce la colpa del suo periodo nero all'ordine dell'Inter di farlo seguire e spiare. "Non uscivo pi?? di casa e anche adesso sono sospettoso e diffidente". Ha chiesto un risarcimento record: "non lo faccio per soldi ma per giustizia: mi hanno procurato danni gravi. Non avevo nemmeno pi?? voglia di fare fisioterapia".

Più informazioni su

"Ho passato un periodo in cui non uscivo più di casa, ho cominciato ad avere paura di tutto e a sospettare di tutti, io che non avevo nulla da nascondere. Ora vedo le cose in modo diverso, sono più sospettoso e diffidente". Christian Vieri racconta i i suoi tormenti in una perizia medica depositata al tribunale di Milano (e i cui contenuti sono svelati oggi dal Corriere della Sera) nell’ambito della causa intentata contro Inter e Telecom per la ormai famosa vicenda vicenda del suo pedinamento, che nel bomber scatenò una vera e propria sindrome depressiva. Bobo racconta che si sentiva talmente tradito e deluso da volerla fare finita con il calcio, da lui definito "marcio": addirittura, spiega, dopo essere tornato all’Atalanta la prima volta (con il celebre ingaggio da 1500 euro al mese e il gettone da 100 mila euro a gol) non seguiva le cure come avrebbe dovuto. "Ero talmente prostrato che non volevo neppure fare fisioterapia dopo un infortunio".
Secondo le accuse dei pm (che hanno chiuso l’inchiesta sulle intercettazioni Telecom chiedendo il processo per 34 persone), l’Inter chiese all’investigatore Emanuele Cipriani di seguire Bobo nei suoi spostamenti, per capire i motivi dei suoi cali di rendimento. "Forse stavo attraversando un periodo in cui non facevo gol – continua Vieri – È normale per un calciatore, può succedere. Loro cosa credevano? Che passassi le notti in discoteca? Che non mi allenassi? Ci voleva poco per saperlo. La mia vita è limpida, non ho segreti. Solo casa e lavoro. Professionisti come me ce ne sono pochi nel calcio. E invece loro che fanno? Mica mi contestano qualcosa. Mi fanno pedinare di nascosto. Non si può giocare con la vita della gente". Bobo è rimasto deluso soprattutto da Moratti: "Con lui avevo un rapporto ottimo, quando segnavo. Poi le cose sono cambiate". Ora andrà fino in fondo: ha chiesto un risarcimento di 12 milioni di euro a Telecom e di 9 milioni e rotti all’Inter per danni all’immagine, alla vita di relazione e mancati guadagni. "Non lo faccio per soldi, ma per giustizia. Ho subito danni pesanti e non avevo la testa per pensare a nulla".
Per fortuna il periodo buio sembra alle spalle: Vieri domenica è tornato al gol e, come si dice, ha ritrovato anche il sorriso. Festeggiatissimo dai compagni, sembra finalmente aver voltato pagina. E a 35 anni può avere ancora tanto da dire, e soprattutto molti gol da fare. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da The_Kaoxmaker

    Peccato Bobo, quì a Bergamo avresti potuto avere l’ambiente ideale per rifarti una tranquillità che tutti possono meritare, ma i tuoi atteggiamenti non hanno certo contribuito a restituire a noi tifosi l’affetto che ti è stato dimostrato. Ti dò solo un consiglio, prova non solo a suon di gol ma anche con il rispetto che meritiamo a riconquistarci, noi bergamaschi abbiamo un cuore d’oro e anche se non dimentichiamo sappiamo comprendere e perdonare. Provaci Bobo noi aspettiamo.

  2. Scritto da vittorio

    Poverino…io invece sono depresso perche’ guadagno 1200 euro al mese…

  3. Scritto da pippo1907

    grande vittorio una presa per il c…o per quelli come noi che ci facciamo un mazzo cosi

  4. Scritto da un attleta dilettante

    Vieri se si ritiene depresso, fa bene a portare avanti una causa migliardaria contro l’ Inter, sua ex società che lo ha pagato a peso d’oro. Mi auguro che vinca la causa, purchè dia in beneficienza i quattrini stessi della causa vinta; non penso che abbia bisogno di questi soldi, ne ha già guadagnato abbastanza, con la presenza degli sportivi che vanno a vederlo, altrimenti …… lasci stare la causa che guadagna in salute, e pensi a rendere di più in campo se cià ancora qualcosa da spendere.

  5. Scritto da Principebianco

    Bene Bobo, una grande vigliaccata quella della premiata ditta benpensanti Moratti & Tronchetti Provera: spremigli un bel risarcimento, non piangeranno neppure loro per come sono abituati a trattare il denaro..

  6. Scritto da martina

    Cosa non si fa per far parlare di sè… Visto che non ce la fa giocando sul campo, escogita altri trucchetti. La depressione gli è venuta quando ha iniziato la parabola discendente che capita a tutti gli atleti quando si avvicina l’addio all’attività agonistica, i riflettori si spengono e torni a contare solo per quello che vali veramente come persona. C’è chi rinasce a nuova vita e chi affonda nell’ oblio. Questa mossa ti rende ridicolo…

  7. Scritto da Farfarello

    Se vince la causa, perchè non dare i soldi in beneficenza a qualche organizzazione no profit (onlus) che si occupa della cura e del reinserimento professionale dei malati di depressione?
    Solo così potrei dare credito a quanto sostiene Vieri. Altrimenti è tutta aria fritta per un pugno di dollari in più

  8. Scritto da tamtam

    ma come si fa a sentirsi depressi con tutti quei soldi e con una donna come la satta? smettila…….

  9. Scritto da lavorare no?

    Scusate ma sono i trucchi del mestiere del suo avvocato che per ottenere un risarcimento per danno morale e biologico doveva provare in qualche modo che ha subito danni personali. E’ solo una perizia di parte prodotta dalla difesa di Vieri,vorrò vedere se un consulente del Tribunale dice che è depresso e se il Giudice liquida 12 milioni di euro di risarcimento.Ma per piacere! E’ un pò qualunquista ma oggi ci sta: andasse a lavorare che ogni giorno leggiamo di altri operai in cassa integrazione!

  10. Scritto da nick70

    vai dalla canalis che ti fa passare la depressione…..italiani smettiamola di credere a questi signori, che tra veline, amici, tronisti, gossip vari, loro fanno i soldi alle nostre spalle mentre c’è troppa gente che vive con meno di 1000 euro al mese!!!

  11. Scritto da at

    Povero cristo deve averla vista proprio brutta, cosi’ malato, e trovare ancora la forza per allenarsi, mi commuovo al pensiero, spero sia stato seguito da un buon psichiatra. Avra’ fatto richiesta per ottenere la social card?

  12. Scritto da giulio

    Io l’ho visto quest’estate al mare, in una località per ricchi, abbronzato, felice e sghignazzante assieme alla sua velina mentre sorseggiava champagne, ma non mi pareva così debilitato dalla depressione. Ma c’è chi crede alle palle, è proprio il caso di dirlo, di questa gente? ma io non so. Nemmeno un briciolo di vergogna a sostenere queste cose in un momento di crisi con gente che ha perso il lavoro o comunque guadagna una miseria! Smettiamola di andare allo stadio per arricchire sta gente!