BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lella Costa a passo di tango

Il 22 e il 23 dicembre l'attrice condurrà gli spettatori in un viaggio attraverso l'atmosfera malinconica del ballo argentino. Al centro del racconto il personaggio di Carlos Gardel, indimenticabile "voce" sudamericana.

Il passo dell’anima, ideato, scritto e diretto da Rosetta Cucchi, rivive i momenti più significativi della vita di questo meraviglioso tangero, attraverso un concerto-spettacolo che vuole essere un brillante excursus nell’atmosfera malinconica e sognante del tango argentino, un viaggio alla ricerca dell’essenza più profonda di un Paese, luogo di grandi sogni e speranze di un popolo in movimento.
Così, su uno sfondo scenico in prevalenza azzurro, con tocchi di rosso, il colore della passione, scorrono immagini dell’epopea degli emigranti di Buenos Aires nei primi decenni del Novecento, istantanee di Gardel, ma anche fotogrammi che raccontano la tragica vicenda dei desaparecidos, vittime della crudele dittatura degli anni Settanta.
Uno spettacolo accattivante, in cui narrazione e canto, musica e danza, sono tutti elementi dello stesso racconto. Da un lato la voce recitante di Lella Costa, affabulatrice di razza, che con garbo, comprensione e gentile ironia delinea poeticamente la biografia affascinante e misteriosa di Carlos Gardel, coinvolgendo il pubblico con un testo capace di unire provvisorietà della vita e dimensione mitica del tango. Dall’altro la voce possente e sempre ben modulata di Andrea Concetti, straordinario basso-baritono, che ripercorre le più famose canzoni del tangero, curate per la trascrizione e la direzione musicale da Marco Galarani.
I due artisti conducono il pubblico in un percorso a ritroso, che ha inizio nella lontana Argentina per poi penetrare all’interno dello spaccato di vita di un uomo, Gardel, «diviso tra la voglia di riattraversare l’oceano che lo separa dalla fama e dagli sfarzi del vecchio continente e la nostalgia del ritorno alla sua casa, che altro non è che il luogo dell’anima», come racconta la regista.
Le voci della Costa e di Concetti sono valorizzate dall’Ensemble della Filarmonica Arturo Toscanini, che offre un solidissimo tappeto musicale, mentre i due ballerini Giada Scimeni e Gaetano La Mantia, con i loro movimenti geometrici e sincronizzati, si lasciano andare a romantici tanghi.
Lo spettacolo, che prende il via proprio con l’ascolto della voce di Gardel in una registrazione segnata dal tempo, dedicata al tango e a Buenos Aires, si chiude con la sua morte, passando attraverso una narrazione che è insieme ricordo e rinnovata fascinazione. Carlos Gardel è la voce per antonomasia del tango. Nato l’11 dicembre 1890 a Tolosa, in Francia, emigrò in Argentina con la madre nel 1893. Là, egli divenne un famoso cantante folk ed una leggenda del tango allorché si esibì in pubblico con Mi noche triste, che fu il primo brano mai inciso di tango cantato, di cui divenne presto il creatore.
La sua ascesa nel panorama musicale di inizio secolo fu rapidissima, equiparabile all’epoca solo al fenomeno musicale rappresentato da Caruso, e diventò, così, ben presto, una star a livello internazionale. La sua morte prematura, avvenuta nel 1935, a soli 44 anni, a causa di un incidente aereo, ha contribuito ad alimentare l’alone di mito che da sempre circonda questa figura.

Il passo dell’anima: il mito di Carlos Gardel
22 e 23 dicembre, ore 20.30
Costo dei biglietti: da euro 10.00 a euro 28.00, più diritto di prevendita del 10%.
Per informazioni sugli spettacoli
tel 035.4160678
da lunedì a venerdì 9.00-12.00 e 15.00-17.00
www.teatrodonizetti.it
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.