BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“E’ un’Atalanta a mia immagine e somiglianza”

L'allenatore è soddisfatto: "La squadra si avvicina molto a quella che avevo in testa a inizio stagione. Ha una sua identità e gioca sempre per vincere. La manovra migliora e la difesa tiene bene". Elogi per Vieri e Doni: "Bobo è parte integrante del gruppo, Cristiano è una garanzia".

Più informazioni su

Luigi Del Neri si gusta un’Atalanta sempre più fatta a sua immagine e somiglianza: "La squadra ha sempre dimostrato di avere una sua identità, magari a volte con meno attenzione ma abbiamo sempre fatto la nostra parte. Questa Atalanta si avvicina molto a quella che avevo in testa all’inizio della stagione: abbiamo individualità importanti ed il nostro valore aggiunto è l’organizzazione di gioco che con il lavoro quotidiano migliora gara dopo gara". Dietro l’angolo c’è il Genoa, ma Del Neri non ha paura del tabù trasferta: "A Reggio i nostri avversari con zero tiri hanno fatto due gol, noi ci siamo fermati a due pali ma sul piano del gioco non siamo stati arrendevoli: adesso abbiamo cambiato qualcosa con l’inserimento di Valdes ottenendo in avanti grossi benefici". Le buone notizie arrivano anche da dietro: "La difesa tiene bene, è importante sottolineare però anche il lavoro di tutta la squadra perchè se come successo contro Lazio e Udinese concediamo pochissimo è merito anche del fatto che non stiamo mai sotto pressione per tanti minuti. In campo siamo equilibrati, abbiamo ottime alternative come Valdes, De Ascentis e lo stesso Vieri: aspettiamo Cigarini e Cerci, la qualità di Doni e Floccari stà avendo continuità e quindi andiamo avanti fiduciosi". 
Impossibile non spendere parole sui due grandi vecchi: "Vieri è parte integrante del gruppo, al di là del gol di domenica mi piace ricordare l’affetto della gente e di tutta la panchina che è corsa ad abbracciarlo: lui è un tipo schietto, sa quello che può dare e lavora con umiltà come tutti gli altri, mettendosi a disposizione mia e della squadra". Elogi anche per Doni: "Si allena sempre al massimo, se per due o tre giorni deve lavorare a parte io non mi preoccupo, visto che poi tutti possiamo godere di prestazioni come quella di domenica: a 35 anni la sua professionalità, l’impegno che mette ogni giorno sono una garanzia per l’Atalanta".
Catenaccio sul mercato: Vantaggiato e Peluso sono in arrivo, ma il mister non si sbilancia: "L’Atalanta già si muoverà in prospettiva: ci sono giocatori che continuando su certi livelli facilmente a giugno partiranno verso altre squadre, questo è normale ed è giusto che sia così per una società come la nostra. Noi dobbiamo lavorare cercando di inserire gente che da gennaio a giugno possa integrarsi nel gruppo diventando la realtà di domani: questo succederà se il mercato offrirà buone opzioni come del resto ci saranno partenze per mandare ragazzi a giocare solo se ce ne sarà la possibilità".

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.