BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un pizzico di rosa nella politica declinata al maschile

Alessandra Gallone è la nona parlamentare targata bg e l'unica senatrice. Un vero record che conferma un po' la misoginia di una terra ove le donne in politica sono rare e quasi sempre lasciate nelle retrovie. Oltre all'europarlamentare Pia Locatelli, infatti, nelle stanze dei bottoni oggi la percentuale femminile è quasi invisibile.

Più informazioni su

Tra i bergamaschi che in sessant’anni di storia repubblicana si sono avvicendati al Parlamento romano le donne si contano sulle dita delle mani. Otto in tutto: Ernestina Belussi, Vittoria Quarenghi, Maddalena Moretti, Valentina Lanfranchi, Mariolina Moioli, Carolina Lussana, Silvana Mura e Giuliana Reduzzi. Ma Alessandra Gallone fa qualcosa in più che rimpinguare le esigue fila in rosa: è la prima bergamasca ad approdare a Palazzo Madama.
Un vero record che conferma la misoginia di una terra in cui davvero le donne in  politica sono rare e quasi sempre lasciate nelle retrovie. Oltre all’europarlamentare Pia Locatelli, sono infatti davvero poche le donne provenienti dalla città o dalla provincia nelle stanze dei bottoni oggi come oggi. A Roma, a Montecitorio ci sono solo Carolina Lussana e Silvana Mura; al Pirellone, a parte il fatto che non c’è neanche un assessore targato bg, c’è un’unica consigliera, Elisabetta Fatuzzo. Languono anche le donne sindaco: un piccolo boom a dire il vero si era registrato l’anno scorso a un mini-tornata elettorale quando ben otto sindachesse avevano conquistato altrettanti campanili, ma nella più recente prova, nella primavera 2008, la situazione si è di nuovo spenta: poche le candidate e pochissime le vittorie nei municipi. Per non parlare delle Comunità montane: otto sono nella Bergamasca e tutte sono guidate da uomini.
Non va meglio negli esecutivi. La Giunta della Provincia conta solo due "assessore" Tecla Rondi e Alessandra Salvi mentre Palafrizzoni "svetta" con ben quattro: Elena Carnevali, Maddalena Cattaneo, Silvana Nespoli ed Ebe Sorti. Ne sa qualcosa la neo senatrice che, nella Giunta guidata da Cesare Veneziani era l’unica titolare di un assessorato, quello della Scuola. 
E nei partiti? Stendiamo un pietoso velo visto che tra segreterie provinciali e cittadine (del capoluogo) si segnala solo una leader ed è Mirosa Servidati del Partito democratico. 
In siffatto panorama non resta fare un applauso a chi, come Alessandra Gallone, è riuscita a conquistare uno spazio di tutto prestigio nella politica al maschile. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.