BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ crisi: meno vestiti, ma pi?? puntate al Superenalotto

C????? la crisi e gli italiani scelgono a cosa rinunciare, ma proprio perch?? nei momenti difficili sopravvive la speranza, continuano ad affidarsi alla dea bendata e a puntare su una vincita strepitosa. E non fanno ameno neppure dei telefonini e dei prodotti per la persona. Ma acquistano sempre meno auto, vestiti e rinunciano al ristorante.

Più informazioni su

Superenalotto sì, ristorante no. C’è la crisi e gli italiani scelgono a cosa rinunciare, ma proprio perché nei momenti difficili sopravvive la speranza, continuano ad affidarsi alla dea bendata e a puntare su una vincita strepitosa. E non fanno ameno neppure dei telefonini e dei prodotti per la persona. Ma acquistano sempre meno auto, vestiti e rinunciano sempre più al ristorante. Questo emerge dall’indicatore dei consumi di Confcommercio relativo al mese di ottobre.
Interrompendo una tendenza che durava da mesi, la domanda di beni e servizi ricreativi fa registrare un aumento del 2,4% dovuto principalmente alla forte crescita della spesa per giochi a premi, soprattutto del Superenalotto per il quale, a fronte del montepremi in palio arrivato a oltre 100 milioni, la spesa è aumentata a ottobre di circa il 230% rispetto alla media mensile degli ultimi due anni. Continuano a tirare anche i telefonini e i computer di ultima generazione: la domanda si è confermata la componente più dinamica della spesa delle famiglie, con una variazione del +6,6%. Ma finiscono nel carrello della spesa anche le creme e i prodotti di bellezza, con un aumento delle quantità vendute (+2,3% in termini tendenziali) determinato prevalentemente dalla domanda di prodotti farmaceutici.
I consumi comunque sono in calo e registrano l’ottava flessione consecutiva, chiudendo i primi dieci mesi dell’anno con una diminuzione del 2,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. “Le prospettive per i prossimi mesi – spiega Confcommercio – sono poco incoraggianti, vista anche la sensibile riduzione registrata a novembre da parte degli ordinativi delle aziende che lavorano su commessa (-3,2% su ottobre)".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe

    Vuoi mettere una sicura mangiata di pesce al ristorante con un’aleatoria vincita al superenalotto!!!!!