BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cassa straordinaria: sì delle banche all’anticipo

Il tavolo di confronto fra istituti di credito e sindacati, che si va ad integrare con quelli promossi dalla Provincia di Bergamo, ha portato all'impegno delle banche ad anticipare la cassa integrazione straordinaria ai lavoratori che sono interessati dal provvedimento.

Più informazioni su

E’ stato il primo incontro fra i sindacati e i rappresentanti di alcuni istituti di credito bergamaschi quello che si è svolto nella mattinata di venerdì 5 dicembre, portando a due risultati. Un tavolo di confronto fra le due parti, che si va ad integrare con quelli promossi dalla Provincia di Bergamo, e l’impegno delle banche ad anticipare la cassa integrazione straordinaria ai lavoratori che sono interessati dal provvedimento. "Le modalità tecniche con cui avverrà l’anticipo le definiremo nel prossimo incontro in programma martedì 16 dicembre, ma per il momento siamo soddisfatti dell’intesa di massima raggiunta", ha commentato Luigi Bresciani, segretario provinciale della Cgil. Durante l’incontro, che si è svolto alla Camera di commercio di Bergamo, è stato toccato anche il tema di una sospensione temporanea dei mutui per i lavoratori in difficoltà, ma a questo proposito la discussione è ancora aperta e verrà ripresa martedì 16. "Al momento sono allo studio delle ipotesi, ma giudico particolarmente interessante l’intenzione di proseguire il dibattito sul futuro sviluppo del nostro sistema economico anche con le banche, che hanno dimostrato interesse e disponibilità”, ha precisato il segretario della Cisl di Bergamo Ferdinando Piccinini. E soddisfazione per l’esito dell’incontro è stata espressa anche da Marco Cicerone, segretario della Uil orobica, che ha sottolineato "come si sia trattato di un incontro storico, essendo il primo fra istituti di credito e sindacati".
Fra i rappresentanti delle banche erano presenti: Cesare Zonca, presidente del Credito Bergamasco, Giuseppe Masnaga, direttore generale della Banca Popolare di Bergamo, Angelo Ghislandi di Intesa San Paolo, Gerardo Zito, responsabile del Servizio mercato retail di Intesa San Paolo, Battista De Paoli, coordinatore delle Bcc della Bergamasca e Gianfranco Bonacina nella veste di consigliere della Camera di commercio in relazione al credito. Oltre ai tre segretari provinciali, erano poi presenti Ivan Valota della Cgil, e Patrizio Fattorini, Pierangelo Mariani e Mimma Pelleriti della Cisl.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.