BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Valdes a sinistra, Padoin al centro: ecco la soluzione”

Del Neri promuove la formazione che ha schiantato la Lazio: "Julio e Simone sono andati bene, finché non tornerà Cigarini sarà questo il modulo giusto". Poi elogia Floccari: "E' maturato molto ed è consapevole dei suoi mezzi: la Nazionale è alla sua portata".

Più informazioni su

Due sberloni alla Lazio per dare uno schiaffo alle critiche. L’Atalanta si gode applausi e elogi, che non mancano mai quando si esibisce in casa. Del mal di trasferta ci si tornerà a preoccupare da lunedì prossimo: domenica si giocherà ancora al Comunale, ospite di turno l’Udinese. “Sono sempre convinto che le critiche se sono giuste sia doveroso farle – attacca Del Neri – se sono gratuite invece no: siamo contenti di aver fatto una buona partita dimostrando che ci siamo anche se lo avevamo già fatto anche altre volte, anche in occasione di qualche sconfitta”. Certo è che l’Atalanta sfrutta al massimo il fattore campo. “Tranne forse l’Inter – spiega l’allenatore – in serie A oggi tutte le squadre hanno alti e bassi, fanno bene in casa soffrendo in trasferta e guardando la classifica ci sono 7 squadre in 10 punti: può sempre accadere di tutto, è un campionato molto difficile”.
E’ in arrivo un’Udinese arrabbiata, reduce com’è da 4 sconfitte. “Non avranno magari un gran morale ma sono una squadra importante: noi dobbiamo cercare di sfruttare il momento positivo”. Magari sfruttando soluzioni nuove, come con la Lazio: “La prova di Valdes mi ha soddisfatto al di là della rete. Per me è importante vedere come si muovono i giocatori, il suo apporto nella fase offensiva può essere importante quando si accentra e gioca più vicino agli attaccanti”.
Anche Padoin al centro ha convinto. “Contro la Lazio ha forse giocato la sua miglior partita. Fino a quando non rientrerà Cigarini credo che la soluzione vista sarà molto utile e di questo ne beneficerà anche Floccari, sicuramente chiamato a lavorare meno rispetto a quando gioca da solo in avanti con Doni alle spalle”. E a proposito di Floccari Del Neri aggiunge: “Credo che Sergio sia maturato molto, adesso è consapevole dei suoi mezzi e segna con continuità: ha solo 27 ani, tanti margini di miglioramento ma già oggi con 7 reti in 14 partite ha fatto molto bene senza dimenticare il grande lavoro per la squadra. La Nazionale? Penso che Lippi segua tutti i giocatori che si esprimono su certi livelli, quindi anche lui”.
Infine, il discorso scivola sulla benemerenza a Doni: “Non saprei se quello è un riconoscimento giusto, certo è che sia per lui meritata una proposta di questo genere perchè ha dimostrato di avere a cuore questa maglia e questi colori”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.