BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Riorganizzazione delle Comunit?? montane: nominati i commissari

Sono Aurelio Bertozzi per l'accorpamento dell'Alto e Basso Sebino e della Valcavallina e Giorgio Napoli per quello dell'Alta e Media Valseriana. Con i presidenti in carica costituiranno un organismo che porter?? alla creazione dei nuovi enti bergamaschi.

Più informazioni su

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha nominato i commissari che dovanno gestire, insieme ai presidenti delle Comunità montane, la riorganizzazione degli enti, in particolare quelli che sono stati accorpati.
In Bergamasca l’intervento di ristrutturazione, dopo le battaglie e le polemiche dei mesi scorsi, che sono giunte alla salvaguardia della Valle di Scalve lasciata indipendente, riguarda le Comunità dell’Alto e Basso Sebino e della Valcavallina, che da tre passano a una, e quelle dell’Alta e Media Valseriana che passano da due a una. Per Sebino e Valcavallina il commissario è Aurelio Bertozzi: affiancherà gli attuali presidenti, Ferruccio Ducoli, Celestino Bettoni e Mario Barboni. Per la Valseriana invece sarà Giorgio Napoli a guidare il team composto dai due presidenti Bernardo Mignani e Lucio Fiorina. Commissario più presidenti costituiranno un organo collegiale che dovrà effettuare una ricognizione del patrimonio delle Comunità e predisporre la relazione contenente le proposte in odine al patrimonio, alla nuova sede e alla costituzione del nuovo ente. Il tutto entro il 31 gennaio 2009. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Davide

    Volendo poi precisare il concetto relativo al numero minimo dei Comuni, riporto di seguito quanto dice la Finanziaria: “sono altresì soppresse le comunità montane che […] risultano costituite da meno di cinque comuni, fatti salvi i casi in cui per la conformazione e le caratteristiche del territorio non sia possibile procedere alla costituzione delle stesse con almeno cinque comuni, fermi restando gli obiettivi di risparmio”. Non si esclude quindi la possibilità di CM con meno di 5 comuni.

  2. Scritto da Davide

    Da scalvino dico che il Comune unico non si farà, se non imposto con legge statale. Si sta lavorando invece per la creazione di un ufficio tecnico unico, mentre la maggior parte dei servizi sono già gestiti a livello di Valle.

  3. Scritto da ABOLIAMOLE!

    ABOLIAMO LE COMUNITA’ MONTANE!
    BASTA CARROZZONI SPRECASOLDI E BASTA OCCUPAZIONE DI POLTRONE INUTILI DA PARTE DEI POLITICI TROMBATI E DEI SOLITI AMICI DEGLI AMICI!

  4. Scritto da walter

    Il comico sta nel fatto che dopo aver ottenuto di salvare la comunita montana della valle di scalve con solo quatro paesi…(il minimo sono 5) ora gli scalvini pensano di abbatere i costi creando comune unico..(vedi araberara)
    Quindi comunita montana con un unico paese…