BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Doni cittadino benemerito: siete d’accordo? fotogallery

Gli esponenti della Lega e di An hanno inserito il nome del capitano dell'Atalanta fra i personaggi a cui potrebbe essere assegnata prima di Natale la benemerenza civica di Bergamo. Il merito? Essere il giocatore nerazzurro che ha segnato il maggior numero di gol. E voi cosa ne pensate? Diteci la vostra.

Cristiano Doni cittadino benemerito di Bergamo? A qualcuno potrà sembrare eccessivo, altri lo riterranno il giusto riconoscimento al giocatore dell’Atalanta che ha segnato il maggior numero di gol nell’ultracentenaria storia nerazzurra (91). Di questo avviso sono il capogruppo di Alleanza Nazionale Franco Tentorio e il consigliere comunale e regionale della Lega Nord Daniele Belotti. Sono loro i promotori della proposta su cui si dovrà pronunciare ufficialmente la Giunta comunale nei prossimi giorni. Come è tradizione, infatti, prima di Natale il Consiglio comunale conferisce le benemerenze a personaggi che con la loro attività hanno dato lustro alla città. Per la precisione, vengono consegnati dieci attestati e cinque medaglie d’oro. In passato sono stati premiati personaggi come Felice Gimondi, Lucio Parenzan, Giulio Bosetti, Filippo Maria Pandolfi. Ma qualche volte è passata anche qualche indicazione che ha fatto storcere il naso. Come potrebbe essere anche il caso di Cristiano Doni, perchè c’è chi osserva che un calciatore pagato centinaia di migliaia di euro non è un filantropo. Ma, per contro, si rilancia osservando che le sue imprese hanno fatto parlare di Bergamo in tutta Italia. E’ stato, insomma, uno straordinario testimonial. Non basta per considerarlo un benemerito?
Umberto Bortolotti: "Se lo merita, è una bandiera".
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ugo

    giusto!
    cittadino benemerito è colui che che ha acquistato meriti con opere buone o utili
    grande DONI

  2. Scritto da mario59

    Ma siiii…. per la gioia di tutti i tifosi atalantini… peccato che non sia un giocatore di colore… non credo che la lega e AN lo avrebbero proposto cittadino benemerito… neppure se avesse segnato il doppio dei gol di Doni.

  3. Scritto da iva

    Questa rincorsa alla sponsorizzazione di personaggi popolari, dal Caglioni a Doni, tramite iniziative di marcata politicizzazione, fazione, potrebbero avere conseguenze opposte alle finalità di chi le propone.
    Piacerebbe rilevare che i ‘Doni’ continuino a dare un aiuto concreto a ai ‘Caglioni’ anche a riflettori spenti.
    In fin dei conti la rosa dell’atalanta è quella che riusci a sottoscrivere il primo vero documento dignitoso a Matarrese..

  4. Scritto da gabri

    Dispiace pensare che in un momento così difficile per la società bergamasca si pensi a frivolezze del genere. E’ solo l’ennesima puntata del carattere che contraddsitingue i nostri vertici dirigenziali peccato che fra tutte le persone che quotidianamente si impegnano in attività particolarmente delicate come ordine pubblico, protezione civile e sanità mettano in lista propio l’ultima ruota del carro. A questo punto propongo la nomina di una velina e di un VIP dell’isola almeno siamo al completo.

  5. Scritto da Sol

    Giustissimo!!! oltre ad essere un bravo giocatore è anche una bravissima persona che ha fatto molto per Bergamo.

  6. Scritto da Mill

    Ridicolo, quelli che insultano Garibaldi vorrebbero una Repubblica fondata sul calcio.
    NO !

  7. Scritto da Auro

    vorrei ricordare ai “benpensanti” che subito la buttano sullo scandalo che questo non è un premio che viene dato ogni anno a UNA persona e basta , ma a gruppo di persone che si sono rese meritevoli , in un campo o nell’altro di essere gratificati . in passato è stato dato a : giornalisti , politici , cantanti , donatori di sangue benemeriti , e addirittura rappresentanti del clero , oltre che a ristoratori , (d’ambrosio e “da mimmo”) doni rappresenta bergamo quindi se lo ritengono giusto

  8. Scritto da Auro

    e siccome l’Atalanta rapprenta Bergamo penso che non ci sia nulla di scandaloso !
    ps vorrei aggiungere che non sono Atalantino e non vado allo stadio , non me ne frega nulla di calcio .

  9. Scritto da Paolo Comi

    Siamo al ridicolo.Ci sono persone che aiutano il prossimo con azioni ben più importanti che tirare calci ad un pallone.

  10. Scritto da Massimo Sironi

    Concordo con quel filantropo del sig Comi.
    Trovo che chi fa sport profesionistico ben pagato non debba avere riconoscimenti.
    Già in passato metter il prof Parenzan vicino a Gimondi, grande atleta ma signor profesionista , mi è sembrato riduttivo per chi lavora per il bene della società. Mi meraviglia che Tentorio abbia aderito alla proposta di Belotti che si vanta di essere un tifoso che non rinnega il suo passato da ultras

  11. Scritto da Felice

    Ditemi che è uno scherzo… niente contro Doni ci mancherebbe ma forse il premio andrebbe destinato ad altri…stiamo toccando il fondo non forrei che invece di risalire qualcuno cominciasse a scavare…

  12. Scritto da iva

    13 e 14 insieme sono la doppia faccia della medaglia: se Doni si offre quale volto popolare per promuovere iniziative che scardinano le logiche di mero potere mediatico ed economico avrà vinto anche come uomo, il più bel riconoscimento che potrà fare a se stesso.

  13. Scritto da Il Bergamotto

    Cominelli, cui Doni ha soffiato il record di marcature all time dell’Atalanta, nella lista dei benemeriti non compare. Ma, poer bala, era di Parre..

  14. Scritto da Will

    Ci sono persone che non appaiono mai, che danno una mano agli altri senza chiedere un grazie, che non lo ricevono, e se un bravo/a lo ricevono è un caso, ci sono persone che per quello che fanno non vengono mai fotografate, non appaiono sui giornali, mai sul web. Ci sono persone che si danno agli altri, ai propri figli in continuazione come se fosse una missione. Doni è figlio di una società che celebra l’apparenza, i miti sono nascosti e altrove. Ce ne accorgeremo sempre troppo tardi.

  15. Scritto da Michele Forchini

    non ci vedo nulla di male nel premiare Doni,per meriti sportivi. Anzi, andrebbe coinvolto maggiormente per prestare il suo volto a campagne di sensibilizzazione verso i giovani.

  16. Scritto da Dumbo

    Vedo che Tentorio e soprattutto Belotti che paghiamo lutamente hanno tanto tempo per pensare ma quello ch partoriscono non è il massimo. Certo pero piuttosto che loro è meglio che cittadino benemerito sia Doni…anche perchè lui mi fa divertire gli altri due piangere…forza….atalanta

  17. Scritto da ol Giopì castigamacc

    Potrebbe anche meritarsela,tutto sommato,questa onorificenza civica,ma a condizione di diventare finalmente corretto in campo con arbitri e avversari.

  18. Scritto da Luca dalmine

    finalmente il comune fa qualkosa di buono… nn ci vedo niente di male..
    forza Doni..

  19. Scritto da ludovico

    Piedi buoni , carattere isterico e irascibile, ogni 2 per tre viene ammonito
    perciò, al di la del fatto che il premio della cittadinanza merita qualcuno che opera per il bene comune, non mi sembra che Doni, visto i suoi isterismi sia un esempio per i giovani.
    Belotti e Tentorio dovrebbero pensare a cose piu importanti visto che rappresentano il 45 per cento della popalazione
    Comunque meglio Doni di questi consiglieri comunali

  20. Scritto da iva

    Aggiornamenti al sondaggio danno 13 e 14 in maggioranza sulla proposta di Belotti..

  21. Scritto da ardi

    solo se smette di protestare e farsi ammonire come un bambino

  22. Scritto da A72

    Belotti come al solito non si smentisce mai…pensi a lavorare per le cose serie…e a proporre soluzioni per i veri problemi della gente comune

  23. Scritto da alberto ti

    io sono d’accordo. Doni ma anche il bergamasco Antony Cortinovis (mister gay 2008) cittadini benemeriti! Perché uno sì e l’altro no? E poi Antony è bergamasco bergamasco. Cosa dice il Belotti? E il Tentorio? Ciaaaaau

  24. Scritto da ureidacan

    L’anno scorso per le benemerenze avevo a fianco, tra gli ospiti, la moglie e i figli di Giacinto Facchetti. Quando è stata letta la motivazione, io, che sono milanista dalla nascita, mi sono commosso sino alle lacrime. Grandissimo calciatore, uomo immenso. Premierei Stomberg, che tra l’altro continua ad abitare nella nostra città. Ma se lo comanda Belotti, pazienza:non è che fa come con Ivan Ruggeri, che prima lo voleva distruggere ed ora (!) lo ama….

  25. Scritto da iva

    grazie lello.
    Adrebbe parimenti evidenziata anche la cronologia storica delle proposte in tal senso e la contestualizzazione rispetto alle dinamiche della vita cittadina.

  26. Scritto da arturo

    Proprio un bel modello da seguire per le migliaia di ragazzi delle giovanili di tutte le età , uno che riesce a litigare anche nelle amichevoli. Ma siamo seri dai.
    Sarebbe interessante il parere di Mino Favini in merito.

  27. Scritto da intelligenti

    Ma dare la benemerenza a qualcuno che abbia fatto qualcosa di più importante, intelligente e nobile che non due calci a un pallone no? d’altronde la proposta viene da Belotti che è un noto freqeutnatore dello stadio e che evidentemente ha a cuore soltanto l’ “importantissima e necessaria” rilevanza nella vita quotidiana di tutti noi del gioco del calcio.
    Bell’esempio per i giovani, sempre e solo modelli da velina e calciatore in questo Paese!

  28. Scritto da atalantino

    quelli che ora fanno i perbenisti, quando ci sono i mondiali sono i primi a scendere in strada a strombazzare per una vittoria della nazionale. per 4 anni sputano sul calcio, poi per un mese (con l’intermezzo degli europei) sono lì attaccati alla tv. e ovviamente non dicono niente delle alte onoreficenze che i miliardari calciatori prendono dal presidente della repubblica. e allora ci sta pure na pergamena del comune a doni, il più grande giocatore della “nazionale”, pardon, squadra bgsca.

  29. Scritto da intelligenti

    Non guardo le partite di calcio alla tv nè durante il cmapionato nè della nazionale, non scendo in strada a strombazzare durante i mondiali. L’inno nazionale lo canto ogni mattina e il tricolore ce l’ho nel cuore e in casa mia sempre esposto. Mi scandalizzo e mi schifo altrettanto quando il Presidente della Rapubblica regala onoreficenze al merito della Repubblica ai calciatori.
    Molto semplice: ho il senso del limite e l’intelligenza per capire il valore che ha uno sport nella vita quotidiana.

  30. Scritto da atalantino

    all’intelligenti-ssimo: di fronte a un essere superiore come lei, mi inchino. Ma davvero canta l’inno ogni mattina? Ma lo fa davanti al tricolore che ha sempre esposto? Ma la bandiera non l’avrà sul terrazzo spero… Dai ci dica dove abita così anche noi dalla strada lo cantiamo con lei… E così staremo bene per tutta la giornata. E la sera non dormiremo, perchè talmente agitati dall’emozione di cantare Mameli al mattino. E così finchè i patriottici nervi non crolleranno

  31. Scritto da lello da nese

    scusa, caro atalantino, condivido la tua critica all’intelligentone ma, però, mi sfugge il discorso patriottico. Per quanto mi riguarda sono italianissimo, da pantelleria al brennero, da… zara a fiume… però non ci vedo il nesso, puoi spiegarci?

  32. Scritto da Baroni piergiorgio

    Ognuno in democrazia deve poter dire ciò che vuole senza offendere possibilmente, è altrettanto verificato che i nostri politici ci insegnano di agire in modo diverso ma sta a noi non accettare simili comportamenti.
    Mi chiedo, e non è la prima volta, perchè la gente che scrive non si firma ????? Forse ha paura di essere perseguitato ??????