BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ritardi e treni affollati: ecco la mia settimana di passione”

Un rappresentante del Comitato Pendolari Bergamaschi scrive per raccontare, giorno per giorno, i problemi incontrati viaggiando sulla linea Bergamo-Milano. "E' un assaggio di quello che le Fs ci faranno provare se continueremo a chiedere ciò di cui abbiamo diritto?"

Più informazioni su

Ecco il racconto degli ennesimi disservizi ferroviari dalla viva voce di un pendolare.

Lunedì 24 novembre ho preso il treno 10871 per BG da Milano Lambrate: ho trovato un posto libero alla quinta carrozza e tanti altri passeggeri hanno rinunciato alla ricerca.
Mercoledì 26 novembre ho preso il treno 5042 da BG per Milano (via Carnate) che è arrivato con circa 15 minuti di ritardo.
Mercoledì 26 novembre ho preso il treno 2629 da Milano Centrale per BG che era composto da sole 6 carrozze e, ovviamente, da Lambrate c’erano solo posti in piedi. Questo treno è partito con 20 minuti di ritardo e non c’è stata alcuna comunicazione né del motivo né tantomeno del ritardo.
Giovedì 27 novembre ho preso il treno 2758 da BG per Milano e da Verdello la gente era (come sempre) in piedi: è vero che l’affollamento ci ha permesso di non risentire troppo della temperatura diciamo così "freddina" della carrozza (hanno ricominciato a funzionare gli impianti dell’aria condizionata?). Il treno è arrivato in ritardo di 10 minuti a Lambrate.
Tralasciamo, per carità di patria, quello che è successo venerdì 21 a fronte di una "spaventosa" nevicata con un manto di ben un centimetro (provare a finanziare qualche stage in Polonia per veder come funzionano i treni?).
Cos’è tutto questo: un assaggio di quello che ci farete provare se non accettiamo il vostro orario e ci ostiniamo a richiedere ciò di cui ABBIAMO DIRITTO?
Volete farci gustare l’ebbrezza di ciò che sarà la nostra vita se la Regione (come dovrebbe fare!) rifiuterà di firmare l’accordo?

Salvatore Vassallo
(del Comitato Pensolari Bergamaschi)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ol Giopì castigamacc

    A quando la gara europea per la gestione delle tratte ferroviarie lombarde con la partecipazione delle ferrovie svizzere,francesi e tedesche?
    Così ci potremo finalmente liberare delle FS su cui è inutile fare alcun affidamento.

  2. Scritto da Giorgio R.

    Aprire al libero mercato le FS non è possibile. C’è un giro di soldi e magnamagna troppo alto. Appena qualcuno spinge per sistemare/trovare altrove la soluzione, gli vengono segate tutte le possibilità. L’unica è boicottare per mettere alle strette chi fornisce il servizio. Impossibile. Si paralizzerebbe la lombardia.

  3. Scritto da Marcello (pendolare ferroviario della Bg-Mi)

    Sono totalmente d’accordo con ol Giopì castigamacc.
    Ci vogliono assolutamente gare europee con la partecipazione dei gestori esteri: non se ne può veramente più del monopolio di Trenitalia