BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al via il restauro della chiesa di Negrignano

Sono iniziati i lavori di restauro della Chiesa dedicata alla Madonna Assunta in localit?? Negrignano. Le operazioni di restauro consistono nello specifico nella rimozione di depositi superficiali, stuccature e tinteggiature, nella pulitura delle superfici, nella reintegrazione di abrasioni e nel rifacimento degli strati di finitura.

Più informazioni su

Sono iniziati i lavori di restauro della Chiesa dedicata alla Madonna Assunta in località Negrignano.
Parallelamente agli interventi di rifacimento della struttura esterna iniziati nel luglio scorso una squadra di esperti ha dato il via nei primi giorni di Novembre anche alla restaurazione degli intonaci e delle due statue presenti all’interno della chiesetta, raffiguranti i Santi Piero e Paolo. Le operazioni di restauro consistono nello specifico nella rimozione di depositi superficiali, stuccature e tinteggiature, nella pulitura delle superfici, nella reintegrazione di lacune, abrasioni e nel rifacimento degli strati di finitura.
La chiesa, che dal 1920 è stata inglobata all’interno dello stabilimento della Manifattura Sebina e utilizzata come magazzino, è orientata secondo i criteri canonici con l’altare a est e l’ingresso principale a ovest. A navata unica, la struttura è divisa in tre campate da archi a tutto sesto che reggono la volta in corrispondenza delle quattro aperture laterali, due a nord e due a sud, che danno luce alla chiesa.
I lavori di rifacimento fortemente voluti dall’amministrazione comunale dovranno terminare entro maggio 2009. "Si tratta di un’operazione- ha dichiarato il Sindaco di Sarnico Franco Dometti – che la nostra amministrazione ha ritenuto di primaria importanza per il valore culturale della struttura che, dopo il recupero, potrebbe diventare un centro polivalente dedicato ad attività artistiche. Il progetto infatti è da intendersi come un intervento di conservazione e riuso: due processi distinti ma tra loro strettamente connessi. Il primo è da intendere come espressione della responsabilità culturale diretta a mantenere vivo ciò che ci viene dal passato, il secondo come necessità di aggiungere nuovi segni ai sedimenti della storia".
La prima fase consiste quindi nel recupero fisico della struttura, con l’obiettivo di restituirle dignità architettonica: operazioni di consolidamento, pittura e conservazione dei materiali oltre che l’asportazione di strutture aggiunte come gli impalcati e le scale interne.
I lavori in questo senso sono in stato di avanzamento e procedono parallelamente per quanto riguarda il recupero interno e quello esterno.
La seconda fase invece è strettamente legata al ri-uso dell’ex chiesa, riguarda perciò gli interventi dedicati alla trasformazione dell’edificio per la sua nuova destinazione, ossia quella di centro polivalente per manifestazioni a carattere culturale come esposizioni temporanee e celebrazioni di matrimoni civili. In questo senso i lavori consistono principalmente nell’inserimento all’interno della navata di un nuovo impalcato completamente indipendente rispetto al monumento, che verrà sorretto da tiranti in acciaio.Questa nuova struttura, di stile apertamente contemporaneo, si contrappone volutamente alle linee di antico disegno della chiesa ed ha la funzione di implementare l’utilizzo dei locali, consentendo una flessibilità di allestimento fondamentale per un centro polifunzionale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.