BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’impegno della Foppa contro le tossicodipendenze

Come da consuetudine degli ultimi anni, la societ?? di via Albricci si lega a una associazione con sfondo benefico per promuoverne l???attivit?? e aiutarne la raccolta fondi per il sostentamento. Per la stagione 2008/2009, la scelta della dirigenza rossobl?? ?? ricaduta sulla Comunit?? ???Shalom??? per tossicodipendenti di Palazzolo sull???Oglio

Più informazioni su

Il Volley Bergamo apre le porte a un nuovo progetto. Come da consuetudine degli ultimi anni, la società di via Albricci si lega stagionalmente a una associazione con sfondo benefico per promuoverne l’attività e aiutarne la raccolta fondi per il sostentamento.
Per la stagione 2008/2009, la scelta della dirigenza rossoblù è ricaduta sulla Comunità “Shalom” di Palazzolo sull’Oglio (Bs), nata nel giugno del 1986 in un periodo in cui, facendosi sentire il problema della tossicodipendenza nella massima virulenza, sono andate sviluppandosi molte iniziative. In prossimità del Natale la Foppapedretti Bergamo si mette così al lavoro per far conoscere una nuova realtà e per “dare una mano” a chi lavora per gli altri senza scopo di lucro. “Ogni anno ci apriamo a un nuovo progetto – ricorda il direttore generale del Volley Bergamo, Giovanni Panzetti -. Siamo passati dall’Associazione Amici della Pediatria degli Ospedali Riuniti di Bergamo alla Anvolt, per aiutare la lotta ai tumori femminili. Lo scorso anno siamo stati vicini a Vivere al Sole, una realtà mirata al sostegno dei bambini sieropositivi e delle loro famiglie. Ora è il turno della Comunità Shalom, un’associazione che lotta quotidianamente per aiutare chi soffre a causa della tossicodipendenza, ma non solo”.
Comunità, che sorge in aperta campagna, accoglie infatti ttualmente circa 230 giovani (155 ragazzi e 75 ragazze dai 12-13 anni in poi) provenienti da più parti, decisi ad uscire dalla realtà non solo della droga ma pure dell’anoressia, del disagio psichico, ecc. per poi inserirsi, a pieno diritto, nella società. Gli ormai ventidue anni della “Shalom” confermano quanto l’intuizione di Suor Rosalina, responsabile della comunità, fosse autentica ed ispirata dalla preghiera che quotidianamente sostiene l’opera iniziata.
Oggi la “Shalom” è innanzitutto una casa cresciuta a poco a poco, con laboriosità, secondo le esigenze via via più pressanti, modificatasi su misura dei suoi ospiti. Mura cresciute sotto la fatica
quotidiana del volontariato che ha messo a disposizione gratuitamente la propria professionalità e la propria forza lavoro, oltre che il materiale necessario.
Contare tutti i volontari è impossibile; appartengono a tutti i ceti, a tutte le età e professioni e provengono da paesi di province e regioni non solo limitrofe.
La Comunità accoglie i nuovi ospiti gratuitamente, senza nessun impegno economico delle famiglie e dello Stato, proprio per mantenere inalterati i principi che hanno ispirato la nascita della stessa su esempio delle prime “Comunità Cristiane".
“Anche quest’anno promuoveremo un’iniziativa per la raccolta di fondi da devolvere interamente alla Comunità Shalom – conclude Giovanni Panzetti -. Sarà qualcosa di particolare, una novità mai realizzata prima dal Volley Bergamo. I nostri tifosi potranno scoprirla presto, in prossimità del Natale".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.