BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Frana a briolo, “rinvio a giudizio per tutti gli imputati”

Il pubblico ministero ha chiesto al Gup Gianni Petillo il rinvio a giudizio per tutti gli imputati coinvolti a vario titolo – secondo l’accusa – nella vicenda che riguarda la frana di Briolo, a maggio 2007, a pochi passi dall’ospedale. L'accusa di disastro colposo, oltre che ai responsabili dei lavori, è rivolta anche al presidente della Comunità montana Piero Busi, che aveva commissionato il cantiere per il nuovo eliporto.

Più informazioni su

Il pubblico ministero Maria Esposito ha chiesto al Giudice dell’Udienza Preliminare Gianni Petillo il rinvio a giudizio per tutti gli imputati coinvolti a vario titolo – secondo l’accusa – nella vicenda che riguarda la frana di Briolo, a maggio 2007, a pochi passi dall’ospedale di San Giovanni Bianchi. Il terreno franò durante i lavori per la costruzione dell’eliporto dello stesso ospedale. L’accusa è di disastro colposo. Gli imputati che secondo il pm devono andare a giudizio sono Pietro Busi, presidente della Comunità montana che aveva appaltato i lavori, Pietro Duci, scalvino di Vilminore, titolare della ditta esecutrice, Enrico Maria Binda, milanese, progettista, Marco Maria Giudici, comasco, coordinatore della sicurezza, Angelo Gotti, di Zogno, responsabile del procedimento di costruzione, Gianluca Boffelli, geologo di Piazza Brembana (questi ultimi due intervenuti su incarico della Comunità Montana). Secondo la Procura l’ente committente, ovvero la Comunità montana, e i progettisti ingaggiati, non avevano scelto in modo giusto l’area per i lavori, e durante i lavori gli stessi imputati sarebbero stati responsabili – sempre secondo il pm – di omissioni sulla sicurezza che avrebbero poi comportato lo smottamento. La frana aveva avuto tra le principali conseguenze l’evacuazione di 17 abitazioni della zona e la chiusura di un reparto ospedaliero.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.