BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Del Neri prova a curare il mal di trasferta “Ci costruiremo la salvezza in casa”

Torino e Reggio Calabria, due partite da cui ci si aspettava faville e nelle quali invece l'Atalanta ha deluso. Colpa, come spiega mister Gigi Del Neri, delle grandi prove, contro Milan e Napoli, che hanno preceduto le due maledette trasferte. Carlo Osti squalificato 30 giorni per irregolarit?? durante la campagna acquisti.

Più informazioni su

Torino e Reggio Calabria, due partite da cui ci si aspettava faville e nelle quali invece l’Atalanta ha deluso. Colpa, come spiega mister Gigi Del Neri, delle grandi prove, contro Milan e Napoli, che hanno preceduto le due maledette trasferte. "Non riusciamo a raccogliere punti fuori casa? Bene, significa che ci costruiremo la salvezza tra le mura amiche – commenta Del Neri -. Il problema è che è che paghiamo a caro prezzo le partite importanti. E’ successo a Torino dopo la gara col Milan e domenica dopo quella con il Napoli". Anche se contro la Reggina, a parte qualche svarione iniziale, si è messa di mezzo anche una buona dose di sfortuna. "La partita è sempre fatta di episodi e a noi contro la Reggina non ne è andato bene neppure uno. Se poi parliamo delle palle-gol sprecate, l’unica del match a nostro favore l’ha avuta Vieri, che forse ha faticato un po’ ad entrare in partita. Il campionato comunque, è ancora molto lungo e la classifica è sempre ottima. Dobbiamo continuare a credere in quello che facciamo".
Il dt orobico Carlo Osti, fresco fresco di squalifica (30 giorni per irregolarità durante la campagna acquisti 2006/2007) parla del mercato: "L’unica certezza è che la rosa verrà sfoltita. D’Agostino e Defendi – ha spiegato – potevano già partire la scorsa estate e credo che a gennaio partiranno, mentre in queste partite valuteremo alcuni nostri giovani, per capire se tenerli o se mandarli a fare esperienza. Vantaggiato? L’abbiamo seguito molto in passato, soprattutto nell’ultima sessione di mercato, e per gennaio vedremo”. Domenica c’è la Lazio. “Sappiamo bene che la Lazio è un’ottima squadra – continua Osti -, compatta, composta da grandi individualità. Zarate sarà il pericolo numero uno, ma anche gli altri elementi non vanno sottovalutati”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vittorio Barzon

    Allora tutte le partite fuori casa possiamo tranquillamenta perderle?