BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Madonna: “Siamo stati perfetti” fotogallery

L'allenatore ?? soddisfatto per il successo sulla Salernitana: "Stavolta non abbiamo commesso errori". Poi punta il dito contro l'arbitro: "Non c'era tutto questo nervosismo, ci hanno affibbiato due cartellini di troppo e nell'ultima mezzora, in dieci, ?? stata dura".

Più informazioni su

“Alla vigilia ho detto che fare risultato era la cosa più importante. Ora che abbiamo portato a casa la vittoria, posso permettermi di dare un giudizio anche sulla nostra prestazione. E secondo me nel primo tempo siamo stati perfetti: non avevo mai visto una simile intensità. Per una volta siamo riusciti a dare continuità al nostro gioco”. Visibilmente soddisfatto, Armando Madonna commenta così i preziosissimi tre punti ottenuti contro la Salernitana del pericolante Castori, il cui destino – con società e squadra chiuse in un ostinato silenzio stampa – appare appeso a un filo.
Un successo arrivato sulla scia della prestazione monstre dell’imprendibile ed imprevedibile Gabionetta (nella foto Lombardi il gol): accelerazioni e finezze a parte, il brasiliano ci ha messo una manciata di minuti per risolvere la partita a favore dell’AlbinoLeffe. Tiro all’incrocio e Pinna sorpreso sul primo palo. Poi è stata battaglia vera, se è vero che nel secondo tempo si è giocato sul filo dei nervi: Conteh, intervenuto a difesa del numero 10 maltrattato da Fusco, ha dovuto imboccare anzitempo la via degli spogliatoi. “A me Conteh ha assicurato di non aver detto nulla all’arbitro – osserva seccato il tecnico seriano -. Ci sono state piccole scaramucce, non mi sembra proprio di aver notato tutto questo nervosismo. Non ho visto volare pugni in faccia. A conti fatti, da una punizione a nostro favore (fallo di Peccarisi su Gabionetta, ndr) sono arrivati due cartellini di troppo: Denilson ammonito dopo aver subito colpi proibiti, Kewullay addirittura espulso. Questo episodio ha condizionato ovviamente la nostra ultima mezz’ora, dove abbiamo patito un po’ il ritorno della Salernitana. Ma al contrario della partita persa con il Mantova, che secondo me non meritavamo di perdere, stavolta non abbiamo commesso alcun errore”.
Il risicato 1-0, insomma, oltre a muovere la classifica è stato sufficiente a far ritrovare il sorriso all’allenatore celeste. Che si spreca in elogi nei confronti dei suoi ragazzi: “Hanno dato tutto, attaccando gli spazi e creando occasioni senza mollare mai: per il futuro, anche se abbiamo alle viste due trasferte ostiche a Bari e a Brescia, sarà importante mantenere lo spirito e la voglia di vincere di oggi”. E c’è spazio per un ringraziamento inatteso: “I nostri dirigenti Franco Acerbis e Giambattista Basi dopo la fine sono corsi subito ad abbracciarmi, ma mi sono stati sempre vicini: il valore e l’amicizia delle persone si vedono soprattutto quando si è in difficoltà. A proposito, anche questa partita è stata presentata come se fosse l’ultima spiaggia: la Salernitana ha fatto il suo dovere giocandosela fino alla fine, è pur sempre una neopromossa che fino a pochi minuti fa aveva i nostri stessi punti in graduatoria. Nel calcio c’è troppa esasperazione”.
VALOTI – Sulle dubbie decisioni arbitrali il ds seriano Aladino Valoti è stato netto: “Conteh ha cercato di tutelare il compagno, che è stato letteralmente calpestato da Fusco. L’arbitro evidentemente non se n’è accorto. Un episodio che rischiava di compromettere la nostra ottima partita”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.