BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Due stelle cinesi per il 46?? Festival Pianistico

Presentato a Pechino, nella sede dell???Istituto Italiano di Cultura, il programma preliminare del 46?? Festival Pianistico Internazionale Arturo Benedetti Michelangeli di Brescia e Bergamo, che si terr?? dal 26 aprile al 13 giugno 2009 e vedr?? rpotagonsiti tra gli altri Lang Lang e Tan Dun. Con un'anteprima il 24 marzo al Donizetti: Radu Lupu

Più informazioni su

Presentato a Pechino, nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura, il programma preliminare del 46° Festival Pianistico Internazionale Arturo Benedetti Michelangeli di Brescia e Bergamo, che si terrà dal 26 aprile al 13 giugno 2009.
Il titolo scelto dal direttore artistico Pier Carlo Orizio, “Rotta a Oriente. Da Bach alla Cina”, evidenzia come la 46ª edizione si fondi sull’idea del viaggio, sul desiderio di scoprire e conoscere nuovi mondi. Ideale punto di partenza di questa esplorazione sarà l’opera di Johann Sebastian Bach e i maggiori pianisti in attività proporranno, in recital, diversi capolavori bachiani: dalle Variazioni Goldberg, affidate ad Alexander Lonquich, alle Suite Francesi eseguite da András Schiff, da pagine del Clavicembalo ben temperato che sentiremo con Angela Hewitt, all’Arte della fuga con Ramin Bahrami.
L’immaginario viaggio verso oriente si concretizzerà poi con una significativa presenza di musiche, solisti e orchestre cinesi. Il Festival sarà inaugurato il 26 aprile, al Teatro Grande di Brescia, e il 27 aprile, al Teatro Donizetti di Bergamo, dalla China Broadcasting Chinese Orchestra che, sotto la bacchetta di Pang Kapang, si farà ambasciatrice della tradizione musicale cinese.
Guardando agli appuntamenti successivi, spiccano su tutti i nomi di Lang Lang (nella foto) e Tan Dun.
Lang Lang, carismatico pianista dalla tecnica sopraffina e contagiosa energia, definito dal New York Times “l’artista più richiesto sulla scena internazionale della musica classica”, sarà protagonista di un recital il 3 maggio a Brescia e in quella occasione gli sarà conferito il Premio Arturo Benedetti Michelangeli 2009.
Il compositore e direttore d’orchestra Tan Dun, che ricordiamo vincitore del premio Oscar e del Grammy Award nel 2000 per la colonna sonora del film La tigre e il dragone, può essere considerato invece il “compositore in residenza” del Festival 2009. Sarà per qualche giorno ospite della manifestazione e dirigerà personalmente il 16 e il 17 maggio l’Orchestra di Padova e del Veneto, in collaborazione con l’Orchestra del Festival, nell’esecuzione di Paper Concerto e The Map. Oltre che nel concerto inaugurale della China Broadcasting Chinese Orchestra, altre composizioni di Tan Dun potranno essere ascoltate nei concerti della Beijing Symphony Orchestra e della Hong Kong Sinfonietta.
Insieme ai Quadri di un’esposizione di Musorgskij, la Beijing Symphony, guidata da Tan Lihua, proporrà, con la partecipazione solistica del celebre percussionista Li Biao, anche il Concerto per percussioni e orchestra di Guo Wenjing, brano che trova la prima esecuzione mondiale proprio nel corso della tournée europea che orchestra e solista effettuano nella prossima primavera.
Il grande repertorio occidentale sarà presente anche nel recital pianistico di Yuja Wang, astro nascente del pianoforte, e nei concerti della Hong Kong Sinfonietta che, sotto la direzione di Yip Wing-sie, chiuderà il Festival il 12 giugno a Brescia e il 13 giugno a Bergamo.
Arricchiscono il programma ritorni prestigiosi come quello di Grigory Sokolov, Premio Michelangeli della scorsa edizione, e novità assolute di grande livello come la Russian National Orchestra e L’Orchestre Philharmonique du Luxembourg con Nikolai Lugansky al pianoforte.
Costituisce un omaggio a Mendelssohn, nei duecento anni dalla nascita, il concerto degli Stuttgarter Philharmoniker nel quale brillerà il giovanissimo talento di Edoardo Zosi, da molti ritenuto il violinista italiano più dotato della sua generazione.
La 46ª edizione si preannuncia dunque ricca di nomi e di spunti molto interessanti e, come se non bastasse, avrà il 24 marzo 2009 al Teatro Donizetti di Bergamo un’anteprima di assoluto rilievo: Radu Lupu, Premio Michelangeli 2006, sarà protagonista insieme alla Filarmonica “George Enescu” di un concerto straordinario, promosso in collaborazione con Confindustria Bergamo, con il Terzo Concerto per pianoforte di Beethoven e la Sinfonia fantastica di Berlioz in programma. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.