BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carne da allevamento, la Coldiretti orobica chiede stato di crisi

La Coldiretti di Bergamo chiederà presto lo stato di crisi per il settore della zootecnia da carne, a causa della grave crisi che sta attraversando l'allevamento dei bovini nella provincia. "Questo comparto è attraversato da tempo da gravi difficoltà che ormai sono divenute strutturali", si legge in una nota.

Più informazioni su

La Coldiretti di Bergamo chiederà presto lo stato di crisi per il settore della zootecnia da carne, a causa della grave crisi che sta attraversando l’allevamento dei bovini nella provincia. "Questo comparto è attraversato da tempo da gravi difficoltà che ormai sono divenute strutturali e che derivano da un vertiginoso aumento dei costi di produzione, da condizioni di mercato sempre più difficili e da emergenze sanitarie ripetute – si legge in una nota -. Dopo il colpo della Bse (sindrome della "mucca pazza") gli allevatori dei bovini da carne si stanno ora confrontando con la diffusione della malattia della "Lingua blu" nelle stalle europee. A rendere ancora più grave gli effetti di questa malattia è il fatto che non solo si sta propagando a macchia d’olio, ma sta diventando difficile anche da debellare in quanto è sostenuta da un virus per il quale non sempre è disponibile il vaccino specifico". Secondo i dati diffusi dal ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, nell’ultimo anno c’è stato un aumento del 30 % delle importazioni di questi prodotti con gravi ripercussioni sul settore produttivo nazionale e sulla reale garanzia dell’aspetto qualitativo e della sicurezza alimentare. In provincia di Bergamo gli allevamenti di bovini da carne sono circa 200, per un giro d’affari di circa 210 milioni di euro.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.