BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calendario Ryanair, volano le polemiche fotogallery

Nella guerra dei calendari sta per tornare quest'anno anche quello della compagnia Ryanair. La sua peculiarit?? ?? di vedere tra le protagoniste le hostess della stessa linea con l'indicazione del nome e la tratta effettuata. Ma non mancano le polemiche. L'Institute for Women accusa la compagnia di sessismo: "Configura una rappresentazione sessista delle donne che lavorano come equipaggio di cabina e di tutte le donne in genere".

Più informazioni su

Aggirandosi per l’aeroporto di Orio qualche turista avrà sicuramente notato la nuova campagna Ryanair. No, niente a che vedere con Bossi e il suo gestaccio che fece tanto scalpore, stavolta si tratta tratta del nuovissimo calendario prodotto dalla compagnia aerea. La sua peculiarità è di vedere tra le protagoniste le hostess della stessa linea con l’indicazione del nome e la tratta effettuata. E c’è da dire che le ragazze hanno dimostrato di essere ottime modelle oltre che valide hostess.
Ma, come per ogni campagna originale che si rispetti, non mancano le polemiche. Lo scorso anno il calendario della Ryanair destò curiosità ma anche qualche protesta. L’idea non piacque molto ad un’organizzazione spagnola di difesa dei consumatori, per via che solo le lavoratrici donna della linea area avevano posato davanti all’obiettivo fotografico.
Quest’anno invece è toccato all‘Institute for Women spagnolo che accusa la compagnia di sessismo. L’istituto ha definito "discriminatorie" le immagini delle le hostess che posano seminude e ha protestato perché "configura una rappresentazione sessista delle donne che lavorano come equipaggio di cabina e di tutte le donne in genere". Anche se, piccola parentesi spagnola a parte, i clienti della compagnia e tanti lettori sparsi per tutta Europa paiono apprezzare davvero molto l’iniziativa. In effetti le foto sono simpatiche, non volgari e le ragazze davvero sportive e piacevolmente brave a interpretare la parte delle “fatalone”. I soldi delle vendite andranno ad Angels Quest, associazione che si occupa di bambini che devono sottoporsi a cure mediche costose e molto specifiche. Insomma, se è per fare un’opera benefica la Ryanair appoggia le sue dipendenti che si vogliono mettere in bikini per questa operazione di solidarietà.
"Ryanair continuerà a difendere il diritto delle ragazze che si tolgono i loro vestiti, in particolare quando si tratta di carità", è ciò che pensa la compagnia aerea. D’accordo o no, non potrete fare a meno di ammirare l’insolenza della compagnia aerea.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe

    W la gnocca!!!!!

  2. Scritto da Bergamasca

    Sono d’accordo con l’istituto, e’ il solito giochetto per attirare gente arrapata come Giuseppe.Invece se in Italia, a Milano, fanno uno spot contro gli stupri alle donne, quello per carita’ del cielo, puo’ offendere la morale pubblica.
    Sono cliente Ryanair, tra l’altro!

  3. Scritto da walter

    Dove posso comperarlo?
    anche in internet?

  4. Scritto da walter

    Bergamasca sei la solita femminista….la globalizazione vi a depresso!
    w la gnocca!

  5. Scritto da giuliano olivati

    posto che l’argomento non è di estremo rilievo, da una hostess mi aspetto che sia professionale e che in caso di ammaraggio, x esempio, mi aiuti a portare a casa la pelle. proprio come han fatto le assistenti di volo di un ATR della tunisair ammarato (e spezzato in 2) nel canale di sicilia qualche anno fa. e non gli han fatto nemmeno una fototessera! ;-)

  6. Scritto da Piero

    Mah, io ho volato spesso con la Ryan, e queste non le ho mai viste. Anzi, il livello è piuttosto basso… Siamo sicuri che siano genuine e non modelle assoldate per l’occasione? Pronto a ricredermi se sul prossimo volo incontro miss agosto o miss novembre…

  7. Scritto da caesar

    Le hostess sono donne come tutte le altre. Anzi, se si deve dirla tutta, un tempo venivano scelte proprio per la loro bellezza. Adesso, anche volando con Ryanair, ci si imbatte in certe racchione… Meno male che per questo calendario hanno fatto una accurata selezione. Diavolo d’un O’Leary.

  8. Scritto da Bergamasca

    Non sono depressa, sono sessualmente attiva e appagata senza bisogno di calendari di una compagnia low cost che mi arrapino.Cosa c’entra la globalizzazione,scusa?
    Non vado mica a cercare minorenni nell’europa dell’est come certi bergamaschi.Fate le crociate “Donne e buoi dei paesi tuoi” e poi….
    Comunque giusto settimana prossima c’e’ la Giornata contro la violenza sulla Donne.Ciapale’!

  9. Scritto da AlRob

    Giusto Piero, queste hostess secondo me sono quelle private del patron di Ryan. Ma accontentiamoci, ci hanno messo in connessione con tutta europa

  10. Scritto da d.

    gli steward quando????:-)

  11. Scritto da Bergamasco

    toglietemi una curiosità: dove si trova in vendita questo calendario?bella iniziativa :-D
    www myspace.com/SFIULLOmone

  12. Scritto da Giuseppe

    Per Bergamasca, anche l’occhio vuole la sua parte quindi ribadisco “W LA GNOCCA”!!!!! (P.S. comunque non sono uno che ha bisogno di calendari per essere arrapato, mi basta una donna – che ho – per esserlo)!!!!!

  13. Scritto da R. Trussardi

    Fatta la carfagnata (il calendario) diverranno ministre dei trasporti?