BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Oggi in Regione la firma per il futuro di largo Barozzi

Il sindaco Roberto Bruni oggi pomeriggio, marted?? 18 novembre, apporr?? la sua firma sull'atto integrativo dell'accordo di programma tra Comune, Ministero, Ospedali Riuniti e Infrastrutture Lombarde per dare il via alla gara di alienazione dell'area di largo Barozzi. Del quale si ?? parlato anche ieri sera in Consiglio comunale.

Più informazioni su

Un autografo non da poco per Roberto Bruni, che oggi pomeriggio, martedì 18 novembre, apporrà la sua firma sull’atto integrativo dell’accordo di programma tra Comune, Ministero, Ospedali Riuniti e Infrastrutture Lombarde per dare il via alla gara di alienazione dell’area di largo Barozzi. L’accordo garantirà i fondi necessari per completare la costruzione del nuovo ospedale alla Trucca, opera che dovrebbe essere finita entro il 2010.
Proprio l’area di largo Barozzi è stata oggetto ieri sera, lunedì 17 novembre, di un Consiglio comunale straordinario proposto dai consiglieri indipendenti Mario Girola e Giuseppe Anghileri. Le richieste dei due appartententi al Gruppo Misto non sono state accolte: mantenimento del rapporto tra area a destinazione pubblica e privata oltre a un ampliamento della parte universitaria compresa nell’attuale progetto di Infrastutture Lombarde, la creazione di una facoltà di Medicina e l’indizione di un referendum consultivo per chiedere alla cittadinanza un parere sul futuro dell’area. La discussione non ha mai per altro toccato nel merito reali soluzioni alternative al progetto oggetto dell’accordo di programma. Salvo ovviamente il tanto declamato campus universitario, idea già forzatamente abbandonata quest’estate. "Questo passaggio in Consiglio comunale è stato necessario politicamente – spiega il sindaco Roberto Bruni – ma non tecnicamente. L’atto integrativo dell’accordo di programma non ha infatti bisogno di alcuna ratifica perché non contiene nessuna aspetto di variante urbanistica". Bruni (nella foto a destra con il il rettore Alberto Castoldi e direttore generale dell’ospedale Carlo Bonometti) torna sulla questione campus universitario sulla quale la minoranza ha pestato i piedi negli ultimi mesi. "Per la mancata realizzazione del campus mi sono sentito mettere sul banco degli imputati insieme al direttore generale degli Ospedali Riuniti e al rettore dell’università – continua -. Quello che è stupefacente è che non venga indicato il vero responsabile: il Ministero dell’Università che ha sempre sostenuto la mancanza di risorse. Non basta la volontà politica. Il Governo non ha messo i soldi, eppure io con i parlamentari ho sempre affrontato la questione. Di fronte all’impossibilità di scegliere il campus bisogna prendere altre strade. C’è l’esigenza di come portare a termine questo ospedale, mi è sembrato assolutamente doveroso, da amministratore serio, considerare le proposte fatte da Infrastutture Lombarde".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da R.Trussardi

    Il centro sin. ha reso possibile la più grande speculazione immobiliare mai verificatasi a BG con l’aggravante della trasformazione di un’area pubblica in area privata. La sinistra ha retto la coda a Bruni fino all’ultimo, decretando la propria totale inutilità, anzi, dannosità. L’Eco e CL plaudono e forse l’operazione varrà a Bruni il loro appoggio alle elezioni. Per far votare no la sinistra Bruni deve deliberare il bombardamento di città alta? Gli Ongari e i Morgani forse si asterrebbero.

  2. Scritto da R.Trussardi

    Simone Paganoni (4) dice “hanno votato divisi”. Niente affatto, hanno votato uniti con voi: forza Italia, PD, Rifondazione (!) Verdi (!) sin. Dem. tutti affratellati nello smantellare lo smantellabile, nel privatizzare il privatizzabile. Il povero Veneziani era un misero dilettante rispetto a Bruni.

  3. Scritto da simone

    Se Trussardi “rigira” il mio “divisi” in “uniti”, io, per stare al gioco, faccio notare come Trussardi sia “unito” ad Alleanza nazionale nel non sapere (o nel non volere sapere) come stanno veramente le cose, di come mancano i soldi, i tempi e di come sia mancata la volontà (di taluni) per poter fare quello che anche lo stesso Sindaco (ed io) avremmo auspicato: il campus universitario.

  4. Scritto da ureidacan

    L’ordine del giorno di Girola e Anghileri ha preso due voti in Consiglio Comunale. Peccato che l’ispiratore Nappo stava tra il pubblico, altrimenti ne prendeva tre.

  5. Scritto da simone

    Ottimo e preciso l’articolo su Bergamo news. Un po’ meno quello su altri quotidiani cartacei. Ad esempio “Il Bergamo” titola a I pagina: Scontro in consiglio. Bruni: avanti con il mio piano. Pdl e Lega vanno all’attacco” Scelta sbagliata, il sindaco se ne infischia dell’opposizione”. Almeno tre errori gravi in poche parola.
    Primo: non è un piano del sindaco o di questa amministrazione ma di più enti (come scrive Bergamonews) e quindi Bruni non ha mai detto quella frase
    continua…

  6. Scritto da simone

    Secondo: nessuno delle minoranze ha detto ieri che il sindaco se ne infischia dell’opposizione (anche perchè non ci sarebbero le basi per dirlo)
    Terzo (da sottolineare per bene..): “PDL e Lega all’attacco..” ma quando mai? Per l’ennesima volta in 4 anni e 1/2 il centrosinistra ha votato compatto e il centrodestra si è diviso in 4!
    Forza Italia a favore dell’odg del centrosinistra, AN contro, Lega astenuta e UDC assente (come quasi sempre..), ma dove è la PDL unita che vuole amministrare BG ?

  7. Scritto da simone

    Ho scritto cha hanno votato DIVISI come altre volte è accaduto in 4 anni e 1/2. Vorrei sottolineare che il centro destra si è sempre diviso su tutte le questioni più importanti per Bergamo:
    Accademia di Finanza, fusione con ASM e A2A, Porta Sud e sede della provincia, ieri sera per quando riguarda la sede dell’ex ospedale…Una domanda nasce spontanea…Se mai dovessero amministrare Bergamo insieme, riuscirebbero a fare un marciapiede senza litigare e votare in 4 modi diversi?