BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il mega-stipendio del presidente-leghista: 650 mila euro all’anno

Il leader della Sea Giuseppe Bonomi, lumbard della prima ora, gode di un compenso che fa impallidire quello del segretario comunale di Stezzano già stigmatizzato dal deputato bergamasco Giacomo Stucchi. Una retribuzione che a fatica si può definire "ragionevole e proporzionata" come vorrebbe la legge.

Più informazioni su

Chi non ricorda le polemiche sollevate dal deputato leghista Giacomo Stucchi a proposito del lauto stipendio del segretario comunale di Stezzano? La querelle ha tenuto banco per giorni e giorni, tanto da suscitare perfino l’interesse della Corte dei Conti. Eppure, anche tra gli uomini del Carroccio c’è chi in fatto di mega-emolumenti non scherza affatto, anzi. Proprio la Corte dei Conti recentemente ha inviato una nota al Consiglio comunale di Milano per segnalare due casi meritevoli di censura. Uno riguarda il presidente della Atm (l’azienda tramviaria) Elio Catania; l’altro il presidente della Sea (la società di gestione degli aeroporti di Linate e Malpensa e socia di Sacbo al 49,98 per cento) Giuseppe Bonomi. Quest’ultimo è un fedelissimo di Bossi che in passato lo ha messo perfino alla guida di Alitalia, il "carrozzone volante" che alle tasche degli italiani è costato e costerà ancora tantissimo. Ebbene, il leghista Bonomi in cambio della responsabilità di presiedere la Sea intasca un compenso lordo di ben 650 mila euro. Sì, proprio così: 650 mila euro (un miliardo e mezzo delle vecchie lire).
Ci sarebbe da gridare allo scandalo, a partire magari da quelli, come Stucchi, punta l’indice contro i mega stipendi. Se non fosse che nel caso di specie c’è qualcosa di più grave che puzza di presa per il naso. Perchè per raggiungere una cifra così elevata si è giocato su diversi tavoli. Visto che la legge impone tetti massimi per i presidenti delle società pubbliche (possono percepire l’80 per cento dell’indennità riconosciuta al sindaco), a Bonomi è stato assegnato uno stipendio lordo di 87.582. Ma siccome lo stesso è anche amministratore delegato ecco che gli sono stati riconosciuti 563 mila euro "legati al raggiungimento di obiettivi". Tutto giusto, tutto in regola? Probabilmente sì. Anche se la legge precisa che la retribuzione dei manager pubblici deve essere "ragionevole e proporzionata". E forse 650 mila euro lordi all’anno non rispondono a questi requisiti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Domi

    Questo Paese si salverà solo se il rigore morale che caratterizza Rossi Alessandro (commenti 1 e 3) diventerà espressione della maggioranza.
    Di persone oneste e civili ce ne sono tante, devono solo prendere la parola ed agire.Il futuro di un Paese davvero migliore è solo nelle loro mani.

  2. Scritto da aaa

    giassi sei un pirla 12000 abitanti di stezzano x ituoi 120euro a testa fanno 144000euro

  3. Scritto da giassi

    Nessuno scandalo. La SEA tra SPA e HANDLING ha più di 5600 dipendenti. Diciamo così: 120 euro a dipendente di paga annua per Bonomi. Se lo stesso criterio fosse stato applicato a Stezzano lo stipendio annuo segretario sarebbe stato di 7000 euro all’anno. Stop.

  4. Scritto da mariop

    se è vero è veramente uno schifo.
    intervenite e riducetelo subito e fatevi dare anche gli arretrati

  5. Scritto da alessandro rossi

    Purtroppo siamo arrivati al punto che legalità e etica/morale sono due cose completamente differenti. Questa classe politica, di destra, sinistra e centro, oltre che l’atteggiamento miope di troppi imprenditori, ci stanno portando alla rovina: tutti contro tutti per accaparrarsi la fettina di torta, la più grossa possibile, a discapito del Paese. Che vergogna… la Patria dell’italico genio consegnata a uomini piccoli piccoli!

  6. Scritto da Il Bergamotto

    Ovviamente si sta parlando di due cariche che comportano responsabilità completamente diverse. Nessuno però ha gridato allo scandalo quando al Quirinale sedeva un illustre pensionato di Bankitalia che percepiva più o meno la stessa cifra cumulandola con l’assegno del welfare pubblico, oltre 20 mila euro al mese. E non sembrava nemmeno così super partes come ripeteva a ogni piè sospinto… Chi è senza peccato scagli la prima pietra.

  7. Scritto da alessandro rossi

    primo: se il ladro ruba in casa mia, io non sono autorizzato a rubare in casa altrui. secondo: il fatto che “così fan tutti…” ci ha portato a non prendere mai provvedimenti. ripeto: da qualche parte si deve cominciare. oppure soffocheremo nell’incapacità di reagire che già il Sommo Poeta tanto bene dipinse nel Canto terzo dell’Inferno… ma non cambiamo mai??

  8. Scritto da R. Trussardi

    E’ straordinario verificare il cambiamento della lega negli ultimi dieci anni: hanno ribaltato ogni loro intendimento. Dal cacceremo i fascisti casa per casa all’alleanza stabile con An e nella precedente legislatura con la Destra; dall’indipendenza padana (ricordate il parlamento di Mantova?) all’accordo su un federalismo che piace al governatore della Sicilia; dalla caccia ai socialisti (Il cinghialone Craxi) alla condanna per tangenti di Bossi; dagli sprechi del sud ai 650000 di Bonomi.

  9. Scritto da Il Bergamotto

    A lei rode che la Lega conti qualcosa? Secondo me no. Tanto più che le sue osservazioni non faranno cambiare idea al 31,2% di bergamaschi che la Lega la votano.

  10. Scritto da Simone Torre B.

    E dei rimbiorsi alle persone che hanno messo i soldi nella Banca Padana subito fallita…da allora hanno perso il mio voto….e non mi sono più recato ad alcuna elezione….SONO TUTTI UGUALI CHE SCHIFO!!!!