BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arrestati tre albanesi coinvolti nella sparatoria

Dei sette albanesi coinvolti sabato 15 novembre in una sparatoria nella Bassa, tre sono gli arrestati: N.L.e A.L. per rissa aggravata e D.L. per concorso in tentato omicidio e detenzione illegale di armi. Alla base della sparatoria sembrerebbero esserci vecchi rancori.

Più informazioni su

Dei sette albanesi coinvolti sabato 15 novembre in una sparatoria a Romano di Lombardia, tre sono gli arrestati: N.L., 22 anni, e A.L., 24 anni, per rissa aggravata e D.L., di 25 anni, per concorso in tentato omicidio e detenzione illegale di armi. Alla base della sparatoria sembrerebbero esserci vecchi rancori fra i componenti di due famiglie albanesi, dal ’94 circa in Italia dove lavorano come muratori. Questa la dinamica dei fatti secondo la ricostruzione del comandante del nucleo operativo della Compagnia dei carabinieri di Treviglio, Antonio Berardi: nel pomeriggio di sabato D.L. e J.S., probabilmente legati da un vincolo di parentela, hanno raggiunto in automobile piazza Fiume a Romano, dove fra l’altro si trova una giostra per bambini, e hanno atteso l’altro gruppo, la cui automobile era parcheggiata in piazza. Alla vista del gruppo, composto da 5 persone (di cui due cugini e due fratelli) J.S. ha estratto una semiautomatica e ha cominciato a sparare a distanza ravvicinata, ferendo alla coscia sinistra N.L. per poi scappare. Da lì è scaturita una rissa che ha portato al ferimento di D.L. (poi condotto in ospedale e dimesso), che si trovava alla guida dell’auto (anch’egli armato). “Sembrerebbe che i due aggressori fossero stati ripresi dal gruppo aggredito durante un recente viaggio in Albania, per aver corso in auto a velocità sostenuta nella loro località di origine – ha spiegato Berardi – e non avendo gradito il “rimprovero” attendevano di vendicarsi”. Che i rapporti non fossero buoni lo testimonia il fatto che la sera precedente ai fatti, venerdì 14 novembre, uno degli aggrediti avrebbe colpito con una spranga un finestrino dell’auto dei due aggressori. Dei due aggressori, D.L. è regolare senza precedenti, mentre S.J. è pregiudicato. Per quanto riguarda l’altro gruppo, N.L. è regolare, A.L. e B.L. (di 32 anni) sono regolari ma pregiudicati, F.L. (34 anni) non è in regola ed è pregiudicato e l’ultimo componente al momento non è ancora stato identificato. J.S., B.L. e F.L. sono attualmente ricercati.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.