BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si dimettono in 12, decadono sindaco e Consiglio comunale

Si è di fatto chiusa questa mattina la legislatura amministrativa nel Comune della Bassa. Con le dimissioni firmate da sette dissidenti di maggioranza e cinque rappresentanti dell'opposizione è decaduto automaticamente il Consiglio comunale e viene meno anche la nomina a sindaco di Francesco Pavoncelli. Inizia una lunga campagna elettorale in vista delle amministrative 2009.

Più informazioni su

E’ di fatto decaduto questa mattina il Consiglio comunale di Martinengo, dopo un incontro e le successive dimissioni dei cinque consiglieri di minoranza e di sette dissidenti dell’ormai ex gruppo di maggioranza “Pavoncelli per Martinengo” intitolato allo stesso sindaco. Dopo pesanti dissidi che si protraevano da tempo settimana scorsa sette consiglieri di maggioranza, tra i quali l’ex assessore ai Servizi sociali Gabriele Alessandrini, avevano presentato una mozione di sfiducia contro il primo cittadino Francesco Pavoncelli. Le minoranze – suddivise nei gruppi Lega Nord, Forza Italia, Continuare per migliorare, Insieme per cambiare – non si sono fatte sfuggire l’occasione e hanno subito cercato una soluzione definitiva insieme ai sette dissidenti.
Il risultato è stato un breve vertice di questa mattina dal quale i 12 consiglieri (su 16 complessivi) sono usciti con le dimissioni già firmate. Non si tratta più di dimissioni individuali, a fronte delle quali qualsiasi sindaco o presidente di Consiglio comunale potrebbe far scattare la sostituzione tramite il primo dei non eletti. Le dimissioni di oggi hanno più che dimezzato la composizione del Consiglio, che decade automaticamente, annullando così anche la carica del sindaco.
Gli atti di questa mattina sono stati inviati in prefettura. Entro la metà di settimana prossima il prefetto Camillo Andreana dovrebbe nominare un commissario. Termina così l’esperienza di sindaco, spesso al centro di polemiche, di Francesco Pavoncelli. Si apre una lunga campagna elettorale in vista delle elezioni del 2009. Sarebbe stata quella, comunque, la scadenza naturale della legislatura per il Comune di Martinengo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cividate solidale

    Era ora!!!!

  2. Scritto da fabiano

    Ormai Martinengo era diventato il paese dei Gioppini (basta vedere i commenti al nostro sito(www.leganordmartinengo.blogspot.com), noi delle minoranze non potevamo assistere a questo periodo di inattività amministrativa e quindi abbiamo scelto il male minore per il paese. grazie per la disponibilità fabiano fratus segretario Lega Nord Martinengo