BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Far west in piazza. Sparatoria e botte tra albanesi rivali

Una piazza di Romano di Lombardia trasformata per pochi minuti in un far west da gruppi rivali della malavita albanese. E??? accaduto oggi in piazza Fiume, vicino al centro della cittadina della Bassa, dove ad alcuni colpi di pistola che hanno ferito un uomo alle gambe altre tre persone hanno reagito con un pestaggio violento a colpi di pietre. Il movente potrebbe essere dovuto a vecchi dissidi avuti in Albania.

Più informazioni su

Una piazza di Romano di Lombardia trasformata per pochi minuti in un far west da gruppi rivali albanesi. E’ accaduto oggi in piazza Fiume, vicino al centro della cittadina della Bassa orientale.
Quattro albanesi si trovavano vicino ad una giostra, in piazza. All’improvviso due connazionali sono arrivati sul posto su una Volkswagen. Il passeggero è sceso con una pistola in pugno e ha iniziato a sparare, in modo preciso, contro uno dei quattro in piedi, colpendolo ad una gamba.
Ma i tre soci della vittima hanno subito reagito, strappando cubetti di porfido e altri sassi dalla pavimentazione. Si sono avvicinati all’auto, hanno preso di forza il conducente e l’hanno picchiato in modo violento con le pietre.
L’uomo che aveva sparato, approfittando forse di un momento di distrazione, è riuscito a scappare a piedi. E’ tuttora ricercato.
Sul posto sono intervenuti immediatamente i carabinieri della stazione di Romano e del nucleo radiomobile di Treviglio. I due feriti sono stati ricoverati in ospedale: non sono in gravi condizioni, hanno avuto entrambi una prognosi di dieci giorni.

In un primo momento era parso che dietro l’aggressione ci fosse un regolamento di conti per traffici di malavita degli albanesi sul territorio italiano. I carabinieri hanno poi trattenuto in caserma, a Romano, i due feriti dimessi dall’ospedale, e un terzo componente del quartetto iniziale. Secondo le prime informazioni si tratta di albanesi, tutti tra i 25 e i 21 anni e regolarmente residenti in Italia, che hanno cercato di risolvere a colpi di pistola e botte vecchie ruggini che avevano nel loro Paese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.