BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

AlbinoLeffe, un punto senza rischi con il Cittadella

La squadra allenata da Armando Madonna torna dalla trasferta in terra veneta con un punto che serve a muovere la classifica. La Celeste, pur senza far nulla di trascendentale, ha mostrato miglior qualità di gioco rispetto agli avversari che hanno badato soprattutto a non prenderle.

Più informazioni su

Pareggio anonimo e senza reti, fra Cittadella e Albinoleffe. I primi 10′ scivolano via senza emozioni. Solo un timido accenno di capitan Iori del Cittadella, che cerca il colpaccio nella porta difesa da Narciso con un potente destro che però passa alto. Gabionetta tenta l’assolo in area granata, ma viene prontamente stoppato da Teoldi. Soporifero l’andamento dell’incontro. Il Cittadella tiene basso il ritmo, per evitare imboscate da parte dei bergamaschi. E Teoldi, a ogni ripartenza dell’Albinoleffe, si dimostra difensore roccioso. Unico tiro degno di nota quello di Laner, al 25′ della prima frazione di gioco. Un potente centrale raccolto grazie su un corner a favore dei bergamaschi con Pierobon che raccoglie facile. Tiro con suspence, invece, quello arrivato grazie a una mischia in area padovana: Gabionetta colpisce di testa e Pierobon si aggrappa al pallone. Non ha un gran daffare l’arbitro in questo incontro equilibrato. Le azioni al cardiopalmo si contano sulle dita di una mano. Il record, negativo, è il numero di spettatori: solo 330. Nemmeno i primi 10′ della ripresa sono degni di nota. Un ritmo di gara da ‘moviolà, senza entrate violente, senza dribbling, stoppate; solo passaggi tranquilli. Gabionetta cerca di dare un pò di ritmo, sfiora il palo. Pierobon lo precede. Unico contrasto di gioco quando Caremi falcia De Gasperi che esce in barella e Albinoleffe in superiorità numerica. Gabionetta ci riprova con un gran tiro, ma la palla è troppo alta. Piccole emozioni con Ferrari che ci prova a sbloccare la situazione, ma il gioco è troppo lento. Lo vivacizza Ruopolo che, dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo, mette in crisi Pierobon, che para per miracolo. A due minuti dalla fine del secondo tempo, Bonvissuto entra in campo e si guadagna subito un tiro da solo davanti alla porta, ma sbaglia clamorosamente. Tutto finisce con un brutto fallo di Cristiano su Oliveira e con l’arbitro che lo espelle per doppia ammonizione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.