BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Milano arriva il “bikesharing”

Da lunedì 17 novembre si aprono le iscrizioni per abbonarsi al nuovo sistema di trasporto pubblico: la bicicletta. Il servizio partirà il 28 con 800 bici

Più informazioni su

Lunedì 17 novembre nascerà un nuovo sistema di trasporto pubblico e condiviso. È Bikemi, il sistema di bike sharing del Comune di Milano, realizzato in collaborazione con ATM.
In attesa del giorno 28, quando sarà possibile sganciare le prime biciclette gialle dagli stalli, tra tre giorni sarà possibile cominciare ad abbonarsi al servizio via internet all’indirizzo
www.bikemi.it o negli ATM Point di Duomo, Cadorna, Centrale, Loreto e Romolo e usufruire del prezzo promozionale dell’abbonamento annuale (25 euro) previsto sino alla fine di febbraio 2009. Dal mese di gennaio saranno attivati anche gli abbonamenti giornalieri e settimanali.

Il servizio è riservato ai maggiori di 16 anni, in possesso di una carta di credito dei circuiti Visa o Mastercard che entro i 15 giorni successivi alla richiesta di iscrizione, riceveranno a casa la tessera e il kit informativo completo di descrizione del servizio e modalità di accesso.

Il sistema di tariffazione fa di BikeMi un vero sistema di trasporto alternativo e integrativo della rete di bus, tram e metropolitane. Da un punto di vista logistico ogni stazione è in prossimità delle fermate Atm ed il sistema è l’ideale per gli spostamenti brevi: la prima mezz’ora è infatti gratuita mentre le successive frazioni di 30 minuti hanno un costo di 0,50 euro fino ad un massimo di 2 ore complessive.

Questi “i numeri” di BikeMi. Circa 65 stazioni operative dal 28 novembre; circa 800 biciclette disponibili. Entro dicembre le stazioni, all’interno della cerchia dei Bastioni, diventeranno più di 100 per un totale di 1300 biciclette che daranno a Milano il terzo posto in Europa per dimensione del servizio.

Questo è solo l’inizio di un percorso che prevede l’ampliamento fino a 5.000 bici e 350 stazioni entro la primavera del 2009.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.