BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una madre coraggiosa e De Andrè al cinema

Nelle sala dal 14 novembre l'utima pellicola di Clint Eastwood, con Angelina Jolie e il film italiano liberamente tratto dal romanzo del cantautore genovese

Più informazioni su

Venerdì 14 novembre uscirà nei cinema italiani Changeling, il nuovo film di Clint Eastwood.  Los Angeles, 1928: Angelina Jolie interpreta Christine Collins, il cui figlioletto Walter scompare senza lasciare traccia.  Dopo 5 mesi di ricerche, la polizia consegna a Christine un bambino che dovrebbe essere Walter: tuttavia, nonostante l’indiscutibile somiglianza, la donna è convinta che non si tratti di suo figlio.
Incalzata dalla pressione dell’opinione pubblica in cerca di un rassicurante “lieto fine”, la polizia non ascolta le ragioni di Christine e difende il proprio operato, accusando la donna di essere uscita di senno e arrivando alla decisione di farla ricoverare in un istituto psichiatrico.
Supportata da persone che conoscevano Walter, tra cui la sua maestra e il reverendo (John Malkovich), Christine continua a gridare allo scandalo e ad accusare i poliziotti di Los Angeles: grazie alla grande forza della disperazione, riuscirà a dimostrare la corruzione degli inquirenti e  scoprirà che cosa è accaduto davvero a suo figlio.
Ispirato da una storia vera, Changeling porta sullo schermo la storia appassionante e drammatica di una madre single e lavoratrice negli Stati Uniti degli anni Trenta, che combatte una battaglia contro quelle istituzioni che dovrebbero proteggerla e aiutarla e invece si trincerano dietro un muro di indifferenza e corruzione.

Nelle sale il 14 novembre anche un titolo italiano: Amore che vieni amore che vai.

Il film, diretto da Daniele Costantini, è liberamente ispirato al romanzo “Un destino ridicolo” scritto da Fabrizio De Andrè e Alessandro Gennari.

Tra i vicoli di Genova, negli anni Sessanta, si incrociano le storie di tre uomini. Bernard è un contrabbandiere, membro della malavita marsigliese, che tira a campare organizzando “colpi grossi”; Carlo, giovanissimo protettore, si fa sempre accompagnare dalla madre nel giro di controllo delle prostitute; Salvatore è invece un membro dell’anonima sequestri, rifugiatosi a Genova dopo 5 anni di carcere. Sullo sfondo, due donne: una prostituta desiderosa di affrancarsi dalla propria condizione e una ragazza che farà perdere la testa a molti uomini.

Bernard coinvolge gli altri due protagonisti in una delle sue imprese criminose, un “colpo” in grado di cambiare la vita di tutti e tre. Dopo la rapina, compiuta con successo, Bernard, Carlo e Salvatore finiranno però tutti sconfitti, travolti e beffati da quel “destino ridicolo” di cui scrisse il grande De Andrè.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.