BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna il preallarme maltempo, due giorni di pioggia previsioni

Perturbazione in arrivo sulla Lombardia: forti precipitazioni sulla fascia alpina, neve oltre i 1500 metri e da mercoledì sera anche a quote più basse. Comuni messi in guardia circa la possibilità del riattivarsi dei fenomeni franosi.

Più informazioni su

Stato di preallarme per rischio idrogeologico – idraulico alluvionale, a partire dalle ore 9 di mercoledì 12 novembre, per le  province di Sondrio, Varese, Como, Lecco, Bergamo e Brescia. La fase acuta è attesa dalle ore 12 fino alle ore 6 di giovedì. Lo riferisce il report diffuso dalla Sala Operativa della Protezione Civile della Regione Lombardia.
Sulla base delle previsioni emesse da Arpa-SMR (Servizio Meteorologico Regionale), una vasta area depressionaria con associata saccatura in progressivo approfondimento sulla Francia determinerà un flusso di correnti umide meridionali con marcato peggioramento del tempo sulla regione.
Dal pomeriggio di oggi deboli precipitazioni sparse a partire dai settori occidentali, in generale estensione dalla tarda serata. Fin dalla notte di domani mercoledì 12 precipitazioni diffuse, più abbondanti sui settori alpini, prealpini e alta pianura occidentale. Nel corso della giornata le precipitazioni potranno assumere localmente carattere di rovescio. Già dal primo mattino di giovedì 13 graduale attenuazione delle precipitazioni. I quantitativi maggiori sono attesi sulla fascia alpina e prealpina centro occidentale, dove potranno verificarsi superamenti della prima soglia di pioggia (50 mm nelle 24 ore). Limite della neve attuale intorno a 1500 metri, in abbassamento dalla serata di mercoledì. Nella nota diffusa dalla Sala operativa a tutte le Prefetture, le Amministrazioni Provinciali, le sedi territoriali provinciali della Regione Lombardia, si sottolinea la necessità che i sindaci prestino particolare attenzione al riattivarsi di fenomeni franosi in zone assoggettate a questo rischio e ai possibili effetti di esondazione di corsi d’acqua nelle zone urbanizzate, specialmente nelle aree interessate dalle forti precipitazioni dei giorni scorsi.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.