BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Honegger, spunta l’ipotesi ipermercato per salvare 150 posti

Potrebbe essere una struttura commerciale ad assorbire la maggioranza dei 240 esuberi annunciati la settimana scorsa dal Cotonificio. La proposta è stata avanzata dall'azienda durante un'audizione davanti alla Commissione regionale Attività Produttive, a cui hanno preso parte anche i rappresentanti sindacali.

Più informazioni su

Potrebbe essere un ipermercato ad assorbire 150 dei 240 esuberi annunciati la settimana scorsa dal Cotonificio Honegger di Albino. La proposta è emersa martedì 11 novembre durante un’audizione alla Commissione regionale Attività Produttive, a cui hanno preso parte i rappresentanti del Cotonificio Honegger e della Mvb-Manifattura della Valle Brembana di Zogno, dopo che settimana scorsa entrambe avevano prospettato degli esuberi (241 alla Mvb). "E’ stata l’azienda stessa a metterci al corrente dell’ipotesi di un operatore commerciale che sarebbe disposto ad assorbire 150 dipendenti del Cotonificio Honegger, se l’azienda cedesse parte del terreno di sua proprietà al confine tra i comuni di Nembro e Albino per realizzare la costruzione della struttura", ha spiegato Aldo Valle della Filtea-Cgil al termine dell’incontro. E se per Raffaele Salvatoni della Femca-Cisl "si tratta di dichiarazioni da prendere con le pinze", Gianluigi Cortinovis della Uilta-Uil ha messo l’accento sui tempi che servirebbero per realizzare il progetto: "Innanzitutto occorrono le autorizzazioni e la prima verifica in questo senso andrà fatta con i sindaci dei Comuni interessati, e anche per questo i tempi si dilateranno. Discuteremo i dettagli comunque nel prossimo incontro con l’azienda". Entrambe le aziende hanno poi chiesto rassicurazioni per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali e la Regione Lombardia ha assicurato che nei prossimi giorni aprirà un tavolo di confronto con i Comuni di Albino e Nembro, l’amministrazione provinciale, la proprietà e le rispettive rappresentanze sindacali. 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da oia de laurà

    Le ipotesi o voci negli ultimi anni sono sempre stata realtà alla Honegger..chiusa filatura Honegger, chiusa filatura a Leffe via tonale, chiusa meta’ festi rasini ,chiusa tex mantova e per la Honegger oramai manca poco..speriamo che questa ipotesi sia per una volta il contrario di tutte le ipotesi passate e che Zambaiti ricollochi davvero tutti. Speriamo che almeno il sindaco e il comune di Albino siano coerenti con se stessi.hanno sempre detto Piazzo legato all’occupazione…meno 240=nopiazzo

  2. Scritto da armanni

    l’attività del cotonificio è ormai al capolinea e il proprietario pure lui, ma quelli che sofriranno saranno i soliti lavoratori. Il o i supermercati sono stati inventati dai proprietari per pagarsi i debiti o per fare cassa e sono molto scettico sulla tutela dei posti di lavoro.