BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sede della Provincia, tra Via Tasso e Palafrizzoni il centrodestra si spacca

Forza Italia ed An, in maggioranza in Provincia, hanno votato un emendamento presentato dalla Lega Nord che prevedeva di fatto l'annullamento dell'accordo sottoscritto lo scorso ottobre dal centrosinistra di Palafrizzoni e dal centrodestra di via Tasso. La modifica prevedeva l'abbassamento delle torri da 88 a 44 metri, ma avrebbe di fatto stracciato l'accordo sottoscritto due settimane fa.

Più informazioni su

Alla fine il colpo di scena è arrivato. La discussione in Consiglio comunale sull’accordo di programma tra Comune e via Tasso finalizzato alla realizzazione della nuova sede della Provincia ha regalato un finale inaspettato. Forza Italia ed An hanno votato un emendamento presentato dalla Lega Nord che prevedeva di fatto l’annullamento dell’accordo sottoscritto lo scorso ottobre dal centrosinistra di Palafrizzoni e dal centrodestra di via Tasso. Al centro del dibattito, come da qualche settimana a questa parte, l’altezza della torre di Porta Sud commissionata dalla Provincia. Gli 88 metri di altezza massima previsti non sono mai andati giù al consigliere leghista Daniele Belotti che tra commissioni e articoli sui quotidiani le ha provate proprio tutte per cercare quanto meno di ridurre "il mausoleo del Betù", reo di deturpare lo skyline di Città Alta. L’ultimo, disperato, tentativo in Consiglio comunale: un emendamento per ridurre la torre da 88 a 44 metri, diciamo un compromesso simbolico. Il presidente del Consiglio comunale Marco Brembilla specifica però che in caso di approvazione dell’emendamento l’accordo di programma verrebbe bocciato.
Il quadro politico non è di immediata comprensione. La Lega Nord è l’unica con le mani libere in quanto minoranza sia in Comune che in Provincia, mentre Forza Italia ed Alleanza Nazionale sono al governo in via Tasso. Proprio per questo motivo il voto negativo del gruppo azzurro e di An ha il sapore di una spaccatura politica: quanto proposto da Fi e An viene bocciato da Fi e An. Anche se i consiglieri comunali motivano così il voto favorevole all’emendamento: "Io sono andato a parlare in Provincia – spiega il capogruppo di Forza Italia Gianfranco Ceci – mi hanno detto che se il problema era l’altezza non restava che discuterne in Consiglio comunale. A loro interessa soprattutto la metratura, poi che sia alto o basso non importa". Alessandra Gallone esprime la sua sincera preoccupazione. "Siamo favorevoli in linea di principio a Porta Sud. Ma al di là che la Provincia o il Comune non possiamo anche noi non manifestare le nostre perplessità in merito alle altezze del progetto".
E, come se non bastasse l’incertezza sull’emendamento, la minoranza si è spaccata sul voto finale dell’accordo di programma. La Lega, scontato, ha votato contrario, Forza Italia a favore e Alleanza nazionale si è astenuta. Mentre Bruni e il resto della maggioranza se la ridevano sotto i baffi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Principebianco

    Da come sono andate le cose sino alle votazioni di ieri l’unica forza veramente contraria ai grattacieli è stata la Lega Nord, spesso imputata per motivi diversi di rozzezza.
    Oggi sappiamo invece i nomi e cognomi, le forze politiche con tutti i condizionali e le sfumature del caso che danno il via libera allo storico atto vandalico-urbanistico nella città di Bergamo.
    Disgustoso: anche Bg avrà i suoi grattacieli, in verità era un secolo che ne sentivamo la mancanza.

  2. Scritto da iva

    “e i Campanili ?” [Cit. Michele Forchini]
    La lega uscirà dal governo locale o solo da quello centrale?

  3. Scritto da R.Trussardi

    C’è un aspetto che riguarda Porta Sud (ove si collocano le torri) ineludibile, ovvero che lo sviluppo urbanistico di una zona enorme della città è stato appaltato ad una società di diritto privato (Porta Sud) scippando ai rappresentanti eletti in consiglio il potere dovere di determinare l’urbanistica del territorio amministrato! Una privatizzazione dell’urbanistica che trova daccordo destra e sinistra. Cementificare, incassare gli oneri, accontentare i costruttori. Altro che partecipazione…

  4. Scritto da Il Bergamotto

    Tranquilla, conoscendo il centrosinistra arriverà qualche minareto a far ombra alle torri.

  5. Scritto da Riccardino

    La figura in Consiglio del centrodestra è stata pessima, l’unica posizione degna di nota è quella della Lega, coerente fino in fondo. Poi lasciamo perdere il progetto approvato dalla maggioranza. sarebbe bello chiedere a ogni singolo consigliere se crede davvero a queste torri.

  6. Scritto da Gulinati

    Ma come si fa a costruire un colosso di questa portata? Qui son tutti matti…

  7. Scritto da Il Bergamotto

    L’avv. Trussardi non ha mica tutti i torti. Anche se partecipata dalle istituzioni locali, Porta Sud S.p.A. non è un ente di diritto pubblico. E’ chiaro che si tratta di uno strumento per riqualificare un’intera area cittadina, e che chi costruisce di tutto si occupa fuorché di beneficenza. Il punto è: questo benedetto polo terziario e residenziale, contenente infrastrutture di servizio di importanza strategica (vedi centro intermodale di trasporto), alla città serve oppure è un inutile orpello?

  8. Scritto da Principebianco

    Sono tutti matti si, hanno perso la ragionevolezza ed il buon senso dei padri.
    Bettoni finirà fortunatamente il mandato per forza di cose, Bruni a questo punto non merita una seconda chances.
    L’ex assessore all’edilizia pone sul tavolo un rilievo importante: la bufala, la pretestuosità integrale della “partecipazione”.
    E dire che sono stato cresciuto con un dogma estetico ccellente: a Bergamo era tabù guardare oltre il 7° piano, ora è tabù la bellezza e l’armonia.

  9. Scritto da iva

    Coerenza vorrebbe che la lega uscisse dal governo locale. O è solo strumentale?

  10. Scritto da Il Gianni

    Guarda cara Iva che la Lega è già fuori dal Governo locale. E’ in minoranza sia in Provincia che in Comune.

  11. Scritto da iva

    Il Gianni, si parlava di gesti come quelli di Cè.

  12. Scritto da Pol.sco.

    Questo per dimostrare quanto iva ragiona con i piedi

  13. Scritto da fabrizio del dongo

    A n.8.Chance,al singolare,si scrive senza s finale.
    Ma sapete bene che questo è solo il planivolumetrico.Le forme e quindi le altezze degli edifici verrano definite solo da chi vincerà il concorso di progettazione internazionale che Bergamo Sud bandirà tra poco.

  14. Scritto da iva

    https://www.bergamonews.it/politica/articolo.php?id=3939
    sopra i dettagli e i protagonisti che per coerenza potrebbero ricordarsi di Cè, e del suo gesto.

  15. Scritto da bunny

    Porta Sud è una società di diritto pubblico, pur essendo una SpA

  16. Scritto da aliante

    Chi sia o non sia nella maggioranza non fa differenza; adesso a Bergamo c’è la smania delle torri, non importa quanto alte, basta che ci siano così non dovremo più invidiarle a Brescia o Milano e potremo sentirci moderni. Mascherano la partecipazione con qualche assemblea pubblica, dopo di che proseguono nel loro disegno. Chi osa obiettare viene fatto passare per immobilista conservatore e visionario. Il fatto è che stanno consegnando il nostro territorio e noi agli immobiliaristi.

  17. Scritto da Angilberto Bianchi

    Siamo alle solite, a parte il problema politico come al solito scandaloso in Italia, a Bergamo la modernità e il futuro non entrano, a Brescia hanno superato da tempo questo provincialismo.
    Antico e nuovo devono convivere, Bergamo non può rimanere prigioniera del passato. Basta saperci fare e tutto può essere fatto.

  18. Scritto da Principebianco

    Altezza=Modernità
    Grattacieli=Progresso
    Chi vorrebbe limitare le altezze rischia di passare per provinciale o di essere prigioniero del passato. Se la civiltà politica cittadina esprime questo mezzo concetto intoniamo il de profundis all’intelligenza
    Capitolo Brescia, che invidia da sempre a Bg la sua bellezza: nella città della leonessa hanno alzato una decina di grattacieli, sono li da vedere nella loro impersonalità. Vadino i Bruni, i Bettoni, i Grossi a vedere che meraviglia, e ci restino

  19. Scritto da R.Trussardi

    Per Bunny (18). è una società di diritto privato: proprio qui sta l’assurdo, non è una società di trasformazione urbana come tale regolata dalla legge, ma una qualsiasi società privata costituita con forme ordinarie.

  20. Scritto da agazzi

    La Provincia, per quanto è dato sapere, attualmente ha quattro sedi staccate, dove lavorano meno di 200 impiegati. Possibile che per riunire queste quattro sedi occorra una nuove sede di oltre 20.000 mq ed alta come il Pirellone dal costo di 46 milioni di euro ? Ma non sarebbe meglio che spenda i nostri soldi per strade e scuole di cui tutti sentiamo la mancanza diversamente che per i nuovi uffici ?

  21. Scritto da Bunny

    @R.Trussardi: si fidi: non è una STU, ma non è nemmeno un SpA classica privata. Segue norme di diritto pubblico