BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Governo e Lombardia insieme per la “digitalizzazione”

Siglato un accordo tra il Ministro Brunetta e il Governatore Formigoni per avviare un programma di innovazione nella pubblica amministrazione

Più informazioni su

Il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione Renato
Brunetta e il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni
hanno firmato un Protocollo d’intesa per la definizione di un Accordo
di programma quadro sull’innovazione nella PA :«
Se l’Italia si chiamasse Lombardia – ha convenuto il ministro –
non avrei il problema dell’innovazione. Firmo questa Intesa,
prima del genere in Italia e forse in Europa, in Lombardia
perché voglio che sia motore per fare altrettanto nelle altre
Regioni».

Il protocollo riguarda la carta nazionale e regionale dei servizi, per
l’erogazione al cittadino di servizi pubblici, (la carta dei
trasporti o la prenotazione dei servizi sanitari) la
dematerializzazione dei documenti e dei procedimenti della PA;
l’integrazione di varie banche dati: anagrafi, catasto digitale, dati
territoriali; lo sviluppo di infrastrutture e servizi a banda larga,
con l’obiettivo di favorire l’accesso alle nuove tecnologie.

La scelta del Ministro non è casuale: la Lombardia è stata scelta per il suo programma di informatizzazione già avviato con la distribuzione della Carta Regionale dei
Servizi (CRS) che è insieme Carta Nazionale dei Servizi (CNS), Codice Fiscale,
Sanitaria (TS) e Tessera Europea di Assicurazione Malattia. Il
protocollo prevede dunque di utilizzare la CNS per accedere a ulteriori
servizi sanitari (come il fascicolo sanitario elettronico), come Carta
regionale dei trasporti nonché per la raccolta dei dati di acquisto dei
farmaci presso tutte le farmacie della Regione. Il protocollo mira a dar vita ad un
progetto di dematerializzazione della corrispondenza interna alla PA,
delle procedure e dei documenti della Regione. Prevede inoltre, sul
versante della banda larga, l’attuazione del programma pluriennale di
interventi per l’abbattimento del digital divide sulle dieci province
lombarde interessate dal fenomeno; l’attivazione, nelle aree già
coperte da banda larga, di servizi avanzati per cittadini e imprese; la
diffusione e lo sviluppo di servizi a banda larga nella scuola, nella
sanità, nelle imprese, nella giustizia, nella previdenza e nella
finanza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.